Menu
A+ A A-

Mariella e Olimpia, donne da ricordare

Mariella e Olimpia 350 260 mindi Nadeia De Gasperis - Non conoscevo la famiglia di Olimpia prima di avere intervistato sua madre Mariella*, probabilmente non avrei conosciuto la loro storia se non fosse stato un drammatico episodio di cronaca a destare la mia attenzione. Olimpia è stata aggredita da alcuni suoi concittadini perché non voleva vivere nel corpo che la natura per distrazione le aveva assegnato. Ho seguito il loro calvario fino a sentirli amici, famiglia, quella grande famiglia dove in ogni momento è possibile essere riconosciuti e riconoscersi.

Olimpia ha continuato tenace e determinata la sua battaglia, è stata la prima ragazza, minore, a ottenere una rettifica dei dati anagrafici, senza previo intervento di riattribuzione chirurgica del sesso. Una sentenza storica (la seconda in Italia, la prima risale al 2015), sofferta, agognata, mai potrò dimenticare la forza delle parole di una madre in “attesa” di concepire la libertà di sua figlia. Ma oggi il mondo delle donne si impreziosisce di un individuo nuovo, Olimpia in questo mondo avrà diritto a “una stanza tutta per sé”, ha fatto un lungo viaggio, fuor di metafora, per conquistarsi il suo diritto alla felicità.

Sicura di poter parlare a nome di tutto il giornale UNOeTRE.it, farò ogni cosa sia in mio potere per garantirle quel diritto. Lo faremo denunciando ogni tentativo di ledere il suo sacrosanto diritto alla felicità e facendoci portavoce di ogni ingiustizia. Remando contro quei giornalacci che hanno avuto l’ardire di indicare, di giudicare, remando contro un governo che ai suoi primi vagiti effonde rigurgiti fascisti. Perché quello che possiamo imparare da questa famiglia è che si può essere figli e genitori di ogni ragazzo porti la nostra stessa passione di vivere, una donna o un uomo che abbiano attraversato il mare nero per chiamare la nostra terra “Speranza”, una donna o un uomo che abbiano attraversato i confini dell’ostilità per guadagnarsi il loro posto nel mondo, un mondo ostile e respingente in cui sarà più facile però ri-conoscersi umani. Da oggi abbiamo tutti una responsabilità in più, quella di difendere le ali di questa splendida farfalla di nome Olimpia.
Buona (nuova) vita Olimpia!

 

*Mariella Fanfarillo, la mamma di Olimpia. Madre coraggio per UNOeTRE.it

Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici