fbpx
Menu
A+ A A-

Determinazione politica che altre iniziative del passato non avevano

locandina 350 mindi Ivano Alteri - La manifestazione per “Ambiente, la Bonifica, la Salute e lo Sviluppo” della Valle del Sacco, organizzata dal “Coordinamento interprovinciale per l’ambiente e la salute della Valle del Sacco e della bassa Valle del Liri”, che si svolgerà a Frosinone il 13 aprile, con partenza alle 15,30 dal piazzale della stazione ferroviaria, è un'occasione a cui non mancare. Per almeno quattro ragioni.

La prima. L'iniziativa è promossa da un'aggregazione ampia di associazioni che, per una volta, decidono di scendere in piazza non separatamente, ma unitamente e unitariamente.

La seconda. Esse decidono di proporre all'attenzione pubblica non un singolo tema, ma un'aggregazione di temi, che caratterizzano i territori interessati.

La terza. L'iniziativa, infatti, non riguarda una città o un territorio, ma un insieme di territori, da Colleferro a Ceprano.

Insomma, un'aggregazione di associazioni, insistenti su territori amministrativamente distinti, organizzano un'iniziativa pubblica unitaria, su un'aggregazione di temi. Se il problema di fondo dei nostri territori è stato sino ad ora la tendenza mortifera alla disgregazione, e così è, l'iniziativa del 13 aprile rappresenta una radicale inversione di tendenza: quel giorno potrebbe avere inizio il fenomeno nuovo dell'aggregazione, che rappresenterebbe un notevole salto di qualità generalizzato, rispetto a quanto è avvenuto in passato nel mondo associativo.

La quarta ragione, ovviamente, riguarda i temi specifici, ma tenuti insieme, che la manifestazione intende imporre all'attenzione della discussione pubblica, delle istituzioni, di tutti i cittadini: l'Ambiente, la Bonifica, la Salute e lo Sviluppo; che senza quell'aggregazione avrebbero scarsa speranza di essere affrontati e risolti.

In riferimento ad essi, gli organizzatori hanno inserito nella loro piattaforma programmatica cinque propositi definiti “necessari”:

– l’avvio di uno screening sanitario della popolazione, soprattutto negli adolescenti, che valuti lo stato di contaminazione delle persone nei diversi contesti ambientali e gli eventuali effetti sulla loro salute, collegato ad un registro dei tumori effettivamente funzionante;
– promuovere e sostenere un piano eco-sostenibile per la mobilità di merci e persone;
– ripensare completamente le forme di riscaldamento domestico;
– promuovere un piano per la qualità dell’aria, delle acque e dell’ecosistema;
– creare tavoli di lavoro partecipati sulle bonifiche, sugli investimenti produttivi in tutti i settori, sul piano dei rifiuti, sui servizi pubblici e le strutture sanitarie.

Dalla lettura di questa piattaforma, dalla sua forma e dalla sua sostanza, si percepisce che non si tratta di un mero cahier de doléance, di un elenco di rivendicazioni e pii desideri; ma di proposte strutturate, organiche, che derivano da studi scientifici accurati, durati nel tempo. Durante il quale, tra l'altro, le associazioni proponenti hanno mostrato una duratura solidità, una concreta capacità di diffondere efficacemente le proprie riflessioni e determinazioni, la maturità politica necessaria a comprendere che “le persone passano, l'organizzazione resta”. Un fenomeno, nel complesso, che sembra avere l'ambizione di durare nel tempo e farsi progressivamente strutturale alle nostre comunità.

Quelle loro proposte sembrano allora aver la forza di dire alla politica: o fai ciò che deve essere fatto o lo faremo noi. Esse danno la sensazione di voler mostrare una determinazione politica che altre iniziative del passato non avevano e non potevano avere, proprio perché spurie.

Perciò, in definitiva, la manifestazione di sabato 13 promette di essere uno spartiacque nella storia dei movimenti sociali ciociari: con un prima, nel quale abbiamo visto nobili e anche ben riuscite iniziative risolversi in miseri fuochi di paglia; e un dopo, in cui invece vedremo finalmente in atto una concreta azione politica capace di raggiungere gli scopi prefissati.

Se questo movimento aggregato riuscirà a strutturarsi e a mantenere la promessa fatta, non si sa: ma questo dipende anche, e forse soprattutto, da quanti decideranno di partecipare e con quale determinazione.

Frosinone 12 aprile

Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici