fbpx
Menu
A+ A A-
Luigi Carlini

Luigi Carlini

Disoccupati: «Garantire liquidità per il sostegno al reddito 2021»

Richiesta al Ministero del Lavoro e all’Inps la garanzia per copertura economica ed erogazione dei mesi mancanti in modo di agganciare il sostegno al reddito 2021

vertenza frusinate definitivoLuigi Carlini - Vertenza frusinate ha mandato il seguente messaggio a tutte le sigle sindacali CGIL CISL UIL e Ugl:
In occasione dell'incontro che si dovrebbe fare lunedì 15/06/2020 per reperire il denaro necessario a chiudere la mobilità in deroga per 12 mesi, ricordando che per la maggior parte di noi la copertura della mobilità è arrivata al 2 luglio 2020.

DEVONO trovare altro denaro per le aree di crisi complessa perché GIUSTAMENTE il governo sta dando denaro a pioggia per il covid19, ma ci sono anche i disoccupati in mobilità in deroga e le loro famiglie.

Appellandosi alle dichiarazioni dell'assessore di Berardino:
«priorità, garantire sostegno al reddito in aree di crisi complessa, ora più che mai è necessario proseguire con il sostegno al reddito per i lavoratori in mobilità nelle aree di crisi complessa Frosinone e Rieti, per questo abbiamo inviato anche una richiesta specifica al Ministero del Lavoro e all’Inps affinché sia garantita, con qualsiasi modalità la copertura economica e l'erogazione delle liquidità per i mesi mancanti e capaci di agganciare il sostegno al reddito 2021»

Al momento qualche organizzazione sindacale mi ha risposto che ancora non si hanno notizie.
Sperando in un sollecito da parte delle organizzazioni sindacali verso l'assessorato, restiamo in attesa.

 

Questa mattina 14/06/2020

Andremo avanti da soli, se il 16 non ci saranno novità positive

Lo faremo noi il Sit-in.

vertenza frusinate definitivoGiusto per ricordare: quest’anno la nostra situazione della mobilità sarebbe stata più veloce come affermato dalle istituzioni, sembrava così, perché con il covid 19 abbiamo evitato di fare le domande presso il sindacato e si è risparmiato tempo (nel 2019 il tempo utile per fare le domande al sindacato scadeva a fine Agosto).

Poi come ben sappiamo tutti, le domande presso il ministero avrebbero dovuto stazionare circa 10/12 giorni e nel frattempo Regione, ministero e INPS di Roma avrebbero incrociato i dati (come riporta la procedura di mobilità di quest'anno) per poi inviarle all'INPS territoriale.

Si è perso tanto questo tempo! Perché? Hanno incluso anche quelli che non avevano più diritto alla mobilità, perché questa leggerezza??? Nell’elenco inviato, le organizzazioni sindacali hanno dato evidenza di coloro che raggiungono i requisiti pensionistici nel corso del 2020??
Che li abbiano già raggiunti o che abbiano trovato nuova occupazione?? Quante domande senza risposta!

Per questi motivi Vertenza Frusinate Il 21 maggio 2020 inviava una richiesta a tutte le sigle sindacali CGIL CISL UIL e Ugl per organizzare un sit-in sotto la prefettura, perché almeno il Prefetto poteva fare un po di chiarezza.
il 25 maggio Vertenza Frusinate riceveva una nota da tutto il sindacato che affermava che il Sit-in non si poteva fare perché si dovevano evitare assembramenti, per cui hanno organizzato un incontro ristretto con una delegazione di Vertenza Frusinate presso la Cisl di frosinone per giovedì 28 maggio 2020.

 

Giovedì 28 maggio 2020 ore 16:00 una piccola delegazione di Vertenza frusinate si è incontrata con le sigle sindacali CGIL CISL UIL e Ugl per fare il punto della situazione.

E quale è stato il punto della situazione??

Abbiamo capito che si sta perdendo tempo prezioso per dare risposte ai disoccupati senza nessun reddito da gennaio. Se le organizzazioni sindacali non si attiveranno per fare il Sit-in sotto la piazza della prefettura come da accordi presi il 28 maggio durante la riunione con Vertenza Frusinate andremo avanti da soli, lo faremo noi il Sit-in.

Aspettiamo martedì prossimo, perché il BUR dovrebbe uscire martedì, se ancora non abbiamo notizie certe, agiremo di conseguenza.

P.S. Le determine giacciono in regione dal 3 giugno.

 

 

 

Articoli e news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui
aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Mobilità in deroga: assicurare erogazione completa di tutto il 2020

Regione sollecita il MInistero del Lavoro su richiesta di Vertenza Frusinate

vertenza frusinate definitivodi Luigi Carlini - Giovedì 28 maggio 2020 una piccola delegazione di Vertenza frusinate si è incontrata con le sigle sindacali CGIL CISL UIL e Ugl per fare il punto della situazione.

L'incontro è stato spiegato ampiamente dal giornalista di UNOeTRE.it Valentino Bettinelli a seguito di Vertenza frusinate.
Finito l'incontro ci siamo promessi di risentirci con il sindacato fra qualche settimana circa è prontamente questa mattina Vertenza scrive al sindacato per avere notizie sugli sviluppi.

Il sindacato non tutto ha risposto, (evidentemente come è stato sempre detto, i disoccupati hanno tempi diversi da "altri") mentre i disoccupati hanno bisogno di rassicurazioni da chi dovrebbe stare sempre al loro fianco, sono invece visti come disturbatori. Vorrei ricordare che noi disoccupati stiamo usufruendo del diritto alla mobilita in deroga faticosamente conquistata e nessuno ci sta regalando niente.

Comunque chi ha risposto ha detto questo:
«Questa mattina il ministero ha dato il nulla osta alla Regione e materialmente la regione comincerà a fare le determine, le quali verranno inviate all'INPS regionale e poi all'INPS territoriale». Si invitano i disoccupati nei prossimi giorni a vedere le proprie Determine sul BUR della Regione.

Purtroppo tutti questi passaggi amministrativi e burocratici li pagheranno I disoccupati perché sono senza reddito dal 2 gennaio 2020, ricordandovi sempre che entro il 15 giugno 2020 la regione, governo e parti sociali si incontreranno di nuovo per reperire il denaro necessario a chiudere la mobilità in deroga per 12 mesi.

Questa piccola nota sotto, è la risposta alla mail che Vertenza Frusinate ha mandato all'assessore il 19 maggio 2020
«necessario poter assicurare a tutti i 1175 lavoratori in mobilità la prosecuzione degli ammortizzatori sociali in deroga. Per questo abbiamo inviato anche una richiesta specifica al Ministero del Lavoro e all’Inps affinché sia garantita, con qualsiasi modalità, la copertura economica e l'erogazione delle liquidità per gli ulteriori 6 mesi del 2020 e comunque capaci di agganciare il sostegno al reddito al 2021″.»

Tutto questo è positivo sulla carta però bisogna vedere se si trasformerà in realtà.

 

 

 

Articoli e news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui
aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Dateci notizie dei nostri soldi

Agenda dei disoccupati

vertenza frusinate definitivodi Luigi Carlini - Il 21 maggio 2020 Vertenza Frusinate inviava una richiesta  a tutte le sigle sindacali CGIL CISL UIL e Ugl  per organizzare un sit-in sotto la prefettura di Frosinone per avere un incontro con il Prefetto e cercare di ottenere un sollecito verso chi di dovere al fine di sveltire questa burocrazia inaccettabile perché c'è in discussione la sopravvivenza di intere famiglie.

Vi ricordo che da gennaio i disoccupati sono senza reddito.

Oggi 25 maggio 2020 Vertenza frusinate è stata contattata dalle sigle sindacali, ci hanno riferito che è impossibile ottenere le autorizzazioni per fare un sit-in nel piazzale della prefettura a causa del divieto di assembramento. Le sigle sindacali hanno optato per un incontro ristretto  con una delegazione di Vertenza Frusinate per fare il punto della situazione nel più breve tempo possibile.

A quanto ci risulta i tempi tecnici di giacenza presso il ministero dovrebbero essere trascorsi. Abbiamo necessità di sapere come si sta procedendo.

 

 

 

Articoli e news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui
aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

L'Assessore Di Berandino risponde ai disoccupati

Mobilità in deroga

Vertenza FrusinateQuesta è la risposta alla mail che Vertenza Frusinate ha mandato all'assessore domenica 17/05/2020 ORE 20:50.
L'assessore ha risposto martedì 19 /05/2020 ore 11:32

«Gentile Sig. Carlini
sin dall’insediamento della Giunta Zingaretti, la Regione Lazio ha posto il massimo impegno e la massima attenzione per trovare soluzioni idonee a superare la grave crisi industriale che ha colpito la provincia di Frosinone ottenendo il riconoscimento di area di crisi complessa per questo territorio e proponendo due accordi di programma per favorire una reindustrializzazione capace di riportare lavoro e sviluppo nella provincia.

In questo contesto, abbiamo introdotto negli anni misure straordinarie di intervento coinvolgendo le Istituzioni territoriali e le Parti Sociali.
Insieme a loro e grazie al costante ascolto di ognuno di voi abbiamo ottenuto, da diversi anni, il finanziamento di misure di sostegno al reddito per quei lavoratori, appartenenti alle aree di crisi complessa, che da diversi anni hanno perso ogni forma di sostegno al reddito.

Abbiamo da sempre ritenuto l’importanza di sostenere tali persone con ulteriori misure di politica attiva: un percorso non semplice in un tessuto produttivo non ancora capace di riassorbire molti lavoratori che nel tempo sono fuoriusciti dal mercato del lavoro.
Impegno che non abbiamo disatteso e che non intendiamo assolutamente disattendere posto che non ci siamo mai sottratti, in questi anni, al dialogo costante relativamente a tematiche importanti e delicate come quelle dell’occupazione.
Per questa ragione, nei mesi precedenti la crisi del COVID19, avevamo avviato specifici tavoli di confronto sia con le organizzazioni sindacali che datoriali nonché con le principali amministrazioni comunali delle aree di crisi complessa al fine di costruire un nuovo percorso e tentare ancora la strada della ricollocazione nella consapevolezza che solo un impegno di tutti può determinare il successo di una siffatta iniziativa.

Conoscete gli strumenti messi in campo nella provincia di Frosinone: a partire da questo territorio, l’Assessorato al lavoro già nel 2017 mise in campo il bonus assunzionale per incoraggiare le aziende ad assumere disoccupati. Un intervento che ha visto all’inizio con quello specifico bando oltre 200 bonus attivati che corrispondono a 200 nuovi contratti di lavoro. Non è un caso che il numero dei disoccupati delle due aree di crisi complessa è leggermente diminuito. Partimmo da oltre 1600 disoccupati per arrivare ad oggi a 1175. Alcuni hanno raggiunto i requisiti pensionistici e altri hanno trovato una nuova occupazione.

C’è ancora molto da fare per trovare ad ognuno di voi una ricollocazione.
Come Assessorato abbiamo messo a disposizione di ogni disoccupato in cerca di lavoro uno specifico strumento il “contratto di ricollocazione”: si tratta di una misura di politica attiva destinata alla ricollocazione di persone disoccupate con la quale viene offerta un’assistenza intensiva e personalizzata, destinata all’accompagnamento al lavoro dipendente o autonomo. Questo strumento può essere utilizzato anche da voi ed è consultabile sul sito.»

 

 

 

Articoli e news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui
aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Precisazioni dei disoccupati all'Assessore Regionale

Agenda dei disoccupati

vertenza frusinate definitivoQuesto è il testo de l'email di Vertenza Frusinate all'assessore Claudio Di Berardino in risposta alle sue dichiarazioni.

Gentilissimo assessore al lavoro e alla formazione della regione Lazio Claudio Di Berardino, a nome di Vertenza frusinate mi permetto di fare alcune osservazioni alle sue dichiarazioni di seguito riportate.

«Priorità garantire sostegno al reddito in aree di crisi complessa”. Ora più che mai è necessario proseguire con il sostegno al reddito per i lavoratori in mobilità nelle aree di crisi industriale complessa di Frosinone e Rieti.
Gli effetti della crisi sanitaria renderanno ancora più difficile il percorso di reinserimento al lavoro (politiche attive) e siamo convinti che i 1.175 lavoratori delle aree di crisi debbano poter contare sul sistema degli ammortizzatori sociali di cui hanno goduto negli ultimi anni. Sono 15,68 i milioni di euro stanziati dal Ministero del Lavoro e dal Ministero delle Finanze per la Regione Lazio, di cui, di concerto con le associazioni sindacali e datoriali, 11,6 milioni verranno utilizzati per la mobilità in deroga e i restanti per la cassa integrazione straordinaria.

Come Regione Lazio abbiamo proceduto a inoltrare l’elenco dei beneficiari della mobilità in deroga al Ministero del Lavoro per poi procedere, previo nullaosta ministeriale, all’inoltro all’Inps per la liquidazione. Non solo: crediamo che il momento storico che stiamo vivendo renda ancora più fragili coloro che da anni sono fuoriusciti dal mercato del lavoro e che ora non possiamo lasciare senza alcuna protezione. E’, al contrario, necessario poter assicurare a tutti i lavoratori in mobilità la prosecuzione degli ammortizzatori sociali in deroga. Per questo abbiamo inviato anche una richiesta specifica al Ministero del Lavoro e all’Inps affinché sia garantita, con qualsiasi modalità, la copertura economica e l'erogazione delle liquidità per gli ulteriori 6 mesi del 2020 e comunque capaci di agganciare il sostegno al reddito al 2021».

1) Non diamo colpe al COVID19 diciamo che le politiche attive che sin dal 2016 avete tanto sbandierato, non sono mai partite, a meno che non si ha qualcuno che spinge per te, vai a lavorare e l'imprenditore assumendoti usufruisce degli sgravi fiscali;

2) Di denaro per le politiche attive ce ne sono svariati milioni di euro, ce ne sono anche per la bonifica della valle del sacco. Nella nostra area di crisi complessa la vera politica che dovrebbe proteggere il proprio territorio è assente, non ha progetti per il futuro e non si impegna minimamente;

3) Assessore mi spieghi perché, alla scadenza dell'anno in corso (legge di bilancio ormai diventata strutturale dal 2016) vengono rifinanziati gli ammortizzatori sociali e un disoccupato dell'area di crisi complessa deve aspettare tutti questi mesi prima che gli venga erogata questa miseria di mobilità, dovete cominciare da gennaio ad erogare quel denaro stanziato per poi trovare altro denaro per coprire tutto l'anno, facendo così i disoccupati avranno meno affanno;

4) A noi disoccupati ci erogano circa 500 euro mensili, vorrei sapere come fa una famiglia mono reddito a sopravvivere dignitosamente, perché si attua questa pesantissima decurtazione? Forse sarà il caso di rivedere la questione della decurtazione;

5) In 2 anni ci avete decurtato 6 mesi, almeno per la seconda finestra, vi ricordo che 6 mesi sono importanti per chi sta sulla soglia dei 60 anni perché si potrebbero agganciare a qualche strumento per ottenere la pensione.

 

Vertenza Frusnate disoccupati uniti

 

 

 

Articoli e news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui
aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Chiariamoci le idee cari disoccupati

Agenda dei disoccupati

vertenza frusinate definitivoCerchiamo di schiarirci le idee:
Precisamente le domande che tragitto fanno?

Partono dal sindacato vanno alla  Regione, la Regione invia preventivamente all’INPS i dati ricevuti al fine di riscontrare l’effettiva permanenza del diritto al proseguimento dell’indennità di mobilità, poi la Regione Lazio invia al Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali e all’Anpal, dopo l'ok del ministero, La Regione Lazio trasmette all’INPS l’elenco delle autorizzazioni concesse  poi inps territoriali, infine l'accredito.
IN PRATICA ABBIAMO SOLO EVITATO DI FARE LE DOMANDE PRESSO IL SINDACATO DI APPARTENENZA, DICIAMO CHE ABBIAMO RISPARMIATO CIRCA UN MESE.

PROCEDURA RICHIESTA MOBILITA’ IN DEROGA
(addendum all’art. 5 Accordo quadro Ammortizzatori Sociali aree di crisi complessa tra Regione Lazio e Parti Sociali del 6 aprile 2020)

1) L’organizzazione sindacale invia l’elenco dei lavoratori per il quale si richiede il trattamento di mobilità in deroga ( scaduto al 2 gennaio 2020) alla casella di posta elettronica certificata

2) Nell’elenco inviato, la O.S. darà evidenza di coloro che raggiungono i requisiti pensionistici nel corso del 2020 o che li abbiano già raggiunti o che abbiano trovato nuova occupazione e rispetto ai quali il trattamento di mobilità in deroga non sarà riconosciuto o sarà rimodulato fino al raggiungimento del requisito pensionistico.

3) Per le domande di mobilità in deroga per le quali si richiede l'accesso per la prima volta perché riferibili a lavoratori che alla data del gennaio 2017 avevano un trattamento di mobilità ordinaria in scadenza a gennaio 2020, la O. S. raccoglie la domanda da parte del lavoratore e la invia alla casella PEC di cui al punto 1).

4) La Regione Lazio raccoglie l’istanza e provvede a inserire i dati nella piattaforma modificando la durata finale del trattamento di mobilità in deroga in base alle risorse disponibili al momento dell’invio della domanda.

5) Successivamente, la Direzione regionale lavoro e formazione procede con propria determinazione all’autorizzazione delle stesse, inviando preventivamente all’INPS i dati ricevuti, al fine di riscontrare l’effettiva permanenza del diritto al proseguimento dell’indennità di mobilità.7

6) All’esito del riscontro con l’INPS, la Regione Lazio invia al Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali e all’Anpal, l’elenco nominativo e il codice fiscale dei lavoratori interessati, la durata del trattamento in prosecuzione della mobilità in deroga e il costo dello stesso nonché il piano regionale di politiche attive.

7) Previa valutazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali circa la sostenibilità finanziaria, la regione Lazio autorizza i trattamenti di mobilità in deroga nei limiti delle risorse disponibili.
La Regione Lazio trasmette all’INPS l’elenco delle autorizzazioni concesse ai fini della procedura di pagamento di competenza di quest’ultimo.
Per quando riguarda le domande per la mobilità si baseranno su quelle fatte l'anno scorso e le sigle sindacali invieranno direttamente gli elenchi degli aventi diritto alla Regione.

P. S. Con mio rammarico noto che non si è parlato più:
DEI MESI PERDUTI.
DELLA DECURTAZIONE
DELLA ZONA ZES  (zona economica speciale).
Per questi tre quesiti se nessuno gli accoglierà vedremo il da farsi.

 

 

 

 

Modulo nuovo di Autocertificazione per ottemperare alle disposizioni dell'emergenza coronavirus da SCARICARE, STAMPARE e COMPILARE

Files:
zip.png Modulo di autocertificazione
(0 voti)

Modulo di autocertificazioine. Mininterno 26 marzo 2020

Data 2020-03-11 Dimensioni del File 456.82 KB Download 78 Scarica

Articoli e news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui
aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

La "coperta" è sempre più corta

Agenda dei disoccupati

vertenza frusinate definitivoAumentano le aree di crisi complessa, molto presto si aggiungerà anche l'area di Viterbo, secondo le dichiarazioni del segretario provinciale della Cisl Fortunato Mannino. E' normale che la coperta è sempre più corta per i disoccupati, aumentano le aree di crisi ma il denaro è sempre quello.

Sarebbe ora che i politici facessero il proprio dovere visto che sono stati votati per tutelare il territorio. E' ora di iniziare a mettere in pratica le tanto decantate politiche attive perchè di denaro ce ne è tantissino, creare le condizioni per permettere ai disoccupati di tornare dignitosamente a lavorare.

PROCEDURA RICHIESTA MOBILITA’ IN DEROGA
(addendum all’art. 5 Accordo quadro Ammortizzatori Sociali aree di crisi complessa tra Regione Lazio e Parti Sociali del 6 aprile 2020)

1) L’organizzazione sindacale invia l’elenco dei lavoratori per il quale si richiede il trattamento di mobilità in deroga (scaduto al 2 gennaio 2020) alla casella di posta elettronica certificata

2) Nell’elenco inviato, la O.S. darà evidenza di coloro che raggiungono i requisiti pensionistici nel corso del 2020 o che li abbiano già raggiunti o che abbiano trovato nuova occupazione e rispetto ai quali il trattamento di mobilità in deroga non sarà riconosciuto o sarà rimodulato fino al raggiungimento del requisito pensionistico.

3) Per le domande di mobilità in deroga per le quali si richiede l'accesso per la prima volta perché riferibili a lavoratori che alla data del gennaio 2017 avevano un trattamento di mobilità ordinaria in scadenza a gennaio 2020, la O. S. raccoglie la domanda da parte del lavoratore e la invia alla casella PEC di cui al punto 1).

4) La Regione Lazio raccoglie l’istanza e provvede a inserire i dati nella piattaforma modificando la durata finale del trattamento di mobilità in deroga in base alle risorse disponibili al momento dell’invio della domanda.

5) Successivamente, la Direzione regionale lavoro e formazione procede con propria determinazione all’autorizzazione delle stesse, inviando preventivamente all’INPS i dati ricevuti, al fine di riscontrare l’effettiva permanenza del diritto al proseguimento dell’indennità di mobilità.

6) All’esito del riscontro con l’INPS, la Regione Lazio invia al Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali e all’Anpal, l’elenco nominativo e il codice fiscale dei lavoratori interessati, la durata del trattamento in prosecuzione della mobilità in deroga e il costo dello stesso nonché il piano regionale di politiche attive.

7) Previa valutazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali circa la sostenibilità finanziaria, la regione Lazio autorizza i trattamenti di mobilità in deroga nei limiti delle risorse disponibili.
La Regione Lazio trasmette all’INPS l’elenco delle autorizzazioni concesse ai fini della procedura di pagamento di competenza di quest’ultimo.

Per quando riguarda le domande per la mobilità si baseranno su quelle fatte l'anno scorso e le sigle sindacali invieranno direttamente gli elenchi degli aventi diritto alla Regione, quindi noi non dobbiamo fare nulla.

 

 

 

Modulo nuovo di Autocertificazione per ottemperare alle disposizioni dell'emergenza coronavirus da SCARICARE, STAMPARE e COMPILARE

zip.png Modulo di autocertificazione
(0 voti)

Modulo di autocertificazioine. Mininterno 26 marzo 2020

Data 2020-03-11 Dimensioni del File 456.82 KB Download 78 Scarica

Articoli e news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui
aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

 

Disoccupati. Nuovo incontro in videoconferenza

Agenda a cura di Luigi Carlini

vertenza frusinate definitivoOggi 10 aprile 2020 le parti sociali e l'assessorato al lavoro si sono incontrati in videoconferenza.
Dall'incontro è emerso che la somma a disposizione basterà a coprire all'incirca 8 mesi, nel frattempo si cercherà di recuperare la somma necessaria a coprire i 12 mesi.

Devono ancora fare la verifica delle persone che sono uscite o a breve usciranno dalla mobilità.
Per quando riguarda le domande per la mobilità si baseranno su quelle fatte l'anno scorso e le sigle sindacali invieranno direttamente gli elenchi degli aventi diritto alla Regione, quindi noi non dobbiamo fare nulla.

Per quanto riguarda i pagamenti, ancora non c'è nessun riscontro si rincontreranno la prossima settimana per verificare le modalità.

Questo accordo è esattamente come quelli degli anni precedenti e come è sempre stato detto, l'importante è fare l'accordo per 12 mesi poi........

 

Cari amici e compagni vi allego anche il parere della Ugl contenuto in una dichiarazione di Paniccia

PANICCIA (UGL): “Soddisfazione per lo snellimento dell’iter burocratico. bastera’ la lista delle organizzazioni sindacali”

Nuova riunione in videoconferenza con la Regione Lazio da parte delle organizzazioni sindacali sulla mobilità delle Aree di Crisi Complesse. Si è discusso, quest’oggi, in particolare, delle modalità di accesso all’ammortizzatore sociale: “La procedura – commenta il vice segretario dell’UGL Frosinone Angelo Paniccia – è stata snellita e di questo non possiamo che essere soddisfatti. Per la domanda basterà che le organizzazioni sindacali presentino la lista degli aventi diritto alla Regione Lazio. Dunque un metodo molto più veloce che potrebbe garantire l’erogazione delle spettanze in tempi più contenuti”.

Resta però il problema delle risorse che, ad oggi, non consentono di coprire l’intero anno: “Questo è vero – sottolinea Paniccia – ma ci stato presentato il riconteggio economico che è andato a considerare l’abbattimento delle indennità a partire dal terzo anno di mobilità. L’assegno che spetta agli ex lavoratori sarà più basso, ragione per la quale gli 11 milioni e 600 mila euro a disposizione andranno a coprire qualche mese in più ma comunque non l’intero 2020”. Resta l’incognita legata ai tempi visto che, al momento, tra Abi e Regione Lazio non c’è accordo.

 

aggiornato l'11 aprile 2020 alle ore 08,55

 

 

 

Modulo nuovo di Autocertificazione per ottemperare alle disposizioni dell'emergenza coronavirus da SCARICARE, STAMPARE e COMPILARE

zip.png Modulo di autocertificazione
(0 voti)

Modulo di autocertificazioine. Mininterno 26 marzo 2020

Data 2020-03-11 Dimensioni del File 456.82 KB Download 78 Scarica

Articoli e news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui
aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

 

Accordo quadro per mobilità in deroga

Agenda a cura di Luigi Carlini

regione lazio 350 260Le decisioni definite nell'accordo quadro del 6 aprile 2020

ART. 1 – PREMESSE.

Le premesse (leggibili nell'llegato in PDF scaricabile a fine articolo) costituiscono parte integrante e sostanziale del presente Accordo che definisce i criteri per la fruizione delle risorse di cui al decreto Interministeriale 5 del 5 marzo 2020, notificato il giorno 3 aprile 2020, volte al finanziamento dell’indennità di mobilità in deroga ex art 53 ter del decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 giugno 2017, n. 96 e al finanziamento della cassa integrazione straordinaria ex articolo 44, comma 11-bis, del decreto legislativo n. 148 del 2015.


Art. 2 – DESTINATARI DELLA MOBILITÀ IN DEROGA

Sono destinatari del presente accordo “i lavoratori che operino in un'area di crisi industriale complessa, riconosciuta ai sensi dell'articolo 27 del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 134, e che alla data del 1 gennaio 2017 risultino beneficiari di un trattamento di mobilità ordinaria o di un trattamento di mobilità in deroga”.
Ai fini del presente accordo, così come indicato dal Ministero del lavoro e delle Politiche sociali all’incontro del 14 luglio 2017 i destinatari sono i lavoratori residenti nella Regione Lazio e che operavano in società aventi unità produttive ubicate nell’area di crisi industriale complessa del SLL di Frosinone o di Rieti.

ART. 3 - DURATA DEL TRATTAMENTO DI MOBILITÀ IN DEROGA

Il trattamento di mobilità in deroga può avere una durata massima di 12 mesi e può essere riconosciuto ai destinatari di cui all’art. 2, senza soluzione di continuità, rispetto al precedente trattamento di mobilità ordinaria in scadenza nel 2020 e comunque entro 31.12. 2020 o in deroga con scadenza 2 gennaio 2020. La durata del trattamento non può eccedere i 12 mesi ma sarà comunque contenuta nel limite delle risorse riconosciute alla regione Lazio.

ART. 4 - TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE ISTANZE DI MOBILITÀ IN DEROGA.

Le istanze di mobilità in deroga possono essere presentate successivamente alla definizione della procedura di cui all’art. 5.


ART. 5- PROCEDURA PER RICHIEDERE IL TRATTAMENTO DI MOBILITÀ IN
DEROGA

Le Parti concordano di definire le procedure per richiedere il trattamento di mobilità in deroga previo successivo incontro da tenersi entro venerdì 10 aprile p.v.

ART. 6 - TRATTAMENTO DI MOBILITÀ IN DEROGA CONDIZIONATO ALL’ATTIVAZIONE DI UNA POLITICA ATTIVA.

Il trattamento di mobilità in deroga è condizionato all’attivazione di un percorso di politica attiva finalizzato al reinserimento occupazionale pena la decadenza dal beneficio di integrazione salariale.
Il lavoratore al quale è riconosciuto il diritto al trattamento di mobilità in deroga ex art. 53 ter L. 96/17, previa chiamata da parte del CPI, che potrà avvalersi anche dell’ assistenza di Anpal Servizi, si rende disponibile per la presa in carico e per ricevere l’informazione circa le misura di politica attiva attivabili.
Nel corso del colloquio di orientamento individuale, verrà effettua l’analisi del profilo professionale del lavoratore e sottoscritto il Patto di Servizio Personalizzato. Il beneficiario del trattamento di mobilità in deroga a norma dell’art. 53 ter L. 96/17 è tenuto ad attenersi ai comportamenti previsti nel patto di servizio personalizzato ex art. 20 d.lgs.150/15 e soggiace agli obblighi e alle sanzioni di cui all’art. 21 d.lgs. 150/15.
A seconda del grado di occupabilità e dell’età anagrafica del beneficiario del trattamento di mobilità in deroga, l’utente verrà inserito in una delle misure di politica attiva disponibili.

Si rileva che in merito alle politiche attive del lavoro, le Parti – compatibilmente con l’emergenza Covid 19- convengono di dedicare una riunione sul punto, dando seguito al confronto già avviato nei mesi precedenti e avente ad oggetto le politiche attive del lavoro nelle aree di crisi complessa.

Durata delle misure di politica attiva.
La durata delle misure di politica attiva è di massimo 6 mesi e non può superare il periodo di fruizione del periodo di mobilità in deroga riconosciuto al destinatario.

ART. 7- RISORSE DISPONIBILI

Al fine di finanziare gli interventi di cui al presente accordo, le Parti convengono che le risorse residue del Decreto Interministeriale del 5 marzo 2020, n. 5 sono così ripartite:
- 11.682.444,45 milioni alla mobilità in deroga;
- 4 milioni alla CIGS per aree di crisi complessa.
Le Parti convengono la possibilità di ridistribuire le risorse per i suddetti trattamenti qualora dovessero registrarsi fabbisogni diversi e ulteriori rispetto alle quote di riserva previa informativa alle Parti Sociali.

ART. 8 - NORME FINALI

Le parti si impegnano a monitorare periodicamente l’andamento operativo e finanziario dell’intervento e ad assumere eventuali ulteriori determinazioni qualora intervengano nuove precisazioni dal Ministero del Lavoro.



REGIONE LAZIO

• CGIL Roma e Lazio
• CISL Lazio
• UIL Lazio
• UGL Lazio
• Unindustria Unione degli Industriali e delle Imprese di Roma, Frosinone, Rieti, Latina e Viterbo
• Federlazio
• Lega coop Lazio
• Confcooperative Lazio
• AGCI Lazio
• Confcommercio Lazio
• Confesercenti Lazio
• Confartigianato Imprese Lazio
• Casartigiani Lazio
• Coldiretti
• Confprofessioni Lazio
• CNA Lazio
• Confetra Lazio
• Federalberghi
• Cisal Lazio
• Confapi Lazio
• CDO
• ABI

Roma, 6 aprile 2020

 

Testo integrale dell'accordo quadro

zip.png Accordo quadro mobilità in deroga del 6.04.2020
(0 voti)

Accordo quadro mobilità in deroga definito il 6 aprile 2020 fra Regione Lazio e parti sociali

Data 2020-04-08 Dimensioni del File 42.26 KB Download 13 Scarica

 

 

 

 

Modulo nuovo di Autocertificazione per ottemperare alle disposizioni dell'emergenza coronavirus da SCARICARE, STAMPARE e COMPILARE

zip.png Modulo di autocertificazione
(0 voti)

Modulo di autocertificazioine. Mininterno 26 marzo 2020

Data 2020-03-11 Dimensioni del File 456.82 KB Download 78 Scarica

Articoli e news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui
aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Sottoscrivi questo feed RSS
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici