Menu
A+ A A-

Amico Fragile

  • Scritto da  Federico Palladini

A Bar at the Folies Bergère eduardmanet 350 260 min

Le anime salve nelle canzoni di Fabrizio De André e di altri cantautori italiani.
Ceccano, venerdì 13 luglio – Castello dei Conti de Ceccano – I Festival di Filosofia in Ciociaria “Restiamo umani”

di Federico Palladini - Un celebre quadro di Èdouard Manet: l’interno di un bar alla moda, affollato da gente vociante che assiste a uno spettacolo. Un avventore (appare riflesso nello specchio) sta per ordinare qualcosa a una ragazza dallo sguardo triste e pensoso, che svela inquietudine, solitudine. Sul bancone del bar bottiglie a sinistra e a destra e tra di loro un bicchiere di vetro con dentro dell’acqua e due fiori e un bellissimo vaso di cristallo che contiene una quindicina di mandarini lucenti. Basterebbe una distrazione della ragazza al banco o un qualunque agente dinamico avverso a far cadere a terra il bicchiere o il vaso e farli rompere in tanti pezzi.
Se fossero di acciaio questo non accadrebbe. Perché l’acciaio non è fragile come il vetro. Il vetro è sensibile. Maggiori sono la sua raffinata sottigliezza e la sua elaborazione in cristallo luminoso, maggiore è la sua fragilità. Il bicchiere e il vaso sono come la ragazza al bancone.

Anche tra gli uomini, come fra gli oggetti, ci sono infatti anime più sensibili, più fragili, più simili al vetro che all’acciaio. La loro sensibilità le espone agli insulti della vita, che spesso per queste anime non procede secondo le traiettorie che esse desidererebbero. E così si scheggiano, si sbeccano, si infrangono. A volte si risanano ma il segno rimane, cicatrice indelebile della ferita ricevuta.
In ogni caso, anche il minimo frammento della loro essenza, sia essa spezzata, menomata o frantumata, continua a rilucere e a splendere ancora agli occhi di colui che lo raccolga e lo osservi con attenzione.

Solo una grande prudenza o un istinto di estrema contrazione potrebbero far assumere a queste anime una ideale forma sferica o assolutamente compatta, resistente quasi quanto l’acciaio, ma ciò implicherebbe la loro rinuncia alla vita e soprattutto alla forma aperta, qual è quella del vaso o del bicchiere, atta ad accogliere l’acqua, il fiore, i mandarini o il semplice vuoto, meravigliosa componente della bellezza.
Un frammento di cristallo puro, in tutta la sua fragilità esistenziale, invece, continua a splendere, a dare e a ricevere.
Esso è come “una goccia di splendore”, l’attributo estetico/spirituale che Fabrizio De André, nella canzone “Smisurata preghiera” riconosce alle “anime salve”, quelle anime solitarie, poiché diverse, incomprese, e per questo reiette e avulse da una maggioranza omologata, massificata e superficiale. Quelle anime perennemente in direzione ostinata e contraria, che alla morte consegneranno appunto una goccia di splendore, di umanità, la loro umanità. A quelle anime il cantautore ha dedicato il suo ultimo, meraviglioso album, pubblicato nel 1996: “Anime salve”.

Alle anime salve e fragili è dedicato il concerto che terremo venerdì 13 luglio a Ceccano, nella corte del Castello dei Conti, nell’ambito di “Restiamo umani” - I Festival di Filosofia in Ciociaria (dal 13 al 15 luglio). Il tema della serata, lo stesso dell’intera rassegna, è la fragilità umana, condizione particolarmente cara a Fabrizio De André, che ebbe a comporre “Amico fragile”, uno dei suoi più bei testi, in una notte di solitudine/salvezza dopo aver abbandonato malamente una cena con alcuni esponenti di quella maggioranza conformista che non mette a loro agio le anime salve come quella di De André era. Si ritira, andandosene ex abrupto, alla maniera di Harry Haller ne “Il lupo della steppa” quando lascia la casa del professore reazionario dopo essersi liberato, in un atto di salvezza e di estremo rigore, di tutte le ingiurie intellettuali e morali subite durante la cena, prima di tornare alla sua solitudine di lupo.

Con un assetto strumentale scarno ed essenziale (voce, chitarra e percussioni) io e Massimo Campasso racconteremo le anime salve e fragili cantate da De André, addentrandoci in punta di piedi nel suo ricco universo poetico: dalla profondità di “Amico fragile” al testamento spirituale di “Anime salve”, dall’ultimo canto de “Il suonatore Jones” all’idea di impermanenza di “Khorakhanè”, dall’inquietudine di Fernandino-Fernanda in “Princesa” alla Maria meravigliosamente umana di “Tre madri”, dal dramma umano e professionale di “Un medico” alle faide sorde di “Disamistade”. E ancora, “Via del Campo”, “La città vecchia”, “La guerra di Piero”, ecc. È prevista anche la speciale partecipazione di studenti che eseguiranno alcuni dei brani.

Nel finale avranno spazio alcune altre canzoni che raccontano di anime fragili: “Lella” di Edoardo De Angelis, “Silvia lo sai” di Luca Carboni, e due miei brani: “Acqualuna” e “Il pescatore di galline”.

“Ricorda, Signore, questi servi disobbedienti
alle leggi del branco,
non dimenticare il loro volto
che dopo tanto sbandare
è appena giusto che la fortuna li aiuti.
Come una svista
Come un’anomalia
Come una distrazione
Come un dovere”

(F. De André, “Smisurata preghiera” – Anime salve, 1996)

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici