Menu
A+ A A-

L'oppio, da Anestetico a Killer

oppio 350 260 minDr. Antonio Colasanti - Se "divinum est lenire dolorem" non è proprio il caso che il medico abusi di questa opportunità dell'essere paragonato a -Dio.
Quest'arma potrebbe divenire diabolica se non usata con la parsimonia più oculata.
L'oppio è una delle sostanze piu anticamente conosciute ed usate, originaria della mesopotamia.
L'oppio è un lattice estratto per incisione dalla capsula del "papaver somniferum", pianta coltivata in Persia, Egitto e in tutti i paesi dell'Asia minore ed estremo oriente. Viene conentrato in pani e fermentato.
L'uomo ebbe la rivelazione della potenza medicamentosa dell'oppio dopo averlo per la prima volta raccolto dalle foglie del papavero, erba vivace che cresceva allora come oggi abbondante nelle terre tra il Tigri e l'Eufrate.
Dalla Mesopotamia l'uso dell'oppio si sparse nei territori vicini Egitto e Persia. I chirurghi persiani del 4 secolo a.c. se ne servivano per provocare il sonno anestetico.
Omero ne parla nell'Odissea ed a Roma i preparati oppiacei si trovavano dai bottegai e nei mercati ambulanti. L'uso dell oppio venne poi diffuso dalle conquiste mussulmane, dalla Cina alla Spagna.
L'oppiomania si diffuse in Europa ed in Inghilterra, che importò per proprio conto, si diffuse cosi tanto che portò danni considerevoli nella popolazione inglese.
Intellettuali di valore vi ricorsero e cercarono nell'oppio di aumentare i loro doni naturali -Coleridge-Baudelaire-Gautier-Proust- dedicarono all'oppio opere di indubbio e notevole valore letterario.
Nei grandi porti francesi e tedeschi nonchè nelle metropoli del continente si installarono le fumerie semiclandestine dove convenivano gli iniziati.
Ad opera di avventurieri al seguito delle truppe di occupazione col rifiorire del commercio degli stupefacenti a Roma con la massima segretezza sorgevano alcune fumerie per fumarvi la classica pipa. Era l'ottobre 1946.

L'oppio contiene una quidicina di alcaloidi tra cui-morfina-papaverina-eroina-codeina-tebaina-narcotina, viene usato sottoforma di pasta fumata in pipe speciali, masticato ed ingerito o sciolto in liquidi e bevuto.
E' un veleno attivo della corteccia cerebrale e produce un sonno incompleto popolato di sogni amabili accompagnato da un senso di prodigioso benessere che rende l'anima lucida e lieta dopo qualche ora l'assuntore cade in un sonno profondo e pesante. "Sogni amabili, ma terribilmente traditori".
Col procedere dell'intossicazione si instaura uno stato di bisogno per cui l'oppiomane è spinto ad assumere la droga divenendone schiavo. L'intossicazione cronica conduce a dimagrimento, occhi vitrei ed incavati disturbi del digerente ed del sistema endocrino del fegato e del cuore. Gravi alterazioni della psiche, ottundimento della memoria, abolizione della volonta e senso morale. L'intossicato giunge alla morte a causa di malattie infettive che trovano un organismo le cui difese sono del tutto abolite.
L'oppio piu apprezzato dai fumatori contiene poca morfina. Ricordiamo che l uso della morfina deve essere riservato nei casi dove e richiesta una severa terapia antalgica,perche una leggera svista da parte del medico puo produrre un morfinomane con effetti devastanti.

Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici