Menu
A+ A A-

Gli studenti medi e la mobilità pubblica cittadina

  • Scritto da  Rete degli Studenti Medi

rete degli studenti medi 350 260Rete degli Studenti Medi di Frosinone - Comunicato. Il 26 maggio del 2017 la Rete degli Studenti Medi di Frosinone ha organizzato un incontro con tutti i candidati a sindaco della città, presentando delle istanze comuni attraverso il manifesto “La Frosinone che vorrei”, redatto con un lavoro di consultazione giovanile e studentesca nel capoluogo.

Dopo più di un anno dall’insediamento della seconda giunta guidata dal sindaco Nicola Ottaviani, ci troviamo a tirare un bilancio negativo sull’operato dell’amministrazione comunale, che ha dimostrato un sostanziale immobilismo nei confronti della situazione sociale della città. La creazione di un assessorato ad hoc per le politiche giovanili ha inizialmente suscitato ottimismo all’interno della nostra realtà e della nostra generazione, ma a quasi tredici mesi dal suo insediamento l’assenza di qualsiasi progettualità sui giovani e un sonoro “ 0 euro” in bilancio nelle voce “politiche giovanili”, ha fatto suonare un campanello d’allarme che oggi ci spinge a presentare di nuovo una mozione rivolta a tutta l’Amministrazione.

Benché fino ad oggi la Rete degli Studenti Medi, nel suo ruolo di rappresentanza giovanile e studentesca, abbia giudicato profondamente negativa la linea politica tenuta dalla giunta comunale, torniamo a ribadire la necessità di proseguire questo dibattito tematico affinché la nostra realtà possa contribuire ad un vero cambiamento. Con questo intento durante il consiglio comunale di questa sera, con il sostegno del giovanissimo consigliere Daniele Riggi che si è sempre mosso per le realtà associative e studentesche del territorio, abbiamo presentato nuovamente un nostro documento alla giunta comunale, chiedendo una seria svolta sui temi di aggregazione e mobilità, rivisitando completamente il concetto di politiche giovanili per questa città. La premessa a queste richieste è però quella di intavolare con l’assessorato alle politiche giovanili un percorso di dialogo sotto forma di tavolo o di comitato per formulare collettivamente nuove idee per una città a misura di giovane e di studente.

Nella nostra mozione chiediamo chiaramente di riformulare l’intero servizio della mobilità pubblica, intendendola come uno strumento per far vivere al ragazzo la città a 360 gradi. Le due richieste più importanti che facciamo per il nuovo servizio pubblico sono la creazione di agevolazioni per i giovani che utilizzano i mezzi Geaf (con sconti del 25% sull’abbonamento per i residenti a Frosinone e del 50% per i pendolari che già possiedono un abbonamento Cotral o Trenitalia) e la creazione di un servizio di mobilità notturna che prolunghi le corse delle linee E e D nel week-end fino alle 1:00. Con queste due proposte dunque vogliamo inaugurare una svolta concreta per la vivibilità delle città e per rendere questa realmente a misura di studente, riuscendo anche a incentivare le proposte che facciamo sull’aggregazione giovanile all’interno dello stesso documento, come la riqualificazione di impianti sportivi comunali e il maggior coinvolgimento delle realtà giovanili negli eventi.

JACOPO NANNINI Coordinatore Provinciale Rete degli Studenti Medi di Frosinone

Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici