fbpx
Menu
A+ A A-
Antonio Colasanti

Antonio Colasanti

dr A Colasanti 350quDottor Antonio Colasanti, medico-farmacista specializzato in fitoterapia, omeopatia, consulente della rivista: “Piu Sani Piu Belli”.

 

Per chi volesse approfondire argomenti trattati può prendere contatto con il dottor Colasanti ai seguenti recapiti:


Email:


Tel. 347102038

URL del sito web:

Il fico d'India è buono e fa bene

Benifici fichidindia 400 minDr. Antonio Colasanti - Il fico d'India o Nopal è originario del Messico. iIl suo nome deriva dal termine "nopalli" frutto tratto da giovani segmenti dell'Opunzia, noti come cladoli, attentamente puliti per rimuovere le spine.

Le foglie coltivate fanno parte della specie nota come "Opunzia ficus indica" e sono commestibili. I fichi d'India sono venduti freschi imbottigliati o essiccati.
Usati per preparare i "nopalitos" hanno un gusto dolce e sono leggeri croccanti e mucillagginosi.

I fichi d'India sono ricchi di fibre alimentari solubili ed insolubili. Abbondano di vitamine A, C e K, riboflavina, vitamina B, 6 sali minerali: magnesio, potassio, manganese, ferro, rame.
Il consumo di fico d'India corrisponde ad un pasto completo. Ha pochi carboidrati, puo essere consumato da diabetici. Si puo cucinare in 300 modi diversi per preparare pietanze ed è il vegetale piu potente per potabilizzare l'acqua. Nella medicina tradizionale si utilizza come coagulante antidolorifico cicatrizzante.

I fiori usati in decotto sono diuretici e preventivi nelle calcolosi. Le fibre contenute nella pianta aiutano a dimagrire, possono favorire il transito intestinale, rigenerano la flora intestinale e sono un potente depurativo. Il fico d'India contiene flavonoidi, mucillagine e pectina. Ha un'azione antiossidante, combatte i radicali liberi.

 

Come pulire e utilizzare le pale del fico d'India?
Le pale giovani del fico d'India vengono utilizzate fin dall'antichità e sono un piatto prelibato: buone in insalata o saltate in padella.
Si raccolgono le pale e con un coltello affilato si rimuovono le spine.
Si devono lavare e tagliare a cubetti. Si fanno bollire 30 minuti per togliere la gelatina che le ricopre.
Poi vanno sciacquate in acqua fredda.
Se si cucinano nella pentola aggiungere spezie a piacere: curcuma, zenzero, peperocino, rosmarino e salvia.
La proprieta terapeutiche sono notevoli per contenere il colesterolo, abbassare uricemia, diabete, trigliceridi, Combatte l'osteoporosi.

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

"Tea tree oil", cos'è? Conoscerne le virtù

malaleuca350ridimensionata minDr Antonio Ccolasanti - La "Malaleuca alternifolia", albero originaria dell'australia è arrivato in Europa nel 18° secolo importato dall esploratore inglese James Cook che nel 1770 approdò la sua nave sulla costa settentrinale di quel continente.

"Malaleuca" dal greco melas e leukos, nero e bianco, descrive il colore della corteccia, scura quella vecchia del tronco chiara quella dei rami piu giovani.

"Tea tree" è invece il nome occidentale che gli fu conferito da Cook e dai suoi marinai che ne utilizzavano le foglie per preparare un infuso aromatico da bere come surrogato del the. Proprio quelle foglie usate da millenni dagli aborigeni australiani, non solo come rimedio antico ed irrinunciabile della medicina tradizionale, ma anche per avvolgere alimenti sopratutto le carni per prolungare la conservazione. Inizialmente le virtu di questa bella pianta usata in europa solo a scopo ornamentale nei giardini non furono intuite, ma successivi studi di etnobotanica hanno indicato nell'olio essenziale estratto per distillazione, dalle foglie e dai rami e noto a tutti come "tea tree oil", il reponsabile delle preziose proprieta della pianta.

Contiene "terpinen 4 olo-1.8", "cineolo-borneolo" ed altre sostanze in traccia.

Indicazioni
Il "Tea tree" è indicato in tutte le affezioni batteriche, virali e fungine. In quest ultimo caso è veramente efficace: candidosi, piede d'atleta, affezioni ungueali e ginecologiche, micosi varie.
- 3 gocce di olio nel bagno schiuma e nell'igiene intima ci preservano da infezioni fungine e curano le micosi;
- 3 gocce tre volte al dì nel miele sono curative per affezioni respiratorie, tosse, raffreddore, bronchiti batteriche e virali.

Il suo molteplice uso si e arricchito di una scoperta sensazionale:
Una ricerca del laboratorio di neuropatologia molecolare Neuromed di Pozzilli publicata sul "Journal of pharmacognosy" ha individuato una sostanza capace di contrastare la crescita di cellule tumorali di glioblastoma, uno dei piu temuti tumori cerebrali. Si tratta dell'olio essenziale estratto dalla pianta Malaleuca alternifolia tea tree oil".

Siamo nelle fasi preliminari ma le osservazioni mostrano come la pianta riesca ad arrestare il ciclo cellulare ed indurre l'apoptosi, che è la morte cellulare delle cellule tumorali.

La conferma dell attività del "Tea tree oil" nelle neoplasie verrà solo dopo la sperimentazione clinica, però le prime rirerche ci lasciano ben sperare di poter disoorre di una nuova arma a disposizione per sconfiggere le forme neoplastiche.

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Gli occhi, specchio dell'organismo

occhi di diversi colori 400 minDr Antonio Colasanti - Gli occhi non sono solo "lo specchio dell anima", ma anche lo specchio del corpo. Specchio molto chiaro ed eloquente dell organismo umano. L'esame approfondito ed accurato degli occhi si rivela di valido aiuto nell identificare le condizioni patologiche dell organismo.

L'occhio infatti riflette e rivela le condizioni generali di salute e di malattia.

- Iniziamo dalle palpebre: se sono pallide e probabile che soffriate di anemia;

- Guardando nella sclera la parte bianca dell occhio si possono rilevare segni di ittero una colorazione giallastra che rivela presenza di malattia epatica;

- La retina è riccamente irrorata di vasi sanguigni, osservando la trama ed il funzionamento dei vasi si puo dedurre lo stato delle nostre arterie nei livelli piu profondi;


- Poiche la degenerazione di alcune strutture dell occhio e alla base dell invecchiamento generale, l'occhio puo diventare una spia di controllo che permette di notare invecchiamento di altri distretti, del resto molte malattie dell occhio dipendono dall invecchiamento;

- Si pensi alla cataratta al glaucoma al distacco di retina o del corpo vitreo.

Piante utili:

- Calendula, dal latino calendae, primo giorno del mese poiche fiorisce all inizio di ogni mese per 1 anno, contiene luteina e zeaxantina due sostanze benefiche per l occhio. inoltre possiede azione antibatterica fungicida ed antivirale. in commercio tintura madre in gocce 20 gocce mattina e sera altrimenti fiori in tisana.infuso 1 cucchiaio in 200 cc acqua;

- Eufrasia, apprezzata da Dioscoride, nel 200 a.c., che la prescriveva per le malattie dell occhio. La ritroviamo durante 17 secolo, mangiata tanto verde quanto secca, giova a tutti gli impedimenti che offuscano il vedere alcuni ponendola nel vino fa ringiovenir gli occhi dei vecchi e molti con il suo uso hanno lasciato gli occhiali. Si usa la pianta fiorita che contiene olli essenziali, tannini, resina colina, alcaloidi.
Indicazione: l'infuso ed il collirio trovano applicazioni come antinfiammatori e antibatterici nelle congiuntiviti, irritazioni palpebrali, infiammazioni del sacco lacrimale;

- Camomilla, pianta erbacea annuale originaria del mediterraneo. Si usano i capolini per infuso e i ffiorti staccati. Contiene camazulene, bisabololo, inositolo, mucillagini. Ha unìazione lenitiva antinfiammatoria e antiarrossamento
Anche per l'infuso si usano si usano capolini e fiori staccati: 20 grammi in 100 cc acqua da bere e per fare impacchi.


 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

La papaya e le sue virtù

papaya minDr Antonio Colasanti - Pianta originaria dei Caraibi, la "Papaya", cresce bene sui terreni fertili e viene oggi coltivata nelle zone tropicali del Sud America e dell'Asia. Si tratta di una pianta erbacea poliennale che vive 5 anni ed è alta 7 metri senza rami e con un ciuffo di foglie terminali che gli conferiscono un aspetto simile alle palme. Negli esemplari femminili alla base delle foglie si trovano i fiori da cui originano frutti commestibili dalla polpa gialla e succo lattigginoso.

Composizione: enzimi proteolitici, papaina, chimopapaina A e B, papaiapeptidasi, vitamina C, acidi organici e minerali vari.
Proprietà: Azione digestiva. La papaina è un enzima proteolitico contenente un gruppo sulfidrico che esercita la sua azione digestiva nel tratto gastrointestinale. E' usata principalmente nei disturbi dispeptici come flatulenza, gonfiore intestinale, pesantezza post prandiale, stitichezza. Con analoga modalita può svolgere un'attivita fibrinolitica per contrastare disturbi aterosclerotici.

Azione antinfiammatoria
E' un valido aiuto negli edemi post-traumatici mediante azione proteolitica sulla fibrina, facilitando il drenaggio del focolaio infiammatorio ed il riassorbimento dell'edema.
La chimopapaina è in grado di idrolizzare le sostanze che si accumulano sui dischi vertebrali danneggiati. Per esplicare al meglio queste funzioni la compressa deve essere assunta lontano dai pasti.

Prevenzione dell'ulcera
La somministrazione per 6 giorni di papaina previene i danni di sostanze ulcerative nei confronti dello stomaco. Questa proprieta viene sfruttata da coloro che assumono cortisonici.

Azione tonificante
Risultati incoraggianti nei confronti di patologie degenerative cerebrali: parkinson e alzaimer

Papaya fermentata
E' un prodotto ottenuto dalla fermentazione della papaya.
Potente antiradicalico utile per contrastare l'invecchiamento cellulare e favorire le difese immunitarie. La papaya è in grado di attivare la linea cellulare dei macrofagi capaci di annientare i batteri mediante un processo di fagocitosi; inoltre attiva le cellule natural killer adibite al riconoscimento e distruzione delle cellule malate, attiva la produzione di interferone -"IFN"- gamma capace di stimolare i linfociti "T" potenziando le difese contro le malattie.

Azione contro lo stress ossidativo
I radicali liberi sono prodotti dall'organismo e dagli inquinanti fisico-chimici, un eccesso di essi provoca deterioramento della membrana cellulare ed alterazione del "DNA".
La papaya fermentata è in grado di distruggere i radicali ossidrilici, i piu pericolosi e attiva la formazione del SOD: "super ossido dismutasi" enzima che combatte l'invecchiamento cellulare. Ultimi esperimenti indicano la papaia quale rimedio per combattere le malattie degenerative del sistema nervoso centrale.

Chelazione (terapia chelante, ovvero disintossicante ndr) dei metalli pesanti.
La papaya e in grado di chelare numerosi ioni metallici pericolosi quali: piombo, cadmio, cobalto.
la papaya fermentata fisiologicamente ripristina le corrette funzioni cellulari contrastando la formazione di funzioni ossido riduttive e migliorando il funzionamento del sistema immunitario.

Azione immunostimolante
Un cattivo funzionamento del sistema immunitario porta ad una caduta delle difese con predisposizione a malattie batteriche virali e degenerative. La papaia è in grado di attivare i macrofagi capaci di agire.

Controindicazioni
ricerche tossicologiche confermano la non tossicità della papaya. Controindicata in gravidanza ed allattamento.

 

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Moringa, pianta molto dotata e assai benefica

moringaoleifera 350 minDr. Antonio Colasanti - La "Moringa oleifera" è conosciuta come "albero della vita".  E' una pianta equatoriale, contiene piu vitamine e minerali della maggior parte delle piante conosciute, Sona le vitamine  A - B - E - C - D - K. 46 antiossidanti, 36 antinfiammatori-18 aminoacidi, 9 aminoacidi essenziali e sali minerali.
Ha un punteggio Orac "oxigen radical absorbance capacity", la capacita antiossidante, di 157.660 punti, indica quanto un cibo sia sano.  E' il piu alto in assoluto. In cosmesi ha azione nutriente ed elasticizzante grazie alla presenza di acidi grassi polinsaturi, vitamine e polifenoli. Stimola la produzione di collagene ed elastina migliorando la salute della pelle.

La moringa si pone al primo posto tra i super food aumentando il benessere generale. La presenza di omega 3- 6 -9 previene infiammazioni ed accumoli di metalli pesanti-, riesce a modulare il sistema immunitario grazie all'azione epigenetica aumentando la protezione di fegato e dei reni. della pianta si usa tutto. legno, foglie, semi e radici.

In commercio troviamo capsule, estratto fluido, tisana.

Una tisana da fare in casa
 - moringa foglie gr 50
- zenzero radice gr 10
- rodiola radice gr 20
- menta gr 20
1 cucchiaio in 1 litro acqua bollire 5 minuti bere durante la giornata; tisana energetica, antiossidante, adattogena contro la fatica.

Thè Mu

ThèMu alle16erbe minDr. Antonio Colasanti - Si chiama "thè mu", in realta si tratta di una miscela di ben 9 ed il alcuni casi di 16 diverse radici, dal ginseng alla cannella e racchiude in se tutta la sapienza della tradizione erboristica orientale.
E' indicato per chi soffre di problemi polmonari e bronchiali, per chi fa sport, per le donne in gravidanza e per chi soffre di stanchezza cronica.
Trattandosi di bevanda eccitante è bene consumarla durante il giorno evitando l'assunzione nelle ore serali.

Si prepara mettendo le radici in acqua fredda e facendo bollire per venti minuti. In genere ogni bustina si consuma in due volte con solo mezzo litro di acqua.
Una volta preparato si conserva in frigo e si scalda prima dell'uso.

 

 

Per conoscere:

 

Ballota nigra* o Marrubio nero, chiamata anche ballota foetida nota ai più per il disgustoso odore putrefattivo che emana, pianta indicata per stati d'ansia, si utilizzano le sommità fiorite.
Proprietà: antispastico e requilibratore del sistema nervoso
Indicazioni: tonico nervino, stati d'ansia, problemi della menopausa, insonnia, spasmi digestivi, pertosse.
Infuso 30 grammi litro far bolire per 10 minuti, bere 2-3 tazze al giorno
Tintura madre 10-15 gocce in poca acqua tre volte al di.

*È una pianta da giardino che ha proprietà medicinali, agisce come un sedativo. La pianta è un antiemetico: è efficace contro la nausea e il vomito soprattutto quando dipendono dal sistema nervoso, come nel caso della cinetosi o della nausea mattutina, ma anche in caso di dispepsia. Questa pianta è anche un espettorante, vermifugo, un normalizzatore mestruale e un rimedio per la gotta e l'artrite. Inoltre è un astringente per la pelle. La pianta, raccolta durante la fioritura, viene utilizzata in seguito ad essiccazione. Dalle piante fresche può essere ricavato uno sciroppo.

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Storia dell'obesità

corpo obesità 350 mindi Antonio Colasanti - "Obesità", il termine fu coniato dai nostri antenati latini. "Ob" significa: per, a causa di, "edere" significa mangiare.
Obesità è quindi lo stato anormale cui si arriva mangiando troppo. La sostanza del problema che la causa non è cambiata molto nei secoli.
L'obeso è colui che mangia troppo, basterà ridurre la razione di cibo e l'obeso tornerà normale.

Attenzione che un brusco taglio dei viveri non sempre raggiunge lo scopo ed alle volte lo raggiunge provocando conseguenze collaterali ancora piu gravi dell'obesità. Per aiutare a stabilire una misura si considera il sovrappeso quando si supera del 15% il peso normale. Il problema si trascina da migliaia di anni. Ippocrate di Coo o Cos, o Kos 500 prima di Cristo, padre della medicina denunciava l'obesità, "che abbrevia la vita".

Gli spartani consideravano l'obeso un carico negativo per la comunità, che non doveva mantenere chi non potesse rendere al meglio come soldato o lavoratore. La cura degli spartani era spietata, venivano eliminati gli esseri incapaci. Lo stato di salute veniva controllato dagli efori per tutti. Anche nel mondo romano l'obesità era un pericolo, infatti la "obesitas ventris" veniva giudicata negativamente.

Dante Alichieri assegnerà un posto particolare, terzo cerchio infernale, a coloro che hanno peccato di gola. Nel rinascimento il grasso viene beffato quasi per castigo. Leopardi nello "Zibaldone" scrive di essere convinto che in uno uomo obeso non si trova grande talento. Dionisio, il grande tiranno di Siracusa, è un' implacabile forza della natura fino a quando non inizia ad ingrassare. La galleria degli obesi storici è interminabile-
Filosofi: Socrate, Platone
Poeti: Orazio
Santi: S. Tommaso
Papi: Leone 10°, Giovanni 23°
Scienziati: Paracelso
Musicisti: Haendel, Bach, Rossini
Politici: Bismarck, Cavour, Churchill
Tutte immagini serene.
Il conto delle calorie è semplice. non dobbiamo consumare piu di quello che consumiamo, altrimenti mettiamo peso.

Ricordiamo che l'uomo è onnivoro, quindi dobbiamo mangiare tutto con moderazione.

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Curare il proprio aspetto fisico

Ragazza 350 minIl seno.

Il seno destinato nella donna alla secrezione lattea è un attributo assai importante dell'estetica femminile. Un bel seno infatti valorizza la figura ed è universalmente ammirato.

Cure rassodanti

Achillea: in 400 grammi di acqua bollente infondere 30 grammi delle foglie,raffreddare 10 minuti bere 2 bicchierini al giorno e fare anche compresse sulla parte con l infuso freddo.

Finocchio: 200 grammi di acqua bollente portare in infusione 50 grammi di semi-lasciare raffreddare. Bere un bicchiere al mattino e applicare compresse fredde;

Galega: estratto secco in polvere, 1 cucchiaino mattino e sera nel latte miele o yogurt. Per uso locale impastare il decotto 50 grammi con argilla verde, fare applicazioni di mezz'ora una volta al di;

Sedano: in 100 grammi di alcool puro macerare per 3 giorni 40 grammi di foglie. Si usa per fare frizioni.
Attenzione: le compresse, le frizioni e le applicazioni devono sempre essere fatte a freddo.

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Saper invecchiare apprezzandosi

saperinvecchiare 400 minDr. Antonio Colasanti - Senilità. La senilita non è il sepolcro dei vivi, come la defini Lutero, invece sta avviandosi ad essere un ciclo della vita da vivere pienamente (giovent§ biologica, si può dire?).
Gli anni non dovrebbero avere piu alcun peso, anche se sappiamo che sostanze mutagene e mutazioni del DNA, compresi i tumori e radicali liberi senilizzanti aumentano con gli anni. Per esempio il "Locus ceruleus", centro del sogno, nel giovane ha 18.000 cellule nervose mentre nell anziano scendono a 12.000.

Consideriamo che gli ottantacinquenni sono aumentati di due volte e mezzo negli ultimi 30 anni- costoro passano in media 12 giorni di l anno in ospedale, quelli di 65, 5 giorni sotto i 55, 2 giorni: come dire che la senilità e un cumulo di malattie.
Le persone nate dal 1980 in poi hanno una forte probabilita di raggiungere i 100 anni. Forse un giorno la morte perderà il suo dolore e la tomba le sue vittime.

Lo specchio rappresenta una valida arma contro i malanni, la senilita, l'incupire dello spirito. Sapersi guardare allo specchio è compito non facile, richiede intelriconoscersi.
Il malato di schizofrenia non è in grado di ricomporre la sua immaggine- il disconoscersi è legato ad un tempo passato davanti allo specchio troppo lungo.
Questo permanere a lungo denota tendenza a squilibri interni, il desiderio di vedersi diversi da quello che si è rappresenta l'inconscio desiderio di recuperare l'età giovanile.

Il riconoscersi richiede intelligenza. Oggi la nostra previsione di vita è di 120 anni come predicano molti studiosi, ma sta a noi non accorciare questa esistenza-
Alimentazione, attivita fisica, benessere mentale sono i parametri cui bisogna fare attenzione per una vita lunga e con pochi malanni.

Equivoci e pretese

malato a letto si cura da sé.jpg 350 minDr. Antonio Colasanti - Anche la fiducia nella medicina scientifica puo essere di carattere improprio. Si va dalla fede cieca nel singolo medico, per la serie "dottore faccia lei, operi pure se vuole" agli scettici che collezionano pareri come se diagnosi e cure giuste potessero risultare da una media aritmetica. C'è chi suggerisce al medico la cura adatta, chi ne discute la durata magari con un ribasso delle dosi quasi comprasse un tappeto in tunisia. Molti si curano da se, comprano medicinali senza ricetta, si ordinano analisi cliniche e fisioterapie. La medicina si presta alla divulgazione ed i mezzi informativi, vedi internet, sono generosi di informazioni sanitarie, sicuri di interessare il publico. Tutti siamo potenziali malati.

Ed è per questo che siamo tutti potenzialmente medici. Così leggendo ed ascoltando qua e la si acquista la sensazione di potersi curare da soli. Ebbene, poche conoscenze sono meglio dell'ignoranza totale, ma la loro incompletezza confonde le idee. Un malato puo discutere con il suo medico la cura per avere un idea corretta di come stanno le cose. Occorre un comune terreno d intesa.

Un errore da non commettere è che la medicina sia geometria per cui c'è una soluzione ad ogni patologia invece questa scienza è condizionata da infinite varianti. Il medico deve valutare i pro ed i contro, valutare i costi-benefici: se avte 50 anni con l'ernia inguinale ed una amante di 25 anni l'operazione è indicata, ma se siete ottantenni non conviene affrontare i rischi dell'intervento e tirare avanti. il segreto dei giapponesi "the verde e soia e campi cent anni"? Magari!!

I fattori ereditari sono una complicazione. Non esistono le malattie, ma il malato. Siccome il patrimonio genetico varia nelle persone: pazienti diversi reagiscono in modi diversi.

La medicina è dunque una scienza, ma una scienza a parte, per orientarsi in essa occorre comprendere il linguaggio del contesto, ma a volte non si riconosce questo linguaggio, in altri casi non lo si capisce anche se si molto studiato.


Un "qui pro quo" in medicina puo costare caro. Molto caro

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Sottoscrivi questo feed RSS
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici