fbpx
Menu
A+ A A-

Ritenzione idrica

Ritenzione idrica 350 minDr. Antonio Colasanti - Si ha ritenzione idrica quando il corpo ha difficolta nel liberarsi e smaltire scorie ed acqua in eccesso.
Isintomi principali che fanno supporre tale disfunzione sono dita ingrossate, gambe indolenzite e pesanti soprattutto la sera, gonfiore generale persistente senso di debolezza affaticamento e svogliatezza.
La ritenzione si manifesta con la tumefazione dei tessuti molli causata dall accumulo di liquidi negli spazi interstiziali.
L'origine della ritenzione è il ristagno circolatorio dovuto al cattivo funzionamento del sistema venoso e linfatico. Quando le pareti venose perdono tonicità, le valvole che assicurano il ritorno venoso dalla periferia non funzionano correttamente per cui il sangue finisce per ristagnare nelle vene. Le zone che sono maggiormente interessate da questo fenomeno sono gli arti inferiori, sopratutto le caviglie. La ritenzione idrica favorisce l'insorgere della cellulite in punti quali glutei, cosce, polpacci. A tal riguardo esiste un buon indicatore della ritenzione idrica ed è l'esame del peso specifico delle urine, i cui valori sono molto elevati in presenza di ritenzione.
Per ovviare a tali fastidi si consiglia innanzitutto di svolgere quotidianamente attività fisica, in particolare aerobica, quale camminata, corsa, bici, nuoto, almeno 1 ora tre volte a settimana e seguire un regime dietetico iposodico.

La natura ci aiuta con piante ad azione drenante e vasotonica.

Betulla
Diuretico antinfiammatorio produce un escrezione di acqua fino al 50 per cento in piu e preserva i sali. Ha un'azione drenante impiegata nel trattamento della cellulite e per ridurre gli edemi. E' utile nel lavaggio delle vie urinarie e nelle cistiti.

Pilosella
Favorisce la diuresi, raddoppia il volume di urina espulso in breve tempo. E' indicata nella ritenzione e sovrappeso. La sua azione antinfiammatoria favorisce l'eliminazione dell'acqua, dei cloruri e degli acidi urici. combatte la tendenza agli edemi.

Ortosifon
Pianta esotica dell'isola di Giava. Aumenta l'escrezione di liquidi e facilita la perdita di peso. Elimina urea, azoto, cloruri e sodio grazie ai flavonoidi ed ai sali di potassio, inoltre stimola la produzione di bile che rende questa pianta un depurativo ad azione generale
equiseto
cresce in luoghi umidi ed ombrosi contiene flavonoidi in sinergia con minerali rendendo molto efficace l azione diuretica in particolare su edemi diffusi e qualora necessiti una diuresi forzata,l equiseto e una pianta ricca in silicio che conferisce effetto remineralizzante.

Tarassaco
Conosciuta fin dall'antichita per il suo effetto depurativo.
Viene impiegato come diuretico e nelle epatopatie, disturbi digestivi. Contiene sostanze amare, mucillagini, inulina. Il suo effetto depurativo è immediato con il miglioramento delle condizioni generali di salute, se ne utilizza la radice.

Queste sono alcune delle erbe funzionali nel drenaggio. Usate nella forma di tisana, composta da 20 grammi di ognuna.
1 cucchiaio in 1 litro di acqua da far bollire 10 minuti, filtrare e bere durante la giornata per 15 giorni.
Nella forma di estratti fluidi, 20 cc di ognuno; 80 gocce in 1 litro di acqua bere durante la giornata, evitando le ore serali dopo le 21.

Controindicazione: fare attenzione nelle persone fortemente ipotese

Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici