fbpx
Menu
A+ A A-

Un altro 28, auguriamoci che sia quello buono

28dicembre18 3 minValentino Bettinelli e Maria Giulia Cretaro - Pomeriggio di discussione alla Camera dei Deputati. Argomento, ancora una volta la Legge di Bilancio 2019, i cui lavori vengono ripetutamente bloccati da un dibattito aspro e dalle continue minacce di sospensione del Presidente Fico. Nel frattempo, nelle stanze della Regione Lazio, l'argomento da trattare non era di minore importanza per i disoccupati ciociari. I rappresentanti sindacali, infatti, incontravano amministratori e dirigenti regionali.
Una riunione dall’andamento incerto, proprio per le sigle sindacali, pronte a far rispettare quanto deciso il 28 febbraio, ma con modalità non unitariamente definite. CGIL, CISL, UIL e UGL hanno affrontato l'incontro alla Pisana con lo stesso scopo ma diverso spirito: dopo qualche mese di andamento collettivo, le influenze politiche, hanno fatto nuovamente capolino.

Meeting aperto a mezzogiorno, e conclusosi con la firma di un "Addendum" al tanto citato accordo di febbraio.
La sottoscrizione del documento e con le firme di tutti i presenti consentirà la copertura delle somme dovute fino al 31 dicembre e l’aggancio al finanziamento per gli ammortizzatori del 2019. Salvato, così, sul filo del rasoio un patto che per gli ultimi avvenimenti, sembrava non poter essere rispettato.

Come chiarito dal comunicato stampa, i fondi per il prossimo anno saranno da rintracciare nei 117 milioni destinati a tutte le aree di crisi complessa stanziati dal Governo.
«Pur apprezzando il suddetto impegno del Governo, sia la Regione Lazio che CGIL CISL UIL e UGL, hanno rappresentato al Governo stesso la necessità di un ulteriore incremento e la possibilità di utilizzo delle risorse anche a copertura di situazioni verificatesi nel corso dell'anno 2018 e rimaste insoddisfatte per carenza di risorse.»
Una manovra rassicurante ed efficace con qualche punto da precisare, primo tra tutti l’attesa per la votazione di fiducia per il maxiemendamento prevista alla Camera.
Un successo delle parti, ma più che mai dei lavoratori ora “senza lavoro”. Il successo è di Vertenza Frusinate, grazie alla cooperazione degli interessati costantemente impegnati a pungolare Istituzioni diverse e, non solo. Senza una tale perseveranza nulla sarebbe accaduto, se lasciato nelle mani degli addetti ai lavori.
All'appello Dario D’Arcangelis (CGIL), Enzo Valente (UGL), Anita Tarquini (UIL) e Enrico Coppotelli (CISL). 28dicembre18 2 min

«Quello di oggi deve essere considerato un successo. La collaborazione tra Governo, Regione e Sindacati ha prodotto il rispetto di un accordo per noi vitale. L’addendum al quadro del 28 febbraio servirà a drenare tutte le necessità degli aventi diritto. Una partita che ci garantirà di arrivare ad un nuovo accordo di programma con la Regione Lazio entro febbraio del prossimo anno. Dallo scenario nazionale potremmo entrare poi nello specifico della situazione locale. La questione “finestre” rimane per ora aperta, andrà valutata per il futuro».
Dopo mesi di chiarimenti indiretti, finalmente tutti gli attori dell' “epopea” riuniti allo stesso tavolo per rispondere ai disoccupati. Per le 17:30 a Palazzo Iacobucci, uno straordinario incontro, presenti le quattro sigle sindacali e l'Assessore Regionale al Lavoro Claudio di Berardino.
Le dichiarazioni più importanti della serata è a lui che spettano, annunciato dal Presidente Provinciale Antonio Pompeo. Lo stesso Pompeo sottolinea «l’importanza del dialogo e del lavoro unanime tra istituzioni e parti sociali».

L’assessore ringrazia «i protagonisti principali della vicenda, che sono le lavoratrici e i lavoratori. A loro si unisce il lavoro dei sindacati, della Provincia, del consiglio regionale e del Prefetto.» Continua confermando «l’impegno dell'Ente che ha compiuto il suo dovere di sintesi, trovando una soluzione preferendo questa linea alle inutili passerelle che creano solo polemiche e discussioni sterili tra le istituzioni. Il lavoro della Regione è stato incessante, anche nelle conferenze con le altre regioni, per avere un quadro chiaro della situazione delle aree di crisi complessa. Questi lavori istituzionali sono stati favoriti anche e soprattutto dalla sinergia dei sindacati e 28dicembre18 1 mindall’encomiabile impegno profuso da voi lavoratori. È dunque anche merito vostro.»

L’assessore, entrando più nel cuore della questione, afferma che «in cassa c’erano circa 8 milioni di euro. C’era dunque necessità di averne altri 15. Il governo ha stanziato 6 milioni, grazie alla collaborazione con il sottosegretario Durigon, determinando un primo e importante risultato per chiudere la vicenda prima della fine dell’anno. Era doveroso dare una risposta giusta ai lavoratori qui presenti, confermando l’impegno dell’utilizzo dell'intera cifra a disposizione (14 milioni), per ottenere continuità con l’annualità 2019. Da gennaio si affronterà un nuovo colloquio con il governo per stabilire con certezza le cifre in campo, partendo dal punto che i 117 milioni stanziati in finanziaria non sarebbero sufficienti a coprire tutti gli ammortizzatori. Sarà comunque necessario uscire dalla fase di emergenza e impegnarsi nella riqualificazione dei lavoratori oltre ogni età. Il dialogo con le imprese garantirà di mettere in atto le politiche attive volte a far ripartire il territorio».

Presa di coscienza e responsabilità quello che venerdì si è manifestata in Provincia. Meno tappeti rossi, meno promesse effimere ma dati certi e risposte fondamentali. La cronistoria di Vertenza Frusinate chiude l'anno con una vittoria, troppo sofferta per non essere agrodolce.

 

Addendum all'accordo Quadro tra Regione Lazio e parti sociali nelle Aree di Crisi Complessa di Frosinone, Rieti e Colleferro.

«Resta fermo l'accordo sottoscritto lo scorso 28 febbraio tra Regione Lazio e CGIL CISL UIL E UGL, ma in data odierna viene sottoscritto un Addendum.
In pratica ai lavoratori verrà pagata la Mobilità in Deroga maturata al 1 gennaio 2019.
Dopodiché verrà agganciata la Mobilità 2019, prevista nel Disegno di Legge di Bilancio pari a 117 milioni di euro destinate a tutte le aree di crisi complesse in Italia.
Pur apprezzando il suddetto impegno del Governo, sia la Regione Lazio che CGIL CISL UIL e UGL, hanno rappresentato al Governo stesso la necessità di un ulteriore incremento e la possibilità di utilizzo delle risorse anche a copertura di situazioni verificatesi nel corso dell'anno 2018 e rimaste insoddisfatte per carenza di risorse.
Ovviamente la validità dell'Addendum è subordinata all'approvazione dell'emendamento contenuto nella legge di bilancio dello stato all'art. 1, comma 137 octies ed all'etrata in vigore della legge di bilancio del prossimo anno.»

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

28 dic ’18

Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici