Menu
A+ A A-

Impugnare le bollette di Acqualatina

  • Scritto da  Comitato di Avvocati del Sudpontino per la Class Action contro Acqualatina

acquaprivatizzata 350 260Il Comitato di Avvocati del Sudpontino per la Class Action contro Acqualatina invita tutti gli utenti a contestare le fatture inviate dal gestore, inoltrando a mezzo pec, lettera raccomandata o a mani presso gli sportelli, una comunicazione secondo il facsimile allegato.
Il Comitato ritiene fondamentale in questa fase impugnare le “bollette”, atteso che quelle che stanno pervenendo contengono corrispettivi non corretti né congrui, in relazione alla fornitura effettuata.
Tra i tanti aspetti v’è quello della non potabilità dell’acqua, sia per coloro che hanno dovuto installare autoclavi (acqua stagnante in contenitori di plastica esposti spesso al sole), sia per coloro che dopo le interruzioni ricevono acqua sporca sicché prudentemente non utilizzano l’acqua fornita da Acqualatina né per cucinare, né per bere.
Oltre a questo è stato osservato da più parti che i contatori girano a vuoto a causa di immissione d’aria dovuta alle continue manovre del gestore e per le perdite occulte dichiarate dalla stessa Acqualatina S.p.A. che accrescono in maniera falsata i consumi e quindi i costi (non dovuti).
Nel reclamo, attese le innumerevoli segnalazioni che ci sono pervenute, abbiamo ritenuto di dover inserire anche i disservizi relativi al servizio di emergenza e di pronto intervento pressoché inesistenti, i tempi di preavviso per le interruzioni programmate, di solito di poche ore precedenti le stesse e molto più spesso non preavvertite affatto né coerenti con gli orari dati, oltre alla voce relativa alla prolungata durata delle interruzioni di fornitura che non permette ormai più agli utenti di organizzare la propria vita sulla presenza o meno di acqua in casa, né di far fronte ai bisogni primari ed essenziali dell’individuo con una lesione indiscutibile dei diritti costituzionalmente garantiti. Oltre a questo figurano nelle ultime fatture voci relative a partite pregresse di non specificata natura.
Invitiamo tutti ad inoltrare i reclami oltre che al gestore, ai Comuni di riferimento e alla Procura della Repubblica competente (Cassino per i 9 Comuni del Sudpontino Ponza, Ventotene, Formia, Gaeta, Minturno, San Cosma e Damiano, Castelforte, Spigno Saturnia, Itri; Latina per i restanti).
Infine, preghiamo tutti di farci pervenire copia delle contestazioni all’indirizzo email , al fine di implementare la banca dati già in nostro possesso.
Siamo fermamente convinti che l’attuale gestore sia del tutto inadeguato a continuare ad occuparsi di un servizio pubblico così essenziale per i cittadini: la gestione ordinaria prima è stata condotta in maniera superficiale e approssimativa e l’attuale fase emergenziale che a tale gestione è conseguita è ancor più irritante, lacunosa e in totale spregio degli impegni contrattuali assunti con l’utenza lasciata in balìa di se stessa, a doversi letteralmente “arrangiare”, costretta a sopportare costi che non sarebbero dovuti (ad esempio, per l’acquisto di acqua per lavarsi, bere e cucinare) e con ripercussioni sul benessere psichico fortemente messo a dura prova dagli ormai perenni rubinetti a secco.

Comunicato stampa del 12.8.2017

Il coordinamento:
• Avv. Massimo CLEMENTE
• Avv. Vincenzo FONTANAROSA
• Avv. Christian LOMBARDI
• Avv. Patrizia MENANNO
• Avv. Orazio PICANO
• Avv. Chiara SAMPERISI & Avv. Annamaria ZARRELLI

 

Modulo da stampare riempire e spedire come indicato



Mittente:
Sig./ra …………………..
Via / Città ………………….. Tel. / e-mail ………………..

Servizio Clienti Acqualatina S.p.A. Casella Postale Latina CPO
04100 Latina

Spett.le
COMUNE di ………………….
In persona del Sindaco p.t.
…………………………………

Spett.le
Procura della Repubblica
Presso il Tribunale di CASSINO (o LATINA)
Piazza Labriola 03043 CASSINO (FR)
(OPPURE Via Ezio 1 04100 LATINA (LT)

Raccomandate A/R – A MEZZO PEC – A MANI

Oggetto: Contestazione fattura numero …………….. con scadenza il ……………
Reclamo disservizi
Il/La sottoscritto/a …………. residente a …………… via …………… cap ……….. Città
………… Prov. ………… titolare di contratto di utenza per la fornitura di acqua potabile
(Codice cliente ………………… ) presso il seguente indirizzo………………….

CONTESTA

ad ACQUALATINA S.p.A., gestore della fornitura di acqua presso detto indirizzo, l’importo indicato sulla Fattura n° ………. del …………… con scadenza il ……….. ritenendo che il consumo fatturato, pari a € ………….. sia errato e notevolmente eccessivo rispetto al consumo effettivo, in quanto:

1. la fattura è basata su consumo presunto e non in base a lettura del contatore, quindi l’importo non è commisurato al reale servizio offerto;
2. l’acqua erogata nel bimestre in oggetto è certamente non potabile a causa della terra ivi presente alla riapertura del flusso dopo le manovre di interruzione, al suo colore e alla sua schiumosità;
3. il sottoscritto sta provvedendo da mesi all’acquisto di acqua in bottiglia per bere e cucinare;
4. la fattura contestata contiene voci relative a partite pregresse di non specificata natura;
5. sono state ammesse gravissime perdite occulte da Acqualatina S.p.A. nel sottosuolo comunale;
6. al ripristino del flusso dopo le incessanti manovre di interruzione, il contatore gira velocemente simulando un consumo non effettivo, anche a causa dell’aria immessa.

Al contempo, il/la sottoscritto/a, lamenta i seguenti DISSERVIZI:

a. servizio di emergenza e di pronto intervento pressoché inesistenti; il sottoscritto ha infatti inoltrato le seguenti segnalazioni al numero verde Guasti: n.…………. del …….., n.……….. del ……., tutte rimaste inevase;

b. tempi di preavviso per le interruzioni programmate, di solito di poche ore precedenti le stesse e molto più spesso non preavvertite affatto e/o non coerenti con gli orari dati;

c. prolungata durata delle interruzioni di fornitura che non permette ormai più al sottoscritto e al proprio nucleo familiare di organizzare la propria vita sulla presenza o meno di acqua in casa, né di far fronte ai bisogni primari ed essenziali dell’individuo con una lesione indiscutibile dei diritti costituzionalmente garantiti,

avverso i quali

PROPONE FORMALE RECLAMO

restando a disposizione per l’istruttoria di verifica in contraddittorio.

Per quanto sopra, con la presente

INVIA FORMALE DIFFIDA

a provvedere, entro il termine di 10 giorni dal ricevimento della presente, allo storno del suddetto importo.

In difetto di predetto termine, sarà costretto a rivolgersi al proprio legale per la tutela dei suoi diritti.

Distinti saluti.
Si allegano:
- copia fattura Acqualatina n. …. Scad. il …………….
- (eventuali altri documenti)

Firma …………………………………..

 

Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici