Menu
A+ A A-

Una diversa Alternanza Scuola - Lavoro

  • Scritto da  Maria Gabriella Pietrantoni

alternanzascuolalavoro di Maria Gabriella Pietrantoni - La Kallipolis di Domani. Con qualche giorno di ritardo condivido con i lettori di Uno e Tre la bella esperienza di Alternanza Scuola - Lavoro attuata nel Liceo Classico Gioacchino da Fiore di Rende (Cosenza).
Colgo l’occasione per sottolineare come questo momento sia vissuto in modo negativo da molti studenti, nelle varie scuole italiane, perché tradotto, in alcuni casi, in forme di “manovalanza” gratuita e priva di reale aggancio con i bisogni formativi dei giovani. La nostra scuola ha scelto di attivare un percorso di apprendistato cognitivo, con la collaborazione del Comune di Rende, attraverso i funzionari e il Sindaco, per contribuire alla formazione civile e democratica delle giovani generazioni sviluppando il senso dello Stato ed il rispetto delle leggi.
Nella prima fase, denominata “Cittadini si nasce”, i nostri studenti hanno acquisito consapevolezza delle elementari norme che definiscono diritti e doveri del cittadino, riflettendo sulla personale percezione della Kallipolis come spazio di vivibilità e di aggregazione
Nella seconda fase denominata “Responsabilità è partecipazione” hanno progettato e realizzato interviste alla popolazione del territorio su alcuni temi quali l’integrazione degli immigrati, le attività produttive, la cura degli spazi pubblici, l’incremento dei mezzi pubblici di trasporto.
Hanno incontrato le Istituzioni locali (Il Sindaco e i funzionari del Comune di Rende, il Questore di Cosenza) per intervistarli e rendere noti gli esiti del loro lavoro sul territorio. Successivamente hanno effettuato 70 ore di tirocinio a Roma, presso l’Istituto IMEP, prendendo parte ad una simulazione del Parlamento europeo e presentando una proposta di legge (in Inglese). In questa occasione hanno visitato il Quirinale e incontrato il Prefetto del Quirinale dott.ssa Emilia Mazzuca per conoscere aspetti e problemi della funzione politica del Presidente della Repubblica.
Nell’ultima fase di lavoro, denominata “Cittadini si diventa” gli studenti hanno elaborato il manifesto etico di cittadinanza attiva, presentato il 9 giugno 2017 nel corso di una tavola rotonda presso il Seminarium Cosentinum di Rende, aperta ai Sindaci del territorio (Cosenza, Rende, Torano, Castrolibero, Montalto Uffugo) .
In qualità di coordinatrice, insieme alla mia collega Anna de Vincenti, di questa qualificante esperienza mi piace concludere questa breve nota informativa allegando il testo integrale del Manifesto elaborato dagli studenti, con la speranza che, in questi giorni di cambiamento e ricerca nel mondo della sinistra vera, democratica, aperta alle esigenze vere dei cittadini, esso possa essere di buon auspicio per tutti noi che crediamo ancora in un futuro per i nostri giovani.Manifesto di cittadinanza attiva

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it

 

 

Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici