Menu
A+ A A-

La LIP Scuola ora è depositata in Cassazione

LIPSCUOLA in Cassazione 350 260

di Daniela Mastracci - Solo le ore 11 di venerdì 8 settembre e siamo presso la Corte di Cassazione. I delegati a presentare la LIP Scuola siamo in 15. Ci accompagna anche Angelo Fredda, Segretario regionale del Lazio di Sinistra Italiana. La delegazione al completo che ha presentatoe il testo di legge sul quale raccogliere le firme necessarie per la presentazione è costituita da 15 insegnati ed è rappresentativa di scuole e del territorio italiano. Ecco i nomi: Marina Boscaino (Roma), Giovanni Cocchi (Bologna), Francesco Cori (Roma), Rossella De Palma (Viterbo), Epifanio Giannetto (Roma), Marco Guastavigna (Torino), Antonia Guerra (Bari), Roberto Mamone (Roma), Daniela Mastracci (Frosinone), Vito Meloni (Roma), Carlo Salmaso (Padova), Keitty Evellin Tambone (Corato), Eliseo Tambone (Corato), Roberto Villani (Roma), Giuseppe Volpe (Terlizzi).

La LIP Scuola ora è depositata in Cassazione dove abbiamo consegnato documento d'identità e certificato elettorale. Poi, bbiamo atteso il momento della firma che ciascuno di noi avrebbe apposto sui moduli predisposti.


Siamo determinati ed emozionati. Consapevoli di presentare una legge importante per la scuola italiana. La LIP, la Legge di Iniziativa popolare sulla scuola della costituzione, ha i suoi fondamenti e legittimazione nella Costituzione della Repubblica Italiana. Vuole promuovere una scuola laica, democratica, partecipata, inclusiva. La scuola della conoscenza e della emancipazione civica delle nuove generazioni.
La Legge si richiama esplicitamente agli articoli 3, 4, 33, e 34 della Costituzione italiana.
Essere qui insieme, con un progetto democratico ed emancipante nella testa e nel cuore, ci dà la carica giusta per affrontare la raccolta delle firme di cui si darà notizia su questo giornale.
Crediamo nella mobilitazione a cui chiamiamo tutti: docenti, studenti, genitori e cittadini tutti, che abbiano a cuore una scuola che educhi, che insegni, che voglia innanzitutto formare cittadini consapevoli e attivi, partecipi e protagonisti, entro una democrazia da ritrovare, rifondare, riconoscere insieme come quella delineata nella Costituzione.
Crediamo che la Scuola sia il luogo di trasmissione di saperi fondamentali per non soccombere, oggi più che mai, di fronte ad una memoria storica, civica, democratica che, nella sfida delle dinamiche nazionali e mondiali, sembra venire meno, lasciando spazio a recrudescenze razziste, nazionaliste, fasciste.
La LIP Scuola della Costituzione ritrova nella Carta del 1948 il suo spirito plurale, democratico, egualitario, partecipato, di respiro universalistico. Diritti e consapevolezza vigile, riconoscimento dell'altro, partecipazione, condivisione della decisione politica, sono imprescindibili. È chiara per noi la conoscenza come la condizione affinché, alle sfide del contemporaneo, non si risponda con rimozione, superficialità, facile propaganda, disumanità. La conoscenza e la libertà che quella fonda e anima.
La strada della Lip è avviata. E' una prima volta per la riforma di una istituzione come la scuola attraverso un alegge di iniziativa popolare. Un evento che dobbiamo far diventare memorabile per le prossime generazioni del nostro mPaese..

Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici