Menu
A+ A A-

Diritto alla salute e…..un po’ di storia

ippocrate 350Dr. Giuliano Fabi - La Costituzione prima che il diritto alle cure garantisce il diritto alla salute, diritto che la legge 833/ 78 recepì in pieno, quaranta anni fa, fondando la sua essenza nella prevenzione. Ippocrate 2000 anni fa contrastò ferocemente il dominio culturale dei sacerdoti, dei maghi, dei medici e speziali che pretendevano, lucrando, di avere rimedi per ogni malattia. Fu lui a gettare le basi della medicina moderna affidandola a basi razionali quali la gratuità delle cure, il rispetto del malato considerato nella sua integrità biologica, l’osservazione diretta, la consapevolezza della prognosi e dei tempi della convalescenza, la esistenza di malattie non guaribili, l’importanza del trasmettere le conoscenze e dell’evitare trattamenti nocivi. Sottolineò il valore salutistico, degli stili di vita, della moderazione, dell’equilibrio tra attività fisica e alimentazione, della vita all’aria aperta, del relax e quindi la centralità della prevenzione. Il suo fu un umanesimo ante litteram su cui si fondò l’etica della medicina moderna.

Oggi il giuramento di Ippocrate viene consegnato ai medici il giorno della laurea ed è una fortuna che sia giunto fino a noi come pesante ammonimento. Ho visto che tanti colleghi come me lo hanno incorniciato, ogni tanto danno ad esso uno sguardo e dei suoi insegnamenti fanno tesoro nella pratica quotidiana, ma non è di casa nelle aziende sanitarie e le sue idee vengono viste con diffidenza in molte istituzioni. Intorno alle cure girano interessi notevoli, su cui tanti lucrano e hanno rendite di posizione.
Intorno alla prevenzione l’unico interesse che gira è il vantaggio del singolo, della salute, sua e di intere comunità ed è in conflitto di interesse con le strutture erogatrici di cure, specie di quelle al di fuori di ciò che è pubblico. Perciò questa società che ha mercificato tutto anche il dolore, la malattia e il bisogno, si guardi al passato per un nuovo Umanesimo.

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici