fbpx
Menu
A+ A A-

Proposte per il pronto soccorso del Presidio ospedaliero Frosinone -Alatri

  • Scritto da  Francesco Notarcola

sanità prontosoccorso minIl sovraffollamento del Pronto soccorso del Presidio ospedaliero Frosinone Alatri ed i disagi che quotidianamente provoca sono la logica conseguenza delle strategie , delle decisioni e dei provvedimenti che lo staff manageriale della asl di Frosinone ha adottato, sulla scia dei decreti emanati dal presidente Zingaretti, nella sua veste di Commissario ad Acta per la sanità regionale. Questi provvedimenti e queste decisioni che hanno avviato e realizzato una serie di strutture sanitarie, doppioni inutili di servizi già esistenti (PAT -Presidi Ambulatoriali Territoriali – che hanno le stesse funzioni dei medici di medicina generale, ACP – Assistenza Cure Primarie presso i Pronto Soccorso, gestiti dai medici di medicina generale, UDI – Unità Degenza Infermieristica-, gestite dai medici di medicina generale su un turno di 6 ore e dagli infermieri; Ambulatorio multietnico e Ambulatorio Multietnico pediatrico a Frosinone e Pontecorvo. È a dir poco sospetto che i migranti, adulti e bambini, per accedere alle cure debbano avvalersi di strutture “multietniche”. Perché, ci chiediamo, non utilizzare i percorsi normali? Gli AMBUFEST, cioè ambulatori che sostituiscono la guardia medica ma solo nei giorni festivi e senza turno notturno) Tutte queste strutture costano all’AsI la modica somma di 2 milioni e 663.076, 64 euro che comprende anche un’indennità di coordinamento di 501.816, 60 euro, cioè quasi il 20% del totale per i medici di famiglia coordinatori. Tale elefantiaca organizzazione e le Case della Salute, su cui si fondava il rilancio della sanità pubblica per soddisfare le esigenze di cura della popolazione, sono fallite. Infatti queste strutture, che si sono rivelate solo uno sperpero rilevante di denaro, non hanno risolto il problema del sovraffollamento degli ospedali e di Pronti soccorso. La realtà parla da sola.

Il Pronto soccorso del Presidio ospedaliero Frosinone – Alatri è da tempo punto di riferimento di una vasta area del centro nord della provincia e dei Comuni limitrofi della provincia di Latina. Occorre, inoltre, tener presente che il nostro territorio è attraversato dall’autostrada del Sole, dalla linea ferroviaria ad alta velocità e da quella normale. Non si possono sottovalutare, altresì, l’esistenza di impianti produttivi ad alto rischio ambientale e un inquinamento diffuso e pesante.

Per tutti questi motivi e per altri il Pronto soccorso deve essere trasformato in una struttura efficiente, moderna e di alta qualità unitamente al presidio ospedaliero. E’ necessario e urgente, perciò, adottare i seguenti provvedimenti:

 

1) Assunzione di 15 medici per le strutture di Frosinone e di Alatri e per la UOC di medicina di urgenza dello “Spaziani”. In questo modo si completa l’organico e diviene realtà il DEA di 1° livello, con la presenza nel P.S. delle figure professionali che mancano: cardiologo-anestesista-pediatra-ortopedico –radiologi. Per tali assunzioni non ci dovrebbero essere difficoltà di sorta perché la Asl è già stata autorizzata ad assumere 1076 operatori sanitari entro il 2020. Le risorse finanziarie vanno reperite: A) recuperando i 2.700.000 euro che si spendono per le sigle mangiasoldi; B) Riducendo al minimo il contenzioso con il personale e le spese di consulenza, C) Recuperando i rimborsi extra dovuti allo stazionamento delle ambulanze degli enti accreditati in attesa di ritirare la barella trattenuta in pronto soccorso occupata dal paziente che hanno trasportato; D) Recuperando i fondi per l’assunzione di medici liberi professionisti a Partita Iva. Questi liberi professionisti se assunti a tempo indeterminato oppure a tempo determinato verrebbero a costare di meno.

2) Attivazione di 100 nuovi posti letto. 80 sono già stati autorizzati. L’ospedale del Capoluogo è quasi saturo per gli spazi, ma si può migliorare anche restituendo i 14 posti letto sottratti alla UOC di medicina per far partire la UOC di neurochirurgia. Nell’ospedale di Alatri, che ha spazi a sufficienza, vanno completati gli organici della radiologia, del Laboratorio e della cardiologia. In tal modo si può contribuire in maniera determinante alla realizzazione ed allo sviluppo di un Presidio ospedaliero in grado di rispondere alle esigenze di cura e di salute della popolazione dell’intera provincia e non solo;

3) Attivazione di una struttura sanitaria di pronto soccorso per la zona Nord –Anagni- che in collegamento con l’ospedale “Spaziani” sia in grado di garantire la gestione di un’emergenza. Certo è che non si può e non si deve lasciare abbandonata una popolazione di 100 mila persone;

4) Attivazione dei percorsi di cura e di controllo per la presa in carico dei cittadini con patologie croniche;

5) Abbattimento dei lunghi tempi di attesa perché questa realtà costringe, soprattutto la popolazione anziana, a rivolgersi al pronto soccorso, particolarmente per gli esami diagnostici per immagine, ma anche per esami riguardanti le patologie cardiologiche, oculistiche ed altre;

6) Necessità di riorganizzare i medici di famiglia potenziando i servizi sanitari territoriali per avere un’assistenza H 24 senza ulteriori spese e senza aggravio di lavoro;

7) Rendere funzionale la holding area ( h 8,00-20,00) restituendo totale disponibilità degli otto posti letto destinati ai pazienti in attesa di ricovero;

8) Accelerare l’esecuzione di consulenze ed esami diagnostici per immagine dei pazienti ricoverati nei reparti (UOC) per accorciare i tempi di degenza allo scopo di liberare più celermente i posti letto. Ciò anche per recuperare e limitare costi e sprechi incontrollati;

9) Creazione di percorsi veloci come avviene già in altre Aziende Sanitarie del Lazio e del territorio nazionale, per quelle patologie a basso codice d'accesso (bianco e verde) allo scopo di erogare delle prestazioni codificate ,. oculistica, ginecologia, ortopedia ecc. in modo da snellire le attività' nel P.S.

Queste proposte saranno al centro dell’incontro dibattito che avrà luogo, martedì 12 marzo dalle ore 15,30 alle ore 19,30 presso la sala teatro della Asl a Frosinone.

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici