fbpx
Menu
A+ A A-

I perchè del NO a Steve Bannon

Certosa di Trisulti 390 260 minIl perchè dei NO a Steve Bannon in una conversazione di Valentino Bettinelli e Maria Giulia Cretaro con Anna Rosa Frate. (Si allegano a questo testo due documenti in pdf: l'istanza di autotela inviata al Ministerto dei Beni Culturali e relazione di accompagno).
Riflettori ancora accesi sulla vicenda che riguarda la concessione per la gestione e la tutela della Certosa di Trisulti. Dopo la marcia di sabato 16 marzo, all’orizzonte margine di manovra per le azioni concrete. Prevista una richiesta di revoca in autotutela della concessione; la petizione, per la quale le firme sono state raccolte già dal giorno della marcia, sarà inoltrata all’autorità concedente, il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali. A sottoscriverla tutti i firmirati, loro saranno i promotori attivi presso Il Dicastero.

Il bando, come già chiarito nei precedenti interventi, è stato vinto dalla DHI di Steve Bannon e Benjamin Harnwell, presenta delle incongruenze con l’effettiva attuazione dei progetti, e numerose zone d’ombra.
Per cercare di chiarire alcuni aspetti abbiamo deciso di ascoltare le parole di Anna Rosa Frate (Possibile Altiero Spinelli-Frosinone), tra i portavoce della Rete delle Comunità Solidali, gruppo che attivamente si sta occupando della questione Trisulti.

“Tra i problemi di maggiore importanza, l’assenza di personalità giuridica della DHI, discriminante che non avrebbe dovuto consentire alla fondazione americana di aggiudicarsi la concessione”. Continua dicendo che “oltre alla mancanza di personalità giuridica, la DHI non sta rispettando gli oneri imposti dal bando, come la manutenzione dei locali della Certosa. La fondazione di Bannon non risulta, inoltre, in regola con ulteriori prerequisiti fondamentali per ottenere concessioni di questo genere: manca la documentata esperienza quinquennale nella tutela e valorizzazione del patrimonio culturale”.

Elemento importante per cercare di dirimere le aree grigie del bando, la vicenda relativa al reale proprietario del sito di Trisulti. La Certosa, infatti, rientra nel novero degli oltre 800 siti patrimonio del FEC (Fondo degli Edifici di Culto), il cui legale rappresentante è il Ministero degli Interni. Non è chiara la dinamica che ha portato all’assegnazione di uno di questi siti, nel giugno 2017, senza che il FEC venisse interpellato.

Questo buco amministrativo entra in gioco anche se si parla del procedimento effettivo di assegnazione. A tal proposito la Frate ribatte facendo notare come “sia illogico che un vincitore di bando entri immediatamente nel bene pubblico affidatogli, senza che venga effettuato un inventario del patrimonio e senza che venga richiesta la stipula di una polizza fideiussoria a garanzia del sito”. Da ricordare che all’interno della Certosa di Trisulti è presente una biblioteca, considerata monumento nazionale, oltre alle tantissime opere e agli altrettanti oggetti di valore.

Ad oggi la manutenzione non è ancora iniziata perché, per stessa ammissione di Harnwell, bisogna aspettare che venga effettuato l’inventario del sito. Per la stessa ragione, non viene nemmeno pagato il canone annuo di concessione (100.000€ una miseria?), in quanto, sempre secondo il braccio destro di Bannon, i costi di manutenzione non sono ancora quantificabili.
Anna Rosa Frate intende, inoltre, ricordare come “l’impegno della Rete delle Comunità Solidali non abbia alcuna connotazione politica. Ci impegniamo per la salvaguardia di un sito d’interesse culturale e spirituale, che nei piani della DHI sarà ridotto ad una scuola politica sovranista, incardinata nelle tradizioni più estremiste e conservatrici della dottrina giudaico-cristiana”.

Proprio la politica risulta essere tra le grandi latitanti. Comune di Collepardo, Provincia di Frosinone e Regione Lazio sembrano vivere la vicenda con distacco, relegandola a problema di marginale importanza. La Frate ci ricorda come il 28 marzo scadranno i termini per un ricorso al TAR; istanza che può essere presentata solo da un soggetto legittimato. Ma come detto, le tre istituzioni sopra citate non sembrano volersi intestare l'azione.
Mentre langue la presa di posizione degli amministratori, proprio in questi giorni sono arrivate le dichiarazioni del Vescovo Mons. Loppa. Come sottolineato da Anna Rosa Frate “Il discorso del Vescovo accende anche l'attenzione religiosa sulla situazione. Fino ad ora l'esposizione della Chiesa è stata tiepida anche sottovalutando le conseguenze per il monastero. Tuttavia le parole di Mons. Loppa riportano l'insoddisfazione per la gestione della Certosa anche da parte delle autorità ecclesiastiche, vista la perdita della centralità spirituale che la stessa ha subito. Quello che il Vescovo non manca di ricordare è il destino del Santuario di Santa Maria delle Cese, adiacente il sito. Una delle tante domande che in queste vicenda non sono ancora state poste e a cui sarà necessario garantire risposte”

Comunità Solidali, nel tentativo di far convergere menti ed ideologie differenti, punta a restituire alla popolazione il luogo di culto ed arte, anche e soprattutto con il contributo e la sottoscrizione dell'istanza per l'autotutela da parte dei cittadini tutti.

 

da scaricare stampare e diffondere: Istanza di Autotutela  e Relazione allegata all'istanza di autotela

Files:
Autotutela_Certosa_Trisulti
(0 voti)

Istanza di AutoTutela per la Certosa di Trisulti

Data 2019-03-19 Dimensioni del File 126.25 KB Download 11 Scarica
Relazione per AutoTutela Certosa di Trisulti
(0 voti)

Relazione di AutoTutela per Certosa di Trisulti

Data 2019-03-19 Dimensioni del File 1.25 MB Download 9 Scarica

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici