fbpx
Menu
A+ A A-

Calcio a5. Ceccano straripante, meta più vicina

Vicidomini Pizzuti 350 260 minTommaso Cappella-Ufficio Stampa Ceccano ca5 - CECCANO- SPORTING CALCIO VODICE 9-4.
Vittoria interna netta a spese dello Sporting Calcio Vodice nell'anticipo della 20a giornata del campionato provinciale di serie D e, a due giornate dal termine, C2 sempre più vicina. Il Ceccano supera 9-4 i pontini e bissa il successo dell'andata quando, sempre presso il centro sportivo Olimpia, si impose per 10-1. In attesa della sfida tra Arena Cicerone e Città di Sora, Pizzuti e compagni centrano la 15a vittoria stagionale su 18 gare sin qui disputate e conservano sei lunghezze di vantaggio proprio sulla squadra di mister Recchia. Praticamente ai rossoblu manca un solo punto per brindare al salto di categoria.

Tornando alla sfida con lo Sporting Calcio Vodice, sin dalle prime battute il Ceccano mette alle corde i pontini. Già al 3' passano grazie a capitan Pizzuti con un'azione personale. Pressano i rossoblu ma non finalizzano, mentre gli ospiti si affidano a conclusioni da fuori che non impensieriscono Cipriani. Al 15' però pareggiano con Sociani su assist di Pippia. Al 21' lo Sporting Calcio Vodice si porta in vantaggio con un ottimo contropiede ben orchestrato e finalizzato ancora da Sociani. Ma il Ceccano reagisce e pareggia un minuto dopo con Iaboni. Al 28' il nuovo vantaggio arriva con Cicciarelli servito da Colapietro. Poco prima del riposo è ancora quest'ultimo a fissare il parziale sul 4-2. Nella ripresa i padroni di casa allungano grazie alle reti di Ricci, Pizzuti, Pietrantoni e ancora Pizzuti per il momentaneo 8-2. Momento di relax da parte dei rossoblu; ne approfittano i pontini che realizzano ancora con Sociani e Vicidomini. Ci pensa Cicciarelli in chiusura a fissare il finale sul 9-4. Prossimo impegno per la squadra di Compagnone la trasferta a Strangolagalli contro il Kosmos, battuto all'andata per 7-0.

CECCANO: Cipriani, Capoccetta, Pizzuti, Pietrantoni, Ricci, Salvati, Cicciarelli, Colapietro, Iaboni.

Allenatore: Compagnone.

SPORTING CALCIO VODICE: Perillo, Saggese, Pippia, Cestra, Vicidomini, Basciu, Brugnolo, Sociani G., Chiappini.

Allenatore: Sociani A.

Arbitro: Di Vico di Frosinone.

Marcatori: 3' pt Pizzuti, 15' pt Sociani G., 21' pt Sociani, 22' pt Iaboni, 28' Cicciarelli, 30' pt Cicciarelli, 5' st Ricci, 13' st Pizzuti, 16' st Pietrantoni, 20' st Pizzuti, 23' st Sociani G., 26' st Vicidomini, 29' st Cicciarelli.

Leggi tutto...

E' vero che la Banda di Ceccano non eseguirà Bella Ciao?

anpi BANDIERA 350 260 minLETTERA APERTA AL SINDACO DOTT. ROBERTO CALIGIORE

Egregio Sig. Sindaco,
il 25 Aprile è una data con un significato simbolico importantissimo per la nostra Nazione.
È il giorno della Festa della Liberazione dall’occupazione tedesca e dal Regime fascista. Il giorno in cui Sandro Pertini, allora Partigiano, poi Presidente della Repubblica tra i più amati, a nome del CLNAI, proclamò l’insurrezione generale in tutti i territori ancora occupati. Il giorno della riscossa nazionale, della vittoria della Resistenza. Il giorno che ha portato l’Italia a diventare una Repubblica democratica con una Costituzione tra le più belle mai scritte.

Lei capisce bene l’importanza che questa ricorrenza ha avuto negli anni per la formazione della Memoria condivisa di una nazione ancora giovane dal punto di vista della cultura democratica. E capisce bene l’importanza che, insieme ad essa, hanno altri simboli.

Tra essi possiamo di sicuro annoverare “Bella Ciao”, un canto popolare, diventato celeberrimo dopo la Resistenza perché fu idealmente associato al movimento partigiano italiano. Nonostante sia un canto popolare italiano, legato a vicende nazionali, è tuttora noto in molte parti d'Europa come canto di ribellione contro il nazi-fascismo. È stata cantata durante le proteste del movimento Occupy Wall Street o durante le commemorazioni funebri per la strage di Charlie Hebdo. Insomma ha assunto una valenza simbolica enorme. Per questo motivo le chiediamo:

è vero che la Banda comunale di Ceccano non eseguirà Bella Ciao durante la commemorazione del 25 Aprile?

Per quale motivo?

Grazie,

La sezione ANPI di Ceccano

Leggi tutto...

Ceccano. Il PRC non la manda a dire

bandiere rifondazione 360 260Il circolo di Rifondazione Comunista non la manda a dire ed i militanti per essere chiari scrivono al sindaco Caligiore una lettera aperta in cui lo invitano a sanare le preoccupazioni dei cittadini allarmati «da voci che danno per certo l’affidamento della gestione degli stalli (parcheggi per auto nelle strisce blu) a pagamento a privati; di aumentare a circa 400 i posti auto, fino ad oggi sono una sessantina; di prevedere, contestualmente all’aumento del numero degli stalli, il raddoppio dell’importo del ticket orario». Una richiesta di rassicurazioni e «di chiarire pubblicamente l’autenticità o meno di queste voci tenendo presente che per la nostra città i posti auto sono l’ultimo dei problemi.»

«A Ceccano - continua la lettera - in questa crisi strisciante e profonda stanno chiudendo negozi e officine di piccolo e vario artigianato, nel centro storico come nelle aree periferiche. La nostra città, che si sta svuotando, ha bisogno sia di interventi finanziari di sostegno alle attività in crisi, sia di interventi culturali che diano vitalità alle nostre strade e quartieri che da anni chiedono di risolvere l’assenza di collegamenti tra periferia centro storico e capoluogo. Mobilità interna ed esterna altro che parcheggi! Piuttosto che svendere a privati spazi collettivi, questa Amministrazione dovrebbe avviare una sistematica consultazione della città su un programma di rinascita economica e culturale non più rinviabile.»
La lettera, affermano i militanti di Rifondazione, è un atto dovuto perché l’esasperazione tra i nostri concittadini sta aumentando. Sono come noi stanchi di un’amministrazione che fa solo programmi con finalità poco chiare. Non vorremmo trovarci come con le tre rotonde programmate, di cui solo due realizzate, contrabbandate come arredo urbano inutile.

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Carlini e Tarquini lanciano il Ceccano

Zonfrilli Tiberia 350 260 mindi Tommaso Cappella, Ufficio Stampa (note tecniche in fondo) - CECCANO. Dopo aver battuto a domicilio lo Sport Virtus Guarcino ed essersi ripresa la vetta solitaria della classifica, il Ceccano, con un gol per tempo, si ripete al “Popolla” al cospetto del San Giovanni Incarico nella decima giornata di ritorno del girone I del campionato di Prima categoria. Al fischio d'inizio del direttore di gara i padroni di casa partono spediti e al1'11' passano in vantaggio: cross dal fondo di Tarquini con Matrundola che stoppa la palla con le mani, il susseguente calcio di rigore è trasformato dallo specialista Alessio Carlini.

Il gol dovrebbe dare spinta ai rossoblu e invece inspiegabilmente commettono qualche errore di troppo soprattutto in fase conclusiva. Ci provano i vari Carlini, Tarquini e Colafrancesco, ma l'attenta difesa ospite fa buona guardia. Molto più vivace la ripresa con il Ceccano alla ricerca del raddoppio. Al 5' Padovani, portatosi nell'area avversaria, viene messo giù da capitan Zonfrilli, altro calcio di rigore e questa volta è Colafrancesco ad incaricarsi della battuta ma il pallone si stampa sul palo. Due minuti dopo, gran parata da Susa su conclusione velenosa di Alessio Carlini. Insistono i rossoblu con Tarquini in evidenza. Al 27' effettua una gran conclusione e Susa manda in angolo. Poco dopo la mezz'ora tira a colpo sicuro ma la palla termina di un soffio a lato. Al 39' però, imbeccato magistralmente in profondità da Alessio Caerlini, elude il fuorigioco, si presenta solo davanti al portiere avversario e lo supera per il definitivo 2-0. Prossimo impegno per Tiberia e compagni la trasferta domenica mattina alle ore 11.00 ad Arnara contro lo Sterparo che, nella gara di andata, è stato capace di strappare un punto al “Popolla”.

CECCANO-SAN GIOVANNI INCARICO 2-0

CECCANO: Monti, Zeppieri, Mercuri, Bruni (39' st Cipriani), Padovani (33' st Filippi), Tiberia, Tarquini (39' st Mattone), Mancini (45' st Pizzuti), Colafrancesco (19' st Bignani), Carlini E., Carlini A.

A disposizione: Del Zio, Protani.

Allenatori: Padovani-Bragaglia.

SAN GIOVANNI INCARICO: Susa, Matrundola, Capocci, Massaro (39' st Trementozzi), Mancini, Sabetta Mar., Sarracino (25' st Polselli), Mastrantoni, Sabetta Mat., Zonfrilli, Chiarlitti

A disposizione: Maffeo, Passari, De Angelis, Federici, Di Manna.

Allenatore: Scagliarini.

Arbitro: Casolaro di Frosinone.

Marcatore: 11' pt (ri.) Carlini), 39' st Tarquini.

Note: ammoniti Tiberia e Capocci; calci d'angolo 8-3; spettatori 200 circa, recupero: 2' pt, 4' st

Leggi tutto...

Ceccano fermato dalla Fortitudo

Ceccano ca5 Pizzuti Sera 350 260 mindi Tommaso Cappella, Ufficio Stampa Ceccano ca5 (note tecniche in fondo) - CECCANO. Termina in parità con quattro reti per parte l'atteso scontro al vertice tra Ceccano e Fortitudo Fontanaliri, valido per il settimo turno del girone B del campionato provinciale di serie di D di calcio a5. Un risultato favorevole comunque ai rossoblu, perché, a cinque giornate dal termine e un calendario favorevole, restano quattro i punti di vantaggio del Ceccano sui fontanesi ma con una partita in meno per aver osservato già il turno di riposo (la Fortitudo lo farà la prossima settimana).

La gara vede in avvio più intraprendenti gli ospiti che passano dopo un solo minuto grazie a Gianmarco Bianchi imbeccato da De Angelis. La reazione dei padroni di casa non si fa attendere, anche se si erge a protagonista Roscioli con ottime parate. Nulla può però al 20' quando un'azione insistita del Ceccano trova Cicciarelli abile nel finalizzare. Subito dopo Cipriani atterra in area Jacopo Bianchi e l'arbitro assegna il calcio di rigore, calciato da Gianmarco Bianchi, ma che lo stesso estremo difensore rossoblu riesce a neutralizzare. Poco prima del riposo arriva l'uno-due dei ragazzi di Compagnone grazie a Colapietro e Pietrantoni per il 3-1 parziale. Nella ripresa la Fortitudo cerca la rimonta e, dopo un palo colpito da Colapietro al 7', subito dopo è Forlini ad accorciare. Gli ospiti insistono. Prima colpiscono i legni della porta avversaria con Gianmarco Bianchi e poi pareggiano al 16' con lo stesso giocatore. Un minuto dopo giunge anche il gol del sorpasso con Bonavenia servito da Caldaroni. Ci pensa quindi capitan Pizzuti al 20' a riequilibrare le sorti del match per il 4-4 finale.

Prossimo impegno per il Ceccano venerdì sera alle ore 21.00 in casa del Ginnastica e Calcio Sora, relegato nelle posizioni medio basse della classifica e battuto nel match di andata per 7-3.

CECCANO-FORTITUDO FONTANALIRI 4-4

CECCANO: Cipriani, Capoccetta, Pizzuti, Pietrantoni, Ricci, Salvati, Cicciarelli, Colapietro, Di Vico, Ferri.

Allenatore: Compagnone.

FORTITUDO FONTANALIRI: Roscioli, Di Palma, Bianchi G.M., Bonavenia, Bobba, Bianchi J., Sera, Caldaroni, Greco, Forlini, De Angelis, Conte.

Allenatore: De Angelis.

Arbitro: Meglio di Frosinone.

Marcatori: 1' pt Bianchi G.M., 20' pt Cicciarelli, 29' pt Colapietro, 30' pt Pietrantoni, 8' st Forlini, 16' st Bianchi G.M., 17' st Bonavenia, 20' st Pizzuti.

Note: ammoniti Capoccetta, Cicciarelli, De Angelis e Greco.

Leggi tutto...

L'inquinamento del Sacco ancora in dibattito a Ceccano

unmomentodelconvegno 29mar19 mindi Valentino Bettinelli - L'inquinamento della Valle del Sacco ancora argomento di dibattito in quel di Ceccano. Nel pomeriggio di venerdì 29 marzo, la sala auditorium della biblioteca ha ospitato un convegno organizzato dall’associazione “Famiglia Futura” e dalla “Lega Consumatori”.

I lavori, avviati e moderati dall’Avv. Manuela Maliziola, sono stati seguiti da un pubblico numeroso e particolarmente attento sulla vicenda. Al Presidente del Consiglio Comunale di Ceccano, Marco Corsi, il compito di estendere ai presenti il saluto dell’Amministrazione e di richiamare l’attenzione su un tema che deve essere affrontato “al di fuori di ogni steccato politico, mettendo al centro la salute e il bene dei cittadini e del territorio”.

Primo intervento tecnico quell dell’Ing. Aldo Pierro che, attraverso una serie di slide, ha spiegato come si procede ad una bonifica, dal punto di vista geologico ed ingegneristico. “La Valle del Sacco si trova al centro della Valle Latina, chiusa da due schermi montuosi che incidono molto sulla circolazione dell’aria che, inevitabilmente ristagna nella zona. Il SIN del Sacco interessa 7000 ha di terreni, per lo più inquinati; contaminazione derivante dall’industrializzazione senza criterio di sostenibilità degli anni ‘60-‘70”.

Il Prof. Rudy Gargano, dell’Università di Cassino, ha affrontato il tema della bonifica delle acque: “La fitodepurazione è sistema efficace, ma bisogna evitare di sopravvalutare tale processo. Il problema della risoluzione attraverso le essenze arboree è rappresentato dal radicamento delle stesse.Radici che potrebbero far percolare gli inquinanti verso gli strati più bassi e verso le falde sotterranee*”. Ad avviso del Prof. Gargano “l’unica strada percorribile è quella della collaborazione interdisciplinare, al fine di creare un lavoro fondato su una visione sistemica del problema”.

Il tema dell’incidenza sulla salute pubblica è stato affidato al Dott. Giovanni Magnante (Associazione Medici di famiglia per l’ambiente), il quale ha affrontato il problema del29mqr19 maliziola 350 260 min particolato. “Queste polveri, sottili ed ultra sottili, creano mutazioni geniche nei cromosomi, portando inevitabilmente ad episodi cancerosi. L’inquinamento da metalli pesanti, sostanze velenose e polveri sottili causa anche numerose patologie a livello endocrino e cardiovascolare, specialmente tra i più giovani e nei neonati. I dati di incidenza sulla popolazione della nostra provincia sono doppi rispetto alla media nazionale”.

A chiudere gli interventi dei relatori, le parole del Prof. Roberto Persiani, responsabile della Chirurgia Oncologica mini-invasiva del Policlinico Gemelli. “La malattia è vista come un’ingiustizia. Diventa un'ingiustizia insopportabile quando si manifesta senza presenza di fattori di rischio, ma a causa di una condizione di inquinamento come quella della Valle del Sacco. Noi medici ci sforziamo per migliorare il nostro lavoro, ma contrastare le cause spetta a qualcun’altro”. Il Dott. Persiani ha fatto riferimento anche alla prevenzione: “Il panico e la disperazione investono quotidianamente chi si ammala e chi lo circonda. Il tumore va aggredito anche con la conoscenza, mettendo a disposizione delle persone gli strumenti per non rimandare ad una data che può essere tardiva”.

Dopo il prezioso sguardo scientifico sulla questione Valle del Sacco, spazio al dibattito e alle associazioni. Francesco Notarcola (Cittadinanzattiva) ha puntato il dito contro “una sanità assolutamente deficitaria”, richiamando i cittadini, affinché “diventino protagonisti di questa battaglia per il futuro”.
Anna Maria Tedeschi (Associazione Naturambiente) ha chiesto “un tavolo per la trasparenza, per il rispetto dell’Accordo di Programma per la bonifica del SIN Sacco. I soldi vengano effettivamente usati per i progetti citati nell’accordo”. Continua affermando che “i cittadini di uno Stato di diritto non dovrebbero mai essere costretti a dover scegliere tra lavoro e salute”.

Presente al convegno anche Roberto Rosso (Retuvasa), che ha annunciato “l’apertura di un Vertenza sul tema. Il 13 aprile ci sarà una manifestazione a Frosinone, nella quale trovare unità tra istituzioni, associazioni e società civile. L’area della Valle del Sacco è vittima di un inquinamento ambientale senza precedenti e di una piaga occupazionale dilagante. Bisogna trovare la congiunzione tra SIN e area di crisi complessa. Proprio per questi motivi, la necessità di aprire una vertenza di cittadini che hanno acquisito anche competenze, pronti a cambiare la situazione”.

Elisa Guerriero (Assessore all’ambiente del Comune di Ceprano) ha voluto chiarire delle cose in merito all’Accordo di Programma siglato da Ministero e Regione. “Il SIN Sacco è un’area che, negli anni, ha moltiplicato le sue problematicità. Questo accordo quadro è il risultato di una costante e pressante richiesta di attenzione avanzata dal Coordinamento dei Sindaci. I fondi stanziati rappresentano un punto di partenza e non certamente una fase di arrivo del percorso di bonifica”.

A chiudere gli interventi, il consigliere comunale di Ceccano, Luigi Compagnoni, che ha voluto raccogliere il suo pensiero in “tre parole chiave utili per risolvere insieme il problema: competenza, dati e piano”, esortando anche l’Amministrazione Comunale di Ceccano affinché si arrivi “a pubblicare i dati ambientale nella sezione trasparenza del sito istituzionale del comune”.

Manifestazione partecipata e densa di contenuti tecnici. Approfondimento garantito dalle personalità di spicco invitate da Famiglia Futura e Lega Consumatori. Un ulteriore passo di partecipazione civica ed associativa, affinché si arrivi ad una fattivo sblocco di una situazione che, con il suo decennale stallo, sta portando soltanto ad un costante deperimento dell’intera area della Valle del Sacco. Ora spetta alle Istituzioni il compito di rappresentare le istanze di cittadini esausti, continuamente colpiti dall’inquinamento derivante dalla contaminazione del suolo e dall’avvelenamento delle acque.

 

 

* La seguente frase "Radici che potrebbero far percolare gli inquinanti verso gli strati più bassi e verso le falde sotterranee" è stata rimossa per esplicita richiesta del Prof Rudy Gargano con le seguenti motivazioni che riportiamo integralmente.

«Spett.le Lega Consumatori Frosinone,
la presente per evidenziare l’errata comunicazione che state divulgando, utilizzando, purtroppo, la mia persona. Vi chiedo di rettificare ad horas quanto riportato sul Vs. sito WEB.
Invero, nella comunicazione inerente la conferenza sul degrado ambientale della Valle del Sacco del 29 marzo 2019, cui ho preso parte su cortese invito dall’avv. Maliziola (che legge per CC), sono attribuite alla mia persona –mediante virgolettato- affermazioni assolutamente mai sostenute:
“La fitodepurazione è sistema efficace, ma bisogna evitare di sopravvalutare tale processo. Il problema della risoluzione attraverso le essenze arboree è rappresentato dal radicamento delle stesse. Radici che potrebbero far percolare gli inquinanti verso gli strati più bassi e verso le falde sotterranee”.
La terza frase è assolutamente forviante e priva di alcun significato fisico. Infatti, le motivazioni addotte dallo scrivente nel succitato convegno erano del seguente tenore:
Solitamente le tecniche di fitodepurazione non possono da sole essere risolutive del problema della contaminazione dei suoli da lindano e metalli pesanti, poiché la capacità di intercettazione dei contaminanti da parte dell’apparato radicale dell’essenza erbacea a tal fine impiegate si limita agli strati di terreno più superficiali.
Purtroppo, a seguito del percolato lo spessore del terreno coinvolto dal processo di contaminazione è ben maggiore, al punto di poter interessare –ahimè- anche la falda. Questo comporta che le tecniche di phytoremediation devono essere coadiuvate da processi di bonifica più radicali, capaci di interessare gli strati di terreno più profondi. Un efficace esempio a tal riguardo è il soil flushing.
È evidente, pertanto, che il mio messaggio tecnico al convegno in epigrafe era di tutt’altra natura rispetto al Vs. comunicato, e mi duole constatare che la medesima errata dichiarazione è stata ripresa da alcuni quotidiani locali (e.g. L’Inchiesta del 2 aprile 2019) producendo sull’argomento disinformazione.
Resto in attesa di un Vs. pronta rettifica.
Con i migliori saluti
Rudy Gargano»

Leggendo questa richiesta è bene precisare che in essa si legge che è rivolta alla Lega Consumatori di Frosinone e ad un non precisato sito, quindi non riguarda né la carta stampata e se si vuole manco noi, visto che UNOeTRE.it non è il sito della Lega Consumatori di Frosinone come invece è sostenuto nell'email inviata dal professore.
Questo, va scritto, perché se è sempre giusto essere precisi ciò vale per chiunque, senza eccezioni.

_________________________________________

pagina aggiornata il 3 aprile 2019

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Ceccano passa a Guarcino e torna solitario in vetta

DanieleColafrancesco Ceccano 350 260 mindi Tommaso Cappella, ufficio stampa - Nella gara di recupero della quinta giornata di ritorno del girone I del campionato di Prima categoria. Le reti messe a segno da Tiberia nel primo tempo e Colafrancesco nella ripresa.

SPORT VIRTUS GUARCINO-CECCANO 0-2

GUARCINO – Vince il Ceccano al cospetto dello Sport Virtus Guarcino nel recupero della gara valida per la quinta giornata di ritorno del girone I del campionato di Prima categoria, rinviata il 24 febbraio scorso per il maltempo. Un successo che consente di tornare in testa alla classifica con due lunghezze di vantaggio sullo Sporting Pontecorvo.

Tornando al recupero di ieri sia il Ceccano che lo Sport Virtus Guarcino lamentano qualche assenza di rilievo e danni vita ad un bel match giocato a viso aperto, anche se sono i rossoblu, sin dall'avvio, a comandare il gioco. Dopo una clamorosa palla-gol sprecata da Tarquini al 20', il Ceccano passa cinque minuti dopo: batte un angolo Alessio Carlini, sul palo opposto si fa trovare pronto capitan Tiberia che insacca. Al 39' gran tiro dal limite di Alessio Carlini il quale colpisce in pieno il palo. Nella ripresa al 15' i rossoblu mettono al sicuro il risultato. Gran lancio di Alessio Carlini per Colafrancesco il quale, spalle alla porta, controlla, si gira e supera Minnucci. Due minuti dopo i padrini di casa potrebbero accorciare. Tarabonelli entra in area sulla sinistra e viene messo giù da Zeppieri, il direttore di gara indica il dischetto, ma lo stesso Tarabonelli si fa parare il rigore da Monti. Poi non accade più nulla, se si eccettua una traversa colpita da Mario Bianchi allo scadere. Ed ora i rossoblu sono attesi domenica prossima dal match interno con il San Giovanni Incarico sconfitto nettamente in casa nell'ultimo turno dall'ex capolista Sporting Pontecorvo.

 

SPORT VIRTUS GUARCINO: Minnucci, Della Morte (28' s Torre), Cianfrocca, Bianchi G., Falconi, Ascenzi (20' st Pazienza) (38' st Gatta)), Rapone (17' st Fanella), Restante, Tarabonelli (22' st Boezi), Bianchi M., Magassa.

A disposizione: Mariani M.

Allenatore: Di Raimo.

CECCANO: Monti, Zeppieri, Filippi (20' st Mattone), Bruni (40' pt Mancini), Padovani, Tiberia, Tarquini (45' st Protani), Cipriani, Colafrancesco, Carlini E., Carlini A.

A disposizione: Del Zio, Cerroni, Mercuri, Bignani.

Allenatori: Bragaglia-Padovani.

Arbitro: Longo di Frosinone.

Marcatori: 25’ pt Tiberia, 15' st Colafrancesco.

Note: espulsi al 44' st Restante per doppia ammonizione e Pazienza dalla panchina per proteste; ammoniti Bruni, Tarquini, Cipriani, Ascenzi e Magassa.

Leggi tutto...

A Ceccano si è detto BASTAACEA

Bastaacea23mar19 350 260 mindi Valentino Bettinelli - Ancora Ceccano come palcoscenico per la protesta contro la sciagurata gestione del servizio idrico da parte di Acea. Questa volta, però, le rimostranze dei comitati si spostano per strada. Un corteo che dalla stazione ferroviaria, passando per lo storico ponte sul fiume Sacco, ha raggiunto Piazza Berardi nella mattinata di sabato 23 marzo. Manifestazione molto partecipata che ha registrato la presenza dei tanti attivisti riuniti dal Coordinamento Provinciale per l’acqua pubblica.
Una partecipazione e una protesta che affondano le proprie radici nella lotta per il referendum del giugno 2012, quando la popolazione scelse per il ritorno alla gestione pubblica del servizio idrico. Istanza popolare, ancora oggi, rimasta inascoltata dai legislatori e dai governi che in questi anni si sono succeduti.
Da sottolineare qualche assenza di troppo anche tra coloro i quali avevano promosso in maniera capillare la protesta di Ceccano. Mancanze che inevitabilmente hanno creato qualche malumore tra i dimostranti.

Nella raccolta di Piazza Berardi, al termine del corteo, voce a Domenico Aversa, del comitato “No Acea” di Ceccano e coordinatore provinciale. “Non siamo qui per rappresentare gli interessi di questo o quel partito politico. Anzi, vogliamo denunciare l’abbandono della classe politica nei nostri confronti”. Chiaro riferimento agli eletti nel nostro territorio, colpevoli non solo dell’assenza. A questi imputato il totale disinteresse nei confronti della vicenda. A tal proposito Aversa afferma che “non c’è stata nemmeno un’adesione formale da parte degli esponenti politici eletti nella nostra Provincia. Non un messaggio, non una chiamata. Una mancanza di rispetto nei confronti di una cittadinanza esasperata e ormai lontana dalla politica e dalle istituzioni”.

Ancora una volta registrare la latitanza della politica locale, regionale e nazionale è una prassi per chi racconta le vicende della ciociaria. Evidente l’assenza di dialogo tra classe dirigente e cittadini, in netto contrasto con quello che, per un politico, dovrebbe essere un dovere morale, ovvero l’impegno costante sul territorio e la cura degli interessi di tutti quelli che hanno anche contribuito all’elezione dei vari esponenti, di tutte le parti politiche. acquaAcea 350 260 min

A sottolineare la cattiva gestione da parte di Acea le parole di Aurora Colafrancesco, a nome di tutti gli utenti Acea. “Ogni giorno siamo costretti ad osservare la terra che esce dai nostri rubinetti, assieme all’acqua. Acea, però, non sembra interessata al confronto con noi utenti; l’unico interesse della società è quello economico. Se non si parla di soldi, bollette e morosità, non si può interloquire con i responsabili”.

 

A chiudere la manifestazione, l’intervento del portavoce del coordinamento, Mario Antonellis. Di nuovo un attacco ad una “politica continuamente assente”. Continua puntando il mirino sulle questioni più tecniche della vicenda. “Il nostro obiettivo è quello di far rispettare i risultati del referendum del 2012, rendendo di nuovo pubblica la gestione dell’acqua. Abbiamo scelto Ceccano perché da qui è partito il movimento per la risoluzione del contratto. Ringrazio il Sindaco, ma lo invito a non abbandonarci, perché abbiamo bisogno di amministrazioni pronte a lottare insieme a noi”. Centro del discorso di Antonellis proprio la questione sulla risoluzione contrattuale “ancora sub judice. C’è stato un ricorso al TAR da parte di Acea e un controricorso al Consiglio di Stato da parte dei Sindaci. Consiglio di Stato che, dopo un anno, ancora non si pronuncia sul tema”. L’obiettivo dei comitati è quello di unire le forze con gli amministratori perché “l’obiettivo di Acea è quello di vedere gli amministratori disuniti e scompaginati, affinché ci siano orizzonti diversi e inquinamenti politici”. Mario Antonellis conclude il suo intervento dicendo che “va assolutamente stralciato il Decreto Padoan per la riscossione coattiva del debito da parte di Acea. La multinazionale romana ha dovuto dichiarare che, in caso di mancata riscossione, rischiava il dissesto finanziario. Eventualità evidentemente falsa. Nel frattempo, infatti, Acea ha elargito sponsorizzazioni ingenti a televisioni e società di calcio come il Frosinone . La nostra protesta potrebbe arrivare anche nella maratona di Roma, altro evento sponsorizzato da Acea”.

Questa marcia vuole essere un primo segnale, a cui farà seguito un lungo elenco di ulteriori manifestazioni a difesa di un bene pubblico essenziale come l’acqua. Una protesta contro la gestione cervellotica da parte di un privato del bene comune. Un tentativo di affondo, da parte della cittadinanza attiva, nei confronti di una classe politica continuamente assente nel dibattito sulle questioni di primaria importanza per i territori. Viene, dunque, da chiedersi quali interessi muovano questa continua, e ormai insopportabile, latitanza da parte di politici, rappresentanti sindacali e Istituzioni?

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Riscatto del Ceccano, tris al Colli La Lucca

SimoneeCipriani 350 minTommaso Cappella, Ufficio Stampa - CECCANO – Dopo aver perso la gara di recupero con lo Sporting Pontecorvo che è costata la vetta della classifica del girone I di Prima categoria e in attesa di disputare quella con lo Sport Virtus Guarcino, il Ceccano supera con un tris di reti al “Popolla” il Colli La Lucca e si mantiene a ridosso della prima posizione.

Una gara che vede, sin dai primi minuti, i rossoblu in avanti e alla prima occasione trovano anche la rete del vantaggio. E' il 4' quando Alessio Carlini subisce un fallo al limite dell'area, l'arbitro sta per fischiare la susseguente punizione, ma dalle retrovie arriva il giovane Cipriani e, con un gran tiro, manda il pallone all'incrocio dei pali. Gli ospiti reagiscono ma pericoli veri e propri Monti non ne corre. La gara è controllata molto bene dal Ceccano, anche se finalizza poco. Al 40' Alessio Carlini si procura una punizione dal vertice dell'area sulla sinistra, la batte lo stesso per la testa di Colafrancesco e sfera che termina di un niente al lato. Nella ripresa il Colli La Lucca resta in dieci dopo soli sette minuti.

E così, subito dopo la mezz'ora, azione travolgente sulla sinistra di Mercuri che mette al centro dove Alesssio Carlini non deve far altro che scaraventare la sfera in rete. Al 40' azione fotocopia del raddoppio con l'inesauribile Mercuri che porge di nuovo all'attaccante rossoblu la palla per il definitivo 3-0.

CECCANO-COLLI LA LUCCA 3-0

CECCANO: Monti, Mancini, Mercuri, Bruni, Padovani, Tiberia, Tarquini (24' st Mattone), Cipriani (35' st Pizzuti), Colafrancesco, Carlini E., Carlini A. (43' st Protani).

A disposizione: Del Zio, Zeppieri, Cerroni, Bignani, Aversa.

Allenatori: Padovani-Bragaglia.

COLLI LA LUCCA: Rea, Zoffranieri, Sciucco A. (35'st Visca), Di Vona, Porretta, Patriarca, Alonzi (26' st Casagrande), Sperduti Si., Venditti (44' st Tersali)m Gaeta, Raponi.

A disposizione: Tomaselli, Chiarlitti, Bottoni, Sciucco L., Cioffi, Polsinelli

Allenatore: Sperduti.

Arbitro: De Florentiis di Aprilia.

Marcatore: 4' pt Cipriani, 31' st Carlini A., 40' st Carlini A.

Note: espulso al 7' st Porretta per doppia ammonizione; ammoniti Di Vina, Venditti, Polsinelli (dalla panchina), Padovani, Colafrancesco e Mattone.

Leggi tutto...

Ceccano. L’incontro tra le forze del centrosinistra

ceccano palazzo antonelli 350 253«A Ceccano sono molti gli esponenti delle forze del centrosinistra che hanno deciso di costruire insieme un nuovo programma amministrativo, con la partecipazione del più ampio numero di forze politiche, sociali e del mondo dell'associazionismo. In particolare, il 13 marzo 2019, si è tenuta una riunione del centrosinistra, che ha visto la partecipazione di esponenti locali del PD di Ceccano, dei Socialisti della sezione Pertini, delle liste civiche "Insieme per Ceccano" e “Progresso e libertà", oltre ad altre personalità rappresentanti varie sensibilità del centrosinistra ceccanese.

In vista delle amministrative del 2020, in campo ci sono già cinque liste ed è solo l’inizio di un lungo percorso. Non abbiamo pretese di autosufficienza e siamo aperti al dialogo con tutti i movimenti civici che hanno come riferimento il "bene comune" della Città di Ceccano.

L’incontro tra le forze del centrosinistra è stato proficuo e si è svolto in un clima di unità. Tutti siamo chiamati a contribuire a costruire una Città vivibile, inclusiva e solidale. La nuove sfide che si presentano possono essere affrontate solo con una programmazione volta a realizzare nuovi progetti validi e lungimiranti al fine di ottenere i finanziamenti che spettano ai Comuni.

L’unità e la consapevolezza del valore che ognuno ha per rilanciare il nostro territorio saranno le chiavi per tornare a ben amministrare la Città di Ceccano.»

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici