fbpx
Menu
A+ A A-

FIM Cisl: Rappresentanti RSA di Cassino incontrano AD di Stellantis

Sindacati. FIM Cisl

Stellantis*: gruppo automobilistico italo-franco-statunitense nato da Gruppo FCA e Gruppo PSA

Un grande apprezzamento,Fim-Cisl100 FIM Cisl, per la disponibilità del Ceo al confronto con i rappresentanti RSA di Cassino. Ora investimenti mirati per traguardare nuovi modelli premium.

La visita del Ceo di Stellantis*, Carlos Tavares** presso lo stabilimento di Cassino, rappresenta un segnale importante e cruciale che dà speranze all’intera provincia.
Un aspetto sicuramente importante è stata la disponibilità che il Ceo, in un incontro di oltre 45 minuti, ha dimostrato nei confronti delle RSA di Stabilimento, le quali hanno avuto l’opportunità di approfondire aspetti pratici e prospettive del sito ciociaro nel futuro del gruppo Stellantis.
Il Coordinatore RSA della FIM CISL Antonio Pecchia, riassume in questo modo i contenuti dell’incontro, «Il Ceo ha apprezzato moltissimo il sito di Cassino, definendo bello e funzionante, soprattutto in relazione alle performance che lo stesso ha garantito nel tempo. Ma gli investimenti fatti sul sito non hanno realizzato pienamente le aspettative che si intendevano realizzare. Occorrerà un’azione mirata alla riduzione dei costi superflui e parallelamente incrementare l’incentivazione verso i concessionari al fine di pubblicizzare e successivamente vendere maggiori autovetture a marchio Alfa Romeo, marchio che il gruppo Atlantis intende rilanciare nel mercato internazionale.»

Ma vi sono delle criticità che vanno affrontate, «Il gruppo Stellantis stà studiando una nuova piattaforma più vantaggiosa in termini di costi e maggiormente funzionale al segmento che, una volta ultimata, potrà rappresentare un’opportunità importante e magari permettere, sempre nei limiti degli investimenti previsti, di portare a Cassino una nuova vettura PREMIUM oltre al Grecale.» Ferdinando Uliano, Segretario Nazionale della FIM CISL con delega al settore automotive consolida le aspettative che il Sindacato ha su Cassino, «La visita di oggi di Tavares al plant di Cassino, ci carica di speranza che il futuro piano industriale di Stellantis porterà sicuramente ulteriori investimenti per rafforzare la produzione premium del gruppo.»
«Cassino è uno stabilimento di eccellenza, che ha ricevuto forti investimenti da parte di Fca. L’investimento per Giulia e Stelvio ha superato il miliardo e mezzo di euro e nel 2021 partirà anche la produzione del nuovo suv Maserati Grecale, anche in versione anche elettrica. Oggi lo stabilimento viaggia a una capacità produttiva tra il 15-20%, c’è un forte uso degli ammortizzatori sociali. La produzione è in calo dal 2017 e gli occupati sono scesi di circa 900 dipendenti, attestandosi a 3.433 autovetture. È indispensabile nel futuro piano industriale prevedere altri modelli premium che, affiancandosi alle due Alfa Romeo e alla Maserati Grecale, siano in grado di sfruttare tutta la capacità e la potenzialità produttiva dello stabilimento ciociaro che al suo interno ha notevoli capacità professionali tra i lavoratori.»

La Fim Cisl insieme ai lavoratori che rappresenta è pronta ad affrontare le sfide e i cambiamenti necessari per mettere in sicurezza stabilimenti e produzioni, dando nuove opportunità di sviluppo e occupazione ai territori del nostro Paese, come confermato da Mirko Marsella Segretario Provinciale della FIM CISL di Frosinone con delega al settore, «I lavoratori sono pronti con la loro responsabilità, conoscenze e know how ad affrontare questa sfida, dopo tanti anni di sacrifici, dovuti a crisi nazionali ed internazionali, che hanno ridimensionato le vendite , di conseguenza aumentato le giornate di cigo con un forte ridimensionamento del salario e della forza lavoro all’ interno del plant. La Fim con il proprio gruppo dirigente, come sempre, è pronta al confronto e alla contrattazione per far riacquistare quella competitività che serve a garantire la piena occupazione nello stabilimento. Auspichiamo che nel piano industriale alle parole si susseguono i fatti, ci aspettiamo investimenti che consentono di saturare gli impianti con la collocazione di nuovi modelli.»

Oggi il gruppo Stellantis ha solo Cassino che produce nel segmento premium, un’opportunità che deve essere colta e sfruttata al fine di incrementare la capacità produttiva del plant ciociaro e attrarre i necessari investimenti necessari allo sviluppo di nuovi prodotti.
Ma questa opportunità deve realizzarsi attraverso il lavoro congiunto dell’intero sistema provincia, parti sociali, datoriali e soprattutto la Politica avranno la responsabilità di traguardare questo obiettivo e realizzare le condizioni e gli strumenti, oggi inesistenti, finalizzati ad attrarre gli interessi di Stellantis.
Il Segretario Generale della FIM-CISL di Frosinone rivolge l’ennesimo appello alle istituzioni «Mai come in questo momento è necessario che i principali attori della politica della provincia di Frosinone, le associazioni datoriali unitamente alle parti sociali costituiscano un “vero” tavolo sull’automotive, dando continuità agli impegni e finalizzando il lavoro, già in parte discusso, del tavolo di settore istituito dal Presidente Buschini ad oggi inspiegabilmente fermo!»

Occorre mettere a fattor comune le singole competenze e le singole specificità per cercare di cogliere un’opportunità epocale che potrebbe realmente rappresentare il volano per far ripartire e rilanciare un’intera provincia.
«Voglio nuovamente ribadire la necessità che il tavolo Regione Lazio / MiSE torni al più presto ad essere operativo al fine di reperire e strutturare risorse mirate, anche se necessario di di natura straordinaria, finalizzate a realizzare e sostenere il necessario processo di evoluzione delle motorizzazioni ibride e degli asset collegati alla eco sostenibilità, sia per il gruppo Stellantis sia per le aziende dell’indotto che saranno obbligate, nel necessario processo di trasformazione industriale, a tenere il passo con gli altri distretti nazionali e transnazionali.»

E proprio sulla necessità di trasformazione dell’indotto la FIM CISL di Frosinone ha da tempo presentato una proposta concreta per gestire la necessaria transizione tecnologica, utilizzando in maniera diversa quello che oggi è solo uno strumento di contenimento passivo, «Dall’analisi che abbiamo condotto in questi anni sull’andamento degli ammortizzatori sociali di natura passiva, confermataci da quanto ha evidenziato la C.I.G.O. Covid (ordinaria ed in deroga), ha evidenziato in maniera estremamente chiara limiti e criticità di un sistema di “welfare” ormai obsoleto che non rispondente alle nuove necessità che derivano dalle evoluzione dei modelli organizzativi e non tengono il passo con i necessari avanzamenti tecnologici per tutti i campi aperti con l’avvento dell’automazione spinta di Industry 4.0 Bisogna ripensare gli ammortizzatori sociali passivi trasformandoli in politiche attive per il lavoro in modo da poterli far diventare un’opportunità, per i Lavoratori e per le Aziende, e non una criticità. In modo specifico occorre integrare la cassa integrazione con politiche formative specifiche al fine di qualificare e/o riqualificare i lavoratori coinvolti attraverso l’obbligo, per il personale oggetto della cassa, di specifici percorsi formativi inerenti le nuove competenze derivanti dall’evoluzione tecnologica.»

Le cose da fare sono molte in un tempo limitato, non possiamo premetterci esitazioni o ulteriori perdite di tempo.
La FIM CISL è pronta a mettere in campo ogni azione necessaria a fare in modo che questa opportunità non vada persa per l’inerzia di chi è oggi più mai soggetto preposto a realizzarla.

Frosinone, 22/01/2020
*Stellantis NV è un gruppo automobilistico italo-franco-statunitense nato dalla fusione societaria tra pari del Gruppo FCA e del Gruppo PSA approvata e deliberata dagli azionisti dei due gruppi. Il gruppo automobilistico è una società per azioni di diritto olandese (in olandese: naamloze vennootschap abbrev.
**Amministratore delegato di Stellantis.
Torna in alto

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici