Menu
A+ A A-

Tutti pazzi per le revoche

valledeitempli 350 260di Antonella Necci - La notizia diffusa oggi dal quotidiano La Repubblica in un articolo scritto dalla redazione di Palermo, da Claudio Reale, deve far riflettere e meditare.
L'articolo, intitolato ”Sfiducia a Cambiano. Pioggia di solidarietà al sindaco di Licata. Attacchi ai 5 Stelle”, mette in evidenza come un sindaco, in una provincia come Agrigento, dove l'abusivismo edilizio ha scempiato luoghi considerati la culla della civiltà del Mediterraneo, ha pensato bene, con onestà, di applicare la legge. Apriti cielo.

Ma dico io? È impazzito. Già vive in una terra poco tranquilla. Lui stesso vive sotto scorta. Prendere posizioni così legittime lo può condurre dritto dritto nella tomba.
Perciò il consiglio comunale, con grande senso civico e generosità, pensando di evitargli questo momento estremo, ha escogitato l'idea di sfiduciarlo e mandarlo a casa.
E la giornata di oggi, a ben vedere, si è rivelata più che bollente. Vabbè che il 10 agosto è da sempre la notte di San Lorenzo, la notte delle stelle cadenti, la notte più calda dell'anno, ma qui si esagera. Su un altro articolo, infatti, stavolta pubblicato dal giornale Italia Oggi, si parla addirittura di sette sindaci sfiduciati in un colpo solo. Potete verificare, se non vi fidate. Il titolo è “Sicilia. Cadono 7 sindaci in un colpo solo“ di Filippo Merli. La data è la medesima: il 10 di Agosto.
Che poi, in una ricerca più accurata, pare che la caduta e la sfiducia dei sindaci dipenda dal clima. Spulciando tra notizie non tanto recenti, esce fuori che nel 2015, esattamente l’otto Luglio, fu sfiduciata la sindaca di Sesto Fiorentino. Sfiduciata dalla sua stessa maggioranza, più SEL e un appartenente al gruppo misto. Un filotto totale. La sindaca in questione, Sara Biagiotti, era anche presidente dell’ ANCI Toscano. La Sindaca dei Sindaci! Andiamo bene!

abbazia di montecassino cassino 350 260Ora, però, a me sorge un legittimo quesito: come mai le maggioranze e le opposizioni nei consigli comunali ci mettono così poco a sfiduciare sindaci che si danno da fare per far rispettare la legge, ma ci mettono una enormità di tempo per alzare la voce con quei sindaci che ungono a destra e a sinistra, scrivono su blog come il profeta Isaia, e agiscono facendo credere di essere a favore dell'umanità tutta, ma di fatto non muovendo una foglia che chi li manovra non voglia?
Questi sindaci, non ho capito bene perché, riescono a restare con il deretano ben saldo sul seggiolone da sindaco e anche a farsi rispettare e stimare. Cose ben strane accadono nel nostro cosiddetto bel paese.
E in questo momento la mia mente si sposta un po' più a nord della Sicilia, in una terra che si chiama Ciociaria.
No, tranquilli. Qui la legge non arriverà mai.

La corruzione resterà legittima proprietaria tenendo saldamente bloccato lo sviluppo sia economico che culturale della provincia. Dormite pure sonni tranquilli. Qui i profeti non ci sono, a parte qualche blogger della parte bassa della provincia, che crede di essere proprio il Messia. Ma di certo ne è la reincarnazione, in formato commercializzato. Ad uso e consumo di chi gli chiede cosa, dove, quando scrivere. E soprattutto contro chi scrivere. Perché è questo che mi spaventa. La calunnia degli internauti da social.
Quanto sono avulsi dalla realtà tutti coloro che vivono in simbiosi con il proprio blog e i propri social network?
Lo sono in formato sempre più esponenziale. È chiaro che simili meccanismi rubano lo spazio alla vita reale. È evidente,però, che simili persone stanno dominando, con l’irrazionalità che automaticamente si sviluppa dal distacco dalla realtà, e stanno soprattutto condizionando le scelte dell'umanità tutta.
Si evince perciò che tali blogger pensano, magari con qualche aiutino, che se un sindaco deve “smammare” perché troppo scomodo e poco accomodante, si debba attivare una campagna contro di esso. La calunnia è un venticello….così dicono, ma questi blogger, per paura di restare intrappolati nella baraonda di venticelli che i social creano, pensano bene di creare un temporale, magari anche un uragano. Sanno bene, per grande esperienza, che la gente si farà travolgere in modo acritico. Contano proprio sulla passività intellettiva per consolidare le informazioni distorte.
Insomma distruggere la reputazione di chi è onestamente e consapevolmente dedito al proprio dovere è, oggigiorno, molto facile. Riformare la dignità di chi è onesto e viene ingiustamente attaccato è, di contro, di una difficoltà estrema. E allora che fare?
Io credo che l'unica soluzione sia mantenere ben saldo dentro di noi, ciò che si chiama “l'ombra di un ragionevole dubbio”. Solo quel “ragionevole dubbio” ci può far riflettere sul perché i tanti che detengono le redini del potere da decenni, si incattiviscano e tentino in tutti i modi di far affondare chi, da uomo di legge e delle istituzioni, tenta, con tenacia e dedizione, di riportare l'ordine, la civiltà, lo sviluppo sociale in un paese di anime morte. E chi vuole capire capisca. Chi non vuole capire è perché non ha seguito il filo logico dell'articolo.
10/08/2017

 

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici