Menu
A+ A A-

Medicina di base. Pur tra mille problemi è il futuro

medicinadibase 350 260di Giuliano Fabi - La medicina di base, un futuro tra mille problemi.
La medicina di base come si sa è il primo baluardo della sanità sul territorio e la figura del medico di famiglia un po’ ce la invidiano e un po’ provano ad imitarla all’estero. Il suo punto di forza è la gratuita, la distribuzione capillare, la facilità di accesso e la scelta che viene fatta in base alla fiducia e che puo essere revocata dal cittadino in qualsiasi momento senza problemi. Risulta essere la figura più gradita nel servizio sanitario nazionale.

Specie nelle piccola comunità questa figura rappresenta un pilastro fondamentale della prevenzione essendo presente contesto ambientale, una conoscenza di lungo corso della persona e del suo contesto familiare, una sentinella per problemi emergenti e per le problematiche sociali e contribuisce al fatto che da noi nessuno viene lasciato solo. Tuttavia le leggi che man mano si sono sovrapposte, di fatto, danno a questa figura, nata per fare diagnosi, cura e prevenzione compiti burocratici notevoli e responsabilità che si sovrappongono ai compiti già impregnativi del medico.

Anche qui si assiste a un invecchiamento della categoria e nei prossimi 10 anni in Italia, andranno in pensione 33.000 su 45.000 medici di base, mentre ne verranno formati nei famosi corsi triennali non più di 10 000. Ci sarà una forte carenza e alcune regioni stanno reagendo elevando il massimale da 1500 a 1800. Errore clamoroso perchè già il sovraccarico di lavoro del medico di base è eccessivo, le lunghe code negli ambulatori a volte per il semplice rinnovo di una prescrizione sono note, e il maggior carico di lavoro andrà a scapito della qualità della assistenza. Si renderà necessario ridurre i compiti burocratici che risultano innaturali e mi riferisco alla attività certificativa, e dotare gli studi stessi singoli o associati di personale appositamente addestrato.

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici