Menu
A+ A A-
Promozioni Google AdSense

A Palazzo Englefield di Roma il libro «Le Marocchinate»

  • Scritto da  Stefania Catallo

"Le Marocchinate"lemarocchinate 460 min: a Palazzo Englefield di Roma si presenta il libro e il trailer dello spettacolo teatrale. Venerdì 26 Gennaio ore 17.
“Erano 20 mila, ma quasi nessuno se ne ricorda più. Festeggiavano i liberatori e la fine del nazifascismo, e al loro posto incontrarono i demoni.
Quelle che ho avuto l'onore di intervistare, oggi sono quasi tutte morte. Hanno pagato il prezzo più doloroso e infame della guerra, ma mai ho udito parole di odio razziale uscire dalla loro bocca; tutte hanno sempre puntato il dito contro la noncuranza dello Stato e il suo finto moralismo.
Le ho ascoltate nelle cucine odorose di origano, ho mangiato alla loro tavola, mi hanno accarezzato con mani dure e delicate come ali di farfalla.
Vedete, ho tenuto fede alla promessa che vi feci, quella di far conoscere la vostra storia.”

Le Marocchinate: una pagina della Storia d'Italia quasi sconosciuta, e che molti hanno tentato di occultare.

Maggio 1944: durante la campagna di Liberazione, gli Alleati decidono di affidare alle truppe marocchine e ai goumiers, gli irregolari nordafricani reclutati coattivamente, lo sfondamento della linea Gustav, che divide in due l'Italia ancora occupata dai nazisti. Questi soldati sono infatti specialisti della guerra di montagna, facilmente sacrificabili e quindi ritenuti adatti a un combattimento che avrebbe mietuto migliaia di vittime tra di loro, ma che avrebbe aperto la stLe Marocchinaterada verso Roma alle truppe americane e francesi.

Il prezzo pagato dalle popolazioni civili della Ciociaria sarà altissimo: a fronte di 50 ore di totale impunità, offerte come premio ai goumiers in caso di vittoria sul nemico, si conteranno migliaia di vittime, soprattutto donne, stuprate. aggredite e uccise. Interi paesi saranno messi a ferro e fuoco e devastati in maniera inimmaginabile.

Tutto ciò non troverà mai giustizia: l'Italia del dopoguerra terrà gli occhi ben chiusi su questo fenomeno, per pura ragion di stato. Neppure le interrogazioni parlamentari di Maria Maddalena Rossi potranno ottenere risarcimenti e scuse per le migliaia di donne vittime delle Marocchinate.

In occasione della Giornata della Memoria, venerdì 26 gennaio alle 17, Upter Università Popolare di Roma e Stefania Catallo, presentano “La memoria scomoda della guerra: le Marocchinate” (2017, Universitalia). Durante l'evento , sarà proiettato il corto dello spettacolo teatrale omonimo scritto e diretto da Francesca Romana Cerri.

Letture di Delfina Angeloni.

Relazioni di Marc Buisson, Donatella D'Acapito e Francesco Sanna.

Modera la giornalista Laura Bogliolo.

L'evento, patrocinato anche dalle Tassiste di Roma, che hanno apposto nei loro taxi la locandina dell'evento, si terrà nella Sala della Presidenza di Upter, Via IV Novembre 157 a Roma.

Durante l'evento verrà proiettato il trailer dell'omonimo spettacolo teatrale.

 

Un viaggio nell'Italia di 74 anni fa, per dedicare alle vittime più sfortunate dell'ultima guerra quella memoria che troppi hanno tentato di occultare.

Il trailer

Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici