fbpx

Nel ricordo di un medico valente e di un politico onesto

 Antico gentiluomo, valente chirurgo ospedaliero, nondimeno esemplare fu il suo impegno politico

UgoBellusci_350qu-mindi Ambrogio Coppotelli - Sono trascorsi più di sei anni da quando, il 27 dicembre 2013, l’Amministrazione Comunale di Ferentino, guidata dal Sindaco Antonio Pompeo, nel corso di una bellissima e coinvolgente cerimonia tenutasi presso la Sala Conferenze della “Casa della Pace”, con animo grato intitolò la struttura al professor Ugo Bellusci, scomparso il 15 marzo 2011, presenti la moglie Giuliana Rotondo e i figli Giuseppe, Francesco e Paola, e numerosi concittadini.

Antico gentiluomo, valente chirurgo ospedaliero noto per le sue non comuni doti professionali in tutta la provincia di Frosinone, Consigliere e Presidente dell'Ordine Provinciale dei Medici, il compianto concittadino Ugo, durante tutta la sua attività di medico-chirurgo, si prodigò a mettere tutta la sua esperienza al servizio della Sanità Pubblica e, come primario, diede lustro e prestigio all’allora Ospedale Civico, una delle strutture della nostra città di cui a buon diritto vantarsi.

Nondimeno esemplare fu il suo impegno politico.
Contribuì alla diffusione del PSI di Nenni, Pertini e Lombardi. In gioventù fu orgoglioso antifascista, come anche il padre Giuseppe Salvatore, professore di Materie Umanistiche nei Licei Classici, già deputato della Costituente e uno dei Padri della Costituzione della nostra Repubblica, eletto all'Assemblea Costituente nelle file del PRI.

Fu inoltre consigliere comunale, provinciale e regionale del PSI (e nell’Ente Regionale anche assessore) e in tali ruoli fu sempre al fianco delle fasce più deboli della comunità, mai disdegnando, anzi sempre cercando […] nell’avversario un prezioso interlocutore al fine di rendere l’esercizio della democrazia sempre più vivo e concreto […].
Del medico mi è gradito ricordare altresì questa testimonianza resa dal compianto Sergio Collalti nel suo “PARTIGIANI A FERENTINO”:
“Anche la nostra città ebbe la sua ‘banda’ di partigiani durante l’ultimo conflitto mondiale. […]
Un’altra figura degna di ricordo per le sue straordinarie doti, umana e professionale, è il prof. Ugo Bellusci

Egli operava nel nostro ospedale per dare assistenza sanitaria ai feriti. Nella sua camera aveva due camici bianchi. Sulla manica di uno, tutta insanguinata, era disegnata la svastica, sulla manica dell’altro, tutta pulita, compariva il simbolo della C[roce] R[ossa] I[taliana].
Quale la ragione? Quando talvolta l’ospedale era oggetto di ispezioni da parte dei tedeschi, il dottore indossava immancabilmente il secondo camice. E a quel soldato tedesco che eventualmente lo rimproverava per non indossare il primo camice, quello con su raffigurata la svastica, egli prontamente rispondeva che "non poteva se prima, per ragioni igieniche, non si fosse provveduto a lavarlo”.

Ricorda sua figlia Paola che l’onorevole missino Giorgio Almirante trascinò suo padre in tribunale a Cassino con l’accusa di diffamazione per aver, come segretario provinciale del PSI, fatto diffondere un manifesto sulle di lui malefatte durante la Resistenza. Il dottore, difeso dal partigiano, giurista e politico Giuliano Vassalli, vinse la causa perché le malefatte che aveva denunciato erano vere.

 

 

 

Articoli e news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui
aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

L'Assessora Valente presenta il Piano "Garanzia Giovani"

Lucia Valente assessoreregionalelavoro 350 260dall'Ufficio Stampa della Consigliera regionale Daniela Bianchi - «Siamo qui, in una scuola per riconquistare la fiducia soprattutto dei ragazzi. Sul loro futuro investiamo 137 milioni di euro per crescere, formarsi ed entrare in contatto con il mondo del lavoro. Garanzia Giovani nel Lazio sono già 32 mila i giovani che hanno aderito, con 18 mila colloqui validi, 14 mila percorsi avviati e 2788 tirocini attivati.»

Queste le dichiarazioni di Daniela Bianchi alla presentazione del piano "Garanzia Giovani" assieme all'Assessore Regione Lucia Valente e al presidente della Provincia di Frosinone Antonio Pompeo. Il piano si rivolge a tutti quei giovani dai 15 ai 29 anni che non lavorano e non studiano, per invertire la rotta e instradare da subito i giovani verso un futuro di opportunità.

«I numeri incoraggianti presentati dall'Assessore- riprende la consigliera Bianchi - dimostrano che il piano sta funzionando bene, nonostante qualche criticità naturale per azioni nuove e mai sperimentate prima come Garanzia Giovani. Con la giornata di oggi abbiamo colto l'occasione di parlare direttamente con i giovani, e non semplicemente di giovani, illustrando nel dettaglio come accedere alle occasioni offerte dal piano. Lo abbiamo fatto anche collegandoci in streaming con il Liceo di Ceccano, dimostrando l'eccellenza tutta da raccontare di un territorio che, quando è unito, può raggiungere grandi risultati.PianoGiovani Ferentino MartinFiletico 350 260

Il mio appello va, oltre che ai giovani che possono aderire collegandosi al sito www.regionelazio.it/garanziagiovani, anche alle imprese affinché facciano la loro parte in questa grande azione regionale ed europea: offrire una chance di formazione, un apprendistato o un lavoro ad un giovane può dare accesso ad importanti agevolazioni e sopratutto può rafforzare la competitività e la capacità di innovare delle stesse imprese.

"Vorremmo che in ogni scuola del Lazio - ha dichiarato l'Assessore Valente - ci sia un orientamento dedicato agli studenti sia per la scelta degli studi sia per la scelta lavorativa per aiutarli a costruire il loro futuro. La nostra Regione sta costruendo il sistema duale, basato sull'alternanza tra scuola e lavoro, attraverso il contratto di apprendistato che dal prossimo anno scolastico potrà essere stipulato già a 15 anni.

Le misure del programma europeo della Garanzia Giovani - ha continuato la Valente - sono dedicate all'accusabilità' dei giovani di età compresa tra i 15 e i 29 anni e, in questo momento, sono favorite anche dalle misure sulla decontribuzione del contratto di lavoro a tempo indeterminato per gli assunti dal 1 gennaio 2015. Assumere comincia a costare meno e le imprese tornano a farlo. Questo e' un momento in cui se ognuno fa la propria parte daremo maggiori opportunità ai giovani e alle imprese. La Regione non dimentica chi ha gia' compiuto 30 anni e ha perso il lavoro. Per loro abbiamo studiato due misure, il Contratto di Ricollocazione e il reddito di attivazione, che saranno finanziate con la nuova programmazione dei Fondi europei 2014 – 2020.-

-Un ringraziamento particolare – conclude la consigliera Bianchi - va all'Assessore Valente che ha scelto il Filetico di Ferentino per presentare in provincia di Frosinone Piano Garanzia Giovani, entrando in contatto diretto con tante ragazze e ragazzi.»

La riproduzione di quest'articolo è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
unoetre.it by giornale on line is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

unoetre.it è un giornale on line con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per fare una donazione tramite il sito, cliccare qui sotto. Il tuo contributo ci perverrà sicuro attraverso PayPal. Grazie

Io sostengo 1e3.it

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici