fbpx
Menu
A+ A A-

Utopia blu

bastaceapresidenza 350 mindi Valentino Bettinelli - Venerdì 17 gennaio, a Ceccano, è stato presentato il progetto “Utopia Blu”, lanciato dai comitati per l’acqua pubblica della provincia di Frosinone. Ad aprire la serata, davanti ad un Cinema Italia gremito da un pubblico attento e partecipativo, il responsabile del comitato acqua pubblica di Ceccano, Domenico Aversa. “Nel 2006 eravamo dei pionieri e pian piano siamo cresciuti, arrivando a portare il tema all’interno delle istituzioni. Punto più alto è stata la votazione di 33 sindaci in favore della risoluzione con Acea.

La nostra battaglia ha visto la politica sempre come un buon interlocutore quando ha sposato le nostre idee, senza mai usare alcuna strumentalizzazione”.
A fornire un indirizzo legale più preciso, l’Avv. Maurizio Morelli, rappresentante dei comitati. “La risoluzione ad oggi è ancora sospesa e siamo in attesa della pronuncia del Tar nel merito.
Stiamo costituendo un organismo riconosciuto con il ruolo di assistenza nel momento dell’arrivo delle ingiunzioni agli utenti. Siamo convinti che Acea stia gestendo il servizio in maniera illegittima, risultando inadempiente su tutti i doveri che il contratto impone.

L’acqua, come tutti i beni primari, essenziali e vitali, va riconosciuta a tutti”.
Presenti anche due dei candidati alla carica di Sindaco della città di Ceccano, Emanuela Piroli e Roberto Caligiore, i quali hanno garantito il sostegno alla lotta dei comitati, con l’impegno ed il coraggio necessario.
Mario Antonellis, coordinatore provinciale dei comitati, ha puntato l’obiettivo sulla “necessità di evitare la mercificazione delle fonti, che sta avvenendo in favore delle multinazionali francesi. Per risolvere il problema è necessario e sufficiente attuare la Costituzione (art. 43). Dobbiamo diventare lo strumento politico per attuare questa rivoluzione copernicana. Utopia Blu deve essere un incubo per chi decide di abbandonare questa strada per il futuro”.
A chiudere la serie di interventi, le parole dell’Avv. Maurizio Montalto, esperto nel settore e già amministratore di “ABC Napoli”, la società pubblica di gestione del servizio idrico integrato del capoluogo campano. “Come disse il magistrato Borrelli bisogna Resistere, e per fare ciò abbiamo bisogno di amministratori combattenti, espressione e parte integrante della comunità e dei comitati.

La questione delle fonti è nevralgica, in special modo nel centro sud, collegato quasi interamente da acquedotti interregionali. L’acqua è un motore di sviluppo, che abbatte le distanze sociali. Questo è il bene che ci stanno portando via”.
La questione Acea nella nostra provincia continua a tenere banco e la partecipazione all’assemblea di venerdì ne è la chiara dimostrazione. È necessario impedire a multinazionali private di creare utili e profitto su un bene comune di vitale importanza come l’acqua che non può essere oggetto di privatizzazione. Per portare avanti questo percorso serve la forza dei comitati sul territorio, coadiuvata dalla volontà politica dei rappresentanti locali, ancora una volta latitanti quando ci sono le battaglie da perseguire; come per il lavoro, anche per l’acqua i parlamentari e consiglieri regionali eletti continuano ad essere assenti e decidono volutamente di ammainare le bandiere delle lotte civili della nostra provincia.

La solitudine dei disoccupati e dei comitati per l’acqua pubblica dimostra un disinteresse sconcertante dell’odierna classe politica locale. Rotta da invertire, seguendo anche le indicazioni dell’Avv. Montalto quando fa riferimento ad amministratori che siano reale espressione delle comunità, perché solo così le necessità della popolazione saranno garantite senza altri interessi.
Utopia Blu nasce e parte da Ceccano; ora l'obiettivo deve essere quello di creare un’onda lunga in grado di modificare un sistema che ha puntato sulla mercificazione e sulla privatizzazione di tutti i beni comuni essenziali, quali acqua, lavoro, scuola e sanità. È arrivato il momento di alzare la testa e come ha detto Domenico Aversa in chiusura, salutando il pubblico, bisogna “Resistere, Resistere, Resistere”.

 

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

L'utopia di Pasolini

utopiapasolini 350 mindi Diego Protani - E' in libreria "L'utopia di Pasolini" il bellissimo saggio della direttrice del "Centro Studi Pasolini di Casarsa" Angela Felice, edito da Bottega Errante. Con questo volume l'autrice evidenzia l’opera ed ed il pensiero dell'intellettuale friulano mettendo in risalto la sua umanità e sensibilità.

La scrittrice affronta l'amore che Pier Paolo Pasolini ha per il suo dialetto tant'è che iniziò a scriver poesie dialettali come patenza del percorso letterario. Evidenzia anche il Pasolini pedagogico, il Pasolini che tratta il tema dello "Scandalo", il Pasolini "umano".

Un libro di non facile lettura ma che ha l'onore di trattar più temi per far capire meglio chi era anche umanamente lo scrittore di Una vita violenta. Ma l'onore più grande è quello di aver saputo aggiungere molti aspetti che finora non erano conosciuti. La bellezza di questo saggio è anche il modo come Angela Felice riesce a trasmetter l'amore che Pasolini ha per la poesia, come se fosse una fede, qualcosa di "superiore" a tutti gli effetti.

Angela Felice è una fra le maggiori conoscitrici e divulgatrici della complessa figura dello scrittore, saggista, giornalista, regista ed intellettuale friulano, barbaramente assassinato all'idroscalo di Ostia nella notte fra il 1 e il 2 novembre 1975. Dal 2009 dirige il Centro Studi Pier Paolo Pasolini di Casarsa che ha sede nella Casa Colussi, la dimora della famiglia materna di Pasolini e sua abitazione durante il periodo friulano della formazione giovanile. Studiosa di letteratura e di teatro, pubblicista, critica teatrale de “Il Gazzettino”, già docente di italiano e latino, dirige il Teatro Club Udine. Fra i suoi saggi, molti approfondiscono la figura e la storia di Pier Paolo Pasolini.

 
 
 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici