fbpx
Menu
A+ A A-

SPI-Cgil: “Il Comune di Frosinone ignora anziani e disabili”

  • Scritto da  Beatrice Moretti

Nel Capoluogo servizi sociali addio

spi cgil 350 260Il Comune di Frosinone pensa bene di tacere mentre viene lanciato l’allarme sugli effetti dei tagli in bilancio dei fondi destinati ai servizi sociali: evidentemente non ha alcuna considerazione per quei cittadini e quelle famiglie a cui vengono negati l’assistenza e il sostegno di cui hanno purtroppo estremo bisogno.

L’Amministrazione Comunale di Frosinone ha proceduto ad operare tagli che hanno colpito duramente i servizi sociali. Si tratta di un vero e proprio accanimento verso le fasce più deboli della popolazione, in un contesto congiunturale particolarmente complesso e delicato in cui, se a prevalere fosse stata l’assunzione di piena responsabilità finalizzata ad una buona amministrazione, al contrario si sarebbe compresa e recepita l’importanza di rispondere ai crescenti bisogni di servizi alla persona, soprattutto quando ci sono di mezzo anziani e disabili.

“Ci saremmo aspettati scelte politiche in questo settore che mettessero al centro i cittadini più fragili e bisognosi di assistenza a domicilio. Il Comune di Frosinone, Capoluogo provinciale e capofila del Distretto sociale B, invece, ha intrapreso la strada di un consistente ridimensionamento dei servizi sociali garantiti ai suoi cittadini, facendo abbattere la mannaia di questi tagli in particolar modo sull’assistenza domiciliare, che attualmente è garantita a 95 utenti, a fronte dei 123 assistiti prima dei tagli contestati” dichiara il Segretario Generale SPI CGIL Frosinone Latina, Beatrice Moretti.

Lo SPI CGIL di Frosinone Latina denuncia la gravità di tale decisione dell’Amministrazione Ottaviani, che in sostanza ha portato il SAD, Servizio di Assistenza Domiciliare, da 2900 ore di assistenza erogate mensilmente a poco più di 1700 ore al mese! Si tratta di un attacco ai servizi sociali che viene da lontano, considerato il precedente colpo inferto a maggio scorso con una delibera di giunta comunale che aveva già decurtato circa 300 ore di assistenza domiciliare al mese, sospendendo di punto in bianco un servizio così importante ad utenti, taluni anche in condizioni di gravità, che si sono ritrovati abbandonati a sé stessi, pur avendo chiesto in alcuni casi di farsi carico del costo al fine di non vedersi negare la continuità dell’assistenza. Richieste rispetto alle quali il Comune di Frosinone si è dimostrato completamente sordo, dando così il “benservito” ai poveri malcapitati utenti estromessi dall’assistenza con lettere datate 30 giugno 2020, che comunicavano la sospensione del servizio dal 1luglio, ossia dal giorno dopo!!!

Il Comune si sottrae a qualunque confronto con le OO.SS., idem l’Ufficio di Piano del Distretto Sociale, a cui sono state inviate richieste di incontro completamente ignorate, dimostrando scorrettezza nelle relazioni sindacali e arroganza politica. Una situazione che a questo punto è diventata insostenibile e che vede la Categoria dei Pensionati della CGIL intenzionata a non permettere che quanto denunciato produca danni irreparabili per la fascia di popolazione che rappresenta e di cui intende far sentire forte la propria voce.

Il Segretario Generale
Beatrice Moretti

Frosinone, 26 agosto 2020

 

 

 

Articoli e news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui
aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Pubblicato in Spi-Cgil
Torna in alto

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici