fbpx
Menu
A+ A A-

Pci provinciale, Della Posta confermato segretario

  • Pubblicato in Partiti

Vasetti Della Posta Di Santo 350 260 mindi Tommaso Cappella* - Sarà ancora Oreste Della Posta a guidare i comunisti ciociari nei prossimi tre anni. Martedì pomeriggio, presso la sede provinciale di viale Napoli i componenti del comitato federale, eletto al termine del congresso tenuto presso il Ristorante 'La Trattoria' il 16 giugno scorso, hanno deciso di confermare quindi il segretario reggente. Nella stessa seduta è stato eletto presidente Anna Maria Di Santo, mentre alla carica di tesoriere è stata confermata Antonietta Vasetti. Per quanto riguarda la segreteria provinciale, la stessa verrà eletta subito dopo il congresso nazionale in programma questo fine settimana presso il Palazzo del Popolo di Orvieto. Sarà il segretario a decidere in base ad un sondaggio effettuato dalla commissione elettorale composta da Ugo Moro, Guerino Inglesi e Antonietta Vasetti.
.
Infine, come detto, in questo fine settimana è in programma ad Orvieto il congresso nazionale. La provincia di Frosinone sarà rappresentata da Oreste Della Posta, Ugo Moro, Anna Maria Di Santo, Maurizio Federico, Antonietta Vasetti, Roberto D'Ambrosi, Mario Rufo, Carmine Fedele, Benedetto Anghetti, Bruno Bottini, Bruno Barbona, Guerino Inglesi, Claudio Caprio, Pietro Ferone, Antonio Magnapera, Antonio Mastrangeli, Ornella Panfili, Leandro Quattrociocchi e Rocco Vinaggi.

*giornalista volontario in pensione

 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Leggi tutto...

Appalti delle pulizie per le scuole. M5S: confermato che stavamo nel giusto

movimento 5 stelle bandiera 350 260dall’Ufficio Stampa del Deputato Luca Frusone, M5S - Il Governo, con la legge sulla Buona Scuola, aveva prorogato alle 4 società coinvolte gli affidamenti senza necessità di fare nuove gare fino al 31 luglio 2016.

«L’Antitrust ci ha dato ragione, la gare d’appalto per la pulizia delle scuole pubbliche italiane erano tutte truccate, sono mesi che il M5S si batte per denunciare queste irregolarità, sono mesi che ci battiamo affinché venga riconsiderato il metodo d’internalizzazione per i lavoratori che si occupano delle pulizie delle scuole pubbliche. Perché bisogna dirlo che l’esternalizzazione ha portato il sistema degli appalti all’utilizzo di scellerate tecniche di ribasso delle offerte, con pesanti ricadute sulle condizioni lavorative degli impiegati e una conseguente incapacità di garantire un servizio adeguato nelle scuole. Tale sistema non ha prodotto mai alcun risparmio reale e ha invece contribuito a far sprofondare le scuole nel degrado più assoluto. Io stesso ho denunciato la situazione assurda che stanno vivendo i lavoratori della Ma.ca, Servizi generali e Smeraldo s.r.l, società che hanno vinto l’appalto per la pulizia delle scuole nelle province di Frosinone e Latina. Anche su queste società chiederei di operare gli stessi controlli da parte dell’Antitrust, perché anche per il lotto Frosinone – Latina ci sono delle gravi irregolarità. Senza contare che i lavoratori di queste cooperative sono vittime di soprusi e vessazioni di ogni genere, tra cui il mancato pagamento dello stipendio, il mancato rispetto dei parametri orari, il non riconoscimento degli istituti di legge previsti come malattia, maternità o altro e questo lo ha detto anche il Ministero del Lavoro. A fronte di ciò e delle innumerevoli denunce fatte dai lavoratori al MIUR, totalmente inascoltate, ho interrogato il Ministro del Lavoro, chiedendo un intervento immediato sulla situazione, trattandosi di una gara indetta dal Consip. Ma purtroppo le mie domande non hanno ancora avuto risposta.»

A dichiararlo è il Deputato 5 Stelle Frusone che continua

«Siamo però contenti di avere avuto la conferma che stavamo nel giusto, l'Antitrust ha certificato la totale irregolarità riguardo gli appalti delle pulizie per le scuole, di tutte le gare pubbliche bandite negli ultimi anni. Da qui la decisione del Garante della concorrenza, di multare per 110 milioni le quattro società che si erano aggiudicate le gare. Sappiamo che questa è solo l'ultima di una serie di anomalie che rendono ormai necessario un intervento della magistratura.» Che la vicenda fosse opaca era apparso evidente già da luglio, quando un comma del maxiemendamento alla riforma della buona scuola prorogava per un anno i servizi di pulizia affidati alle imprese che avevano vinto le gare bandite da Consip tra la fine del 2013 e l'inizio del 2015 in tutta Italia. E Frusone continua –

«Ci troviamo davanti alla situazione in cui la gara da 1,63 miliardi per la pulizia delle scuole pubbliche italiane è stata truccata, ma nessuno pensa a revocare gli appalti alle 4 società coinvolte. Anzi, il Governo e il Parlamento lo scorso mese di luglio hanno addirittura inserito nella legge sulla Buona Scuola una norma per prorogare a queste società gli affidamenti senza necessità di fare nuove gare fino al 31 luglio 2016.A tal proposito interrogheremo nuovamente il Governo affinché si assuma le proprie responsabilità e revochi immediatamente gli affidamenti degli appalti alle società coinvolte.” – e conclude – “Nella mia interrogazione chiedevo inoltre al Ministro se non ritenesse opportuno adottare iniziative normative urgenti volte a rendere il servizio di pulizie nelle scuole, di diretta competenza statale, non ricorrendo quindi alle esternalizzazioni, al fine di evitare un inutile spreco di denaro pubblico. Spero che arrivi presto una risposta nel merito.»

 
Vuoi dire la tua su unoetre.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
unoetre.it by giornale on line is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

unoetre.it è un giornale on line con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per fare una donazione tramite il sito, cliccare qui sotto. Il tuo contributo ci perverrà sicuro attraverso PayPal. Grazie

Io sostengo 1e3.it

regime-attività

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici