fbpx
Menu
A+ A A-

Frosinone ko ad Empoli, la salvezza si allontana

Capuano Farias Fr Empoli 350 260 mindi Tommaso Cappella* - Doveva essere la gara da vincere assolutamente per sperare ancora in una possibile e auspicabile salvezza. E invece il Frosinone, dopo il ko interno con il Torino, cade anche ad Empoli ed ora, complici anche i successi della Spal con la Roma e quello esterno del Bologna proprio sul campo dei granata, accusa otto punti di ritardo e si ritrova quindi in una situazione a dir poco drammatica. Al “Castellani” si è vista una squadra rinunciataria e in balia dei toscani che così fanno un grande balzo verso posizioni di classifica più tranquille. Ha lasciato a desiderare soprattutto la prestazione di qualche elemento, con errori individuali a dir poco imbarazzanti. Specie nel primo tempo sono mancati i giocatori importanti e di una certa esperienza.

La gara, sin dall'avvio, vede l'Empoli tenere il pallino del gioco, mentre il Frosinone, dopo un buon inizio, scompare sotto i colpi dei padroni di casa. Al quarto d'ora entra nell'area avversaria Farias contrastato da Salamon e Paganini, con quest'ultimo che mette giù l'ex Cagliari. Il direttore di gara, dopo aver consultato il Var, assegna il calcio di rigore che Caputo trasforma. Ci si aspetta la reazione dei giallazzurri e invece sono i toscani ad insistere. Dopo un intervento di Sportiello ad evitare un autogol di Salomon, al 38' arriva il raddoppio con Pajac che finalizza un'azione insistita dell'Empoli. Poco prima del riposo si vede finalmente il Frosinone sotto la porta avversaria, ma la sforbiciata di Paganini termina di poco sulla traversa. Sul rovesciamento di fronte è ancora Sportiello ad evitare il tris dell'Empoli su tiro ravvicinato di Farias.

Nella ripresa si assiste ad un buon risveglio del Frosinone. Dopo un gol divorato proprio da Farias, al 23' accorcia: sponda di Ciano per il gran colpo di testa di Ciofani, il portiere di casa respinge ma proprio sull'accorrente Valzania il quale insacca a porta vuota riaccendendo le speranze giallazurre. Questa volta il Var, consultato proprio per la posizione dell'ex Atalanta, dà ragione alla squadra di Baroni. Poi è forcing del Frosinone e con Dionisi, tornato in campo dopo nove mesi, nel primo dei sei minuti di recupero, sfiora di testa il palo alla destra di Dragowski. L'Empoli tiene e porta a casa tre punti fondamentali per la salvezza che invece il Frosinone vede sempre più allontanarsi.

Ora il campionato osserverà un turno di riposo per dare spazio alla Nazionale per le due gare interne di qualificazione ad Euro 2020, sabato con la Finlandia ad Udine e marted 26 con il Liechtenstein a Parma, entrambe alle ore 20,45. Riprender venerd 29 mazzo con l'anticipo Chievo-Cagliari, mentre il Frosinone ospiterà alle ore 15,00 di domenica 31 marzo la Spal, la prima dei due gare di fila tra le mura amiche, dal momento che mercoled 3 aprile, nel turno infrasettimanale, se la vedrà allo Stirpe alle ore 21,00 con il Parma.
Due impegni dai quali magari ci si aspetta il bottino pieno, perchè sei punti consentirebbero quanto meno di tenere accesa quella fiammella che porta ancora alla salvezza. Quindi, fin quando la matematica lo consente, occorre mettere in campo, cuore, impegno e coraggio per crederci fino in fondo.

*giornalista volontario in pensione

Leggi tutto...

Studenti di Frosinone a Roma per il ‘Fridays for future’.

studentiaroma fridaysforfuture 350 260Gli studenti di Frosinone partecipano alla manifestazione mondiale contro il cambiamento climatico a Roma: ‘Fridays for future’.
Come studenti della città di Frosinone e provincia abbiamo voluto rispondere all’appello della nostra coetanea svedese Greta Thunberg, che da tempo sta portando avanti una battaglia sulle tematiche ecologiste legate all’ambiente, ed essere quindi presenti alla manifestazione mondiale di tutti gli studenti per chiedere un cambiamento immediato e netto sulle politiche ambientali: non c’è più tempo. Se non facciamo qualcosa ora non ci sarà più tempo neanche per i rimpianti.

Abbiamo avvertito l’obbligo morale di far sentire le nostre ragioni, tutti insieme, senza divisioni partitiche di alcun genere per combattere per un futuro migliore per tutti. Pensiamo che sia fondamentale che gli studenti, in quanto nuove generazioni siano in prima linea sulle tematiche sociali perché il cambiamento deve partire da noi: la nostra generazione ha l’onere di farsi carico della sfida più grande che si prospetta per la società mondiale a causa dell’irresponsabilità di chi ci ha preceduto. Abbiamo tenuto conto, inoltre, dalla preoccupante realtà con cui ogni giorno dobbiamo fare i conti: viviamo in una delle aree più inquinate a livello nazionale ed europeo e con questa manifestazione chiediamo ad alta voce anche alle Istituzioni locali di prendere impegni seri e lungimiranti per risanare un territorio in cui la gente muore principalmente per l’inquinamento.

Siamo partiti questa mattina con il treno per poi dirigerci, una volta a Roma, verso Piazzale Loreto (adiacente Piazza Venezia) dove ha avuto luogo il cuore dellaStudentiFrosinone 350 260 min manifestazione: c'erano migliaia di ragazzi che come noi chiedevano un cambiamento per cui non possiamo più aspettare. Ci sono stati interventi anche di scienziati ed esperti che hanno ribadito la gravità e soprattutto l'imprevedibilità della situazione. In seguito sono intervenuti anche studenti da altri Paesi del mondo, mettendo in risalto la dimensione internazionale della manifestazione. Le scuole presenti in prima linea erano il liceo scientifico:"Francesco Severi"; l'istituto d'istruzione superiore:"Norberto Turriziani"; il liceo scientifico di Ceccano, ma erano presenti anche studenti da altre scuole del territorio. Inoltre erano presenti associazioni studentesche e giovanili del territorio quali i Giovani Democratici e la Rete degli Studenti Medi.

Siamo consapevoli che non per tutti sia stato possibile raggiungere la città di Roma; essendo stata questa una prima grande giornata di mobilitazione alla quale seguiranno sicuramente altre, puntiamo ad organizzare eventi proprio nella città di Frosinone a cui possano partecipare tutti gli studenti del territorio, la città di Frosinone non deve rimanere estranea a queste tematiche, data drammatica situazione ambientale che fronteggiamo.

Siamo consapevoli di come questo sia solo l’inizio, non pensiamo che basti una manifestazione per risolvere i problemi, ma da qualche parte era necessario cominciare, anche per alimentare la speranza che un altro futuro è possibile. Adesso dobbiamo impegnarci attivamente e sensibilizzare il più possibile le persone per fargli comprendere che per cambiare il destino del mondo abbiamo bisogno di impegno quotidiano serio da parte di ognuno di noi, ognuno di noi conta. Adesso aspettiamo che anche gli adulti si impegnino e facciano la loro parte; noi come giovani, come studenti ci siamo e ci saremo, ora che abbiamo iniziato non ci fermeremo.

 

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Frosinone, allo “Stirpe” passa anche il Torino

ChibsahePinamonti 350 260 minTommaso Cappella* - Sta diventando una vera e propria ossessione, una sorta di maledizione, per il Frosinone il ritardo con la vittoria interna, la prima da centrare in questo suo secondo campionato di serie A. Anche il Torino passa al “Benito Stirpe” e mette ormai nel mirino un posto in Europa, mentre i giallazzurri vedono allontanarsi sempre più il traguardo salvezza. Francamente ci si aspettava la prova gagliarda e determinata da parte di Ciano e compagni. Due componenti importanti, messe in campo con tanta buona volontà, ma che non sono servite per evitare la l'ennesima sconfitta tra le mura amiche. Qualche prova individuale ha lasciato a desiderare, dopo un primo tempo giocato alla grande da tutta la squadra e il meritato vantaggio che aveva lasciato ben sperare, con gli ospiti praticamente assenti dal terreno di gioco in balia delle giocate dei giallazzurri. Poi una ripresa a dir poco sconcertante ha permesso al Torino di ribaltare il risultato e portare a casa i tre punti.

Tornando alla sfida con i granata, ottimo l'approccio alla gara del Frosinone. Al 7' azione in velocità della squadra di casa, conclusa col tiro di Gori, che ha tutto il tempo per prendere la mira e dosare il tiro: conclusione rasoterra, nello specchio della porta, ma centrale per Sirigu. Al 24' gran tiro di Paganini respinto da Sirigu in angolo. Poco prima del riposo arriva il meritato vantaggio dei padroni di casa: batte un angolo Ciano, stacca di testa Paganini, lasciato solo, e palla in fondo al sacco. Nella ripresa ci si aspetta un Frosinone deciso e determinato a chiudere la gara e invece si spegne la luce. Al'11', da calcio di punizione, battuto da Iago Falque, la palla sul secondo palo viene spinta in rete da Belotti. La squadra di Baroni tenta di reagire ma le idee sono poche e confuse. E così al 33' il Torino raddoppia: cross di Ansaldi, sponda di Ola Aina per la rovesciata di Belotti da pochi metri, Sportiello guarda il pallone entrare. Finisce così 2-1 per il Torino.

Come detto, ora la rincorsa verso la salvezza è decisamente in salita, anche se la matematica consente di poter ancora sperare. Ma serviranno tante imprese e gare perfette, specialmente lontano dallo “Stirpe”. A cominciare dalla prossima trasferta ad Empoli, diretta concorrente per non retrocedere. La squadra di Baroni deve avere la consapevolezza che occorre osare di più e scendere in campo imponendo il proprio gioco con una personalità fuori del comune. E' solo questa la strada giusta per poter tagliare un traguardo che ad oggi invece appare alquanto problematico.

*giornalista volontario in pensione

Leggi tutto...

Frosinone, punto d'oro con il Genoa

Paganini Luca in azione 350 260 mindi Tommaso Cappella - Riesce al Frosinone l'impresa di uscire imbattuto dal “Luigi Ferraris” contro un Genoa che porta comunque a sei le giornate di imbattibilità. E così i giallazzurri, dopo due ko di fila contro Juventus e Roma, conquistano un ottimo punto che muove la classifica in funzione salvezza. Anche perché l'Empoli ha pareggiato con il Parma, la Spal è caduta in casa con la Sampdoria e l'Udinese ha superato il Bologna. Ciofani e compagni ce l'hanno messa tutta per ripetere anche l'exploit compiuto il 10 febbraio scorso proprio a Genova quando superarono di misura la Sampdoria, Nonostante l'inferiorità numerica dal 34' del primo tempo, il Frosinone ha tenuto testa alla squadra di Prandelli con una prova maiuscola soprattutto di alcuni giocatori come Salamon, Molinaro, Ciano e uno “stoico” Paganini, al rientro dal primo minuto.

Tornando alla gara del “Ferraris”, nel primo tempo il Frosinone ribatte colpo su colpo e, quando si presenta l'occasione, cerca anche di impensierire la retroguardia rossoblu. Come al 14' quando va via sulla sinistra Molinaro, crossa dalla parte opposta per Pinamonti il quale però svirgola la palla che termina sul fondo. I padroni di casa premono per passare e sfruttano anche i calci piazzati. Da uno di questi al 27' Sanabria calcia in modo perfetto e pallone che lambisce il palo alla destra di Sportiello. Al 34' fallo di Cassata già ammonito, su Biraschi, secondo giallo e Frosinone che resta in dieci. Nel corso della ripresa è un vero e proprio tiro a segno da parte del Genoa, specialmente con Lazovic, ma la retroguardia giallazzurra tiene botta e rilancia. Da uno di questi rilanci al 27' Pinamonti scatta in sospetto fuorigioco e serve Paganini, gran tiro e traversa piena. Occasionissima Genoa al 40' ma il gran tiro di Lerager fa la barba al palo. Poi arriva il triplice fischio finale con i giocatori che esultano come se avessero vinto e vanno a ringraziare gli oltre 100 meravigliosi tifosi.

A questo punto, con 12 giornate ancora da disputare e 36 punti a disposizione il Frosinone dovrà cercare di conquistarne almeno 21-22 per sperare nella salvezza. Il calendario, a parte le sfide interne con Inter e Napoli e la trasferta al “Meazza” con il Milan, sulla carta molto impegnative, assegna ai giallazzurrri, da qui al 26 maggio prossimo, incontri sicuramente alla portata. A cominciare da domenica prossima quando al “Benito Stirpe” arriverà un Torino, sempre più lanciato verso un posto in Europa. E' l'occasione giusta quindi, da parte della squadra di Baroni, per puntare finalmente al primo successo interno in questo campionato.

* giornalista volontario in pensione

Leggi tutto...

L’8 marzo in piazza per difendere il territorio di Frosinone

Non una di meno 350 260 min

L'Associazione Oltre l'Occidente ha aderito all'appello della USB.

 Lunedì 4 marzo alle ore 17.30, presso la sede della Federazione USB di Frosinone in Via Marittima 217 incontro di organizzazione della giornata.

 

APPELLO SCIOPERO GENERALE DELL’8 MARZO MANIFESTAZIONE PIAZZA VI DICEMBRE COMUNE DI FROSINONE UNIAMO LE LOTTE

Come lavoratrici e lavoratori, delegate e delegati sindacali, ci impegniamo a sostenere e organizzare lo sciopero del prossimo 8 marzo, lanciato in Italia da "Non Una di Meno".
Lo facciamo dalle fabbriche, dalle scuole, dai centri commerciali e dai luoghi della grande distribuzione, dagli ospedali, dalle cooperative a cui sono appaltati i servizi in tutti questi settori.
Negli ultimi anni abbiamo visto da vicino in che modo l’attacco padronale al salario e ai diritti delle lavoratrici e dei lavoratori e le politiche di precarizzazione imposte dai governi di ogni colore, in Italia e in tutto il mondo, si siano abbattuti sulle donne: stipendi più bassi, turni di lavoro ingestibili per chi è costretta a occuparsi anche del lavoro domestico e di cura, mansioni più dequalificate, maggior ritmo e carico di lavoro, molestie sessuali che rendono ancora più insopportabile la condizione di lavoro. Tutto questo è parte dell’organizzazione del lavoro in tutti gli ambiti.

biancoenero 350 minGli attacchi contro le donne e contro la loro libertà sono l’altra faccia della privatizzazione e dell’abbattimento del welfare che colpisce tutto il lavoro rendendolo più povero e precario. In tutto il mondo, però, le donne stanno lottando e l’8 marzo sciopereranno ancora una volta. Questo sciopero riguarda anche noi, perché mostra chiaramente che la violenza maschile e quella razzista sono parte integrante delle politiche di precarizzazione e di sfruttamento del lavoro.

Questo sciopero è necessario, perché ci dà la possibilità di unire le forze, di andare al di là delle divisioni di categoria, delle discriminazioni sessuali e del razzismo che ci dividono sui posti di lavoro. Questo sciopero è urgente, perché non possiamo tacere di fronte alle politiche di questo governo che sta colpendo duramente, con una violenza senza precedenti, proprio le donne, i lavoratori e i migranti.

A Frosinone avere più servizi pubblici significa avere una società nella quale le donne hanno più tempo libero e più libertà. Impedire che il bilancio Comunale continui a tagliare servizi significa difendere le donne e i lavoratori precari. Le scelte di salasso economico e di aumento delle tasse degli enti locali chiamati ad immolarsi sull’altare del pareggio di bilancio, la chiusura di gran parte dei servizi pubblici, la mancanza di turn over, colpiscono duramente centinaia di lavoratori e soprattutto lavoratrici, impegnate nei servizi sociali, nell’assistenza domiciliare, nei servizi culturali e di cura della città: ore di lavoro tagliate, salari sempre più bassi, un sistema di appalti che non garantisce i diritti, non assicura agli utenti un servizio di qualità e costa di più rispetto all’internalizzazione dei servizi. Tutto ciò inoltre grava sulle tasse dei cittadini.

Pertanto si chiedono risposte urgenti e un impegno politico deciso per porre fine a questo sistema perverso e nocivo per i diritti e la dignità dei lavoratori e delle lavoratrici. NO ai tagli lineari del 20% che l’amministrazione Comunale di Frosinone si appresta a mettere in atto con la prossima approvazione del bilancio Comunale. Proponiamo ed invitiamo tutte le realtà laiche, religiose, politiche e i movimenti antirazzisti a condividere e promuovere questa manifestazione. L’8 marzo in piazza per difendere il territorio di Frosinone, i servizi, la salute, il lavoro, per far sentire la voce di chi in questi anni di crisi ha pagato tutto con aumento dello sfruttamento del lavoro e con l’aumento delle tasse.
Frosinone 27/02/2019

Coordinamento Provinciale USB Frosinone

Leggi tutto...

Il Pronto Soccorso del presidio Frosinone-Alatri

sanità prontosoccorso min90 mila cittadini, quasi un quinto della popolazione dell’intera provincia, si rivolgono, ogni anno al Pronto Soccorso del Presidio ospedaliero Frosinone Alatri. Questa Unità Operativa Complessa è strutturata e organizzata per accogliere dignitosamente e curare con tempestività ed efficienza questa grande massa di persone? La risposta è NO. Spieghiamo il perché:

1) Il P.S. del presidio ospedaliero dovrebbe essere pari a un DEA di primo livello. Non lo è. Infatti mancano figure mediche professionali importanti come il cardiologo, l’anestesista, il pediatra, l’ortopedico e un organico di radiologia pari a 6-7 unità;
2) L’organico del personale è sotto di circa 15 medici tra il P.S. del presidio e del reparto della medicina d’urgenza dello “Spaziani”;
3) I posti letto in provincia sono pari al 2,5 per mille mentre la legge prevede il 3. Questa grave insufficienza di posti letto, causa prima del disagio, è appesantita dal fatto che sono rimasti inattivati, nella asl, circa 80 posti letto previsti e compresi nei decreti regionali;
4) La mancanza di posti letto e l’insufficiente dotazione di Lettighe bloccano per ore le ambulanze presso l’area esterna del P.S., costrette ad aspettare fino a quando la loro “ Barella” non viene liberata. Ciò comporta un esborso annuo di denaro in più a beneficio degli Enti privati accreditati;
5) I ritardi, a volte notevoli, per le richieste e l’esecuzione di consulenze e di esami diagnostici per immagine non permettono di liberare i posti letto dei reparti e sono fonte di aumento spaventoso di costi e di sprechi incontrollati;
6) La mancata attivazione di percorsi di cura e di controlli per la presa in carico dei cittadini con patologie croniche e dei tempi lunghi delle liste di attesa costringe, soprattutto, la popolazione anziana a rivolgersi al P. S.;
7) Per l a chiusura di ospedali, di Pronto Soccorsi e di punti di primo intervento,(vedi Anagni e zona Nord) il P.S. del Capoluogo è diventato punto di riferimento dei 2 terzi della popolazione ciociara e dei cittadini dei Comuni dei monti Lepini della provincia di Latina;
8) La mancata riorganizzazione dei medici di famiglia e il potenziamento dei servizi sanitari territoriali;

Queste tematiche saranno al centro delle relazioni e del dibattito dell’incontro pubblico che si terrà il 12 marzo 2019, presso la sala teatro della asl, dalle ore 15,30 alle ore 19,30.
Saranno presenti i consiglieri regionali Mauro Buschini e Loreti Marcello. Ha assicurato la sua presenza anche il consigliere comunale di Frosinone Daniele Riggi. Interverranno il dott. Fabrizio Cristofari ( Dirigente P.S. e Pres. Ordine Medici) ed Elio Rosati (Seg. Reg. Cittadinanzattiva)
Le associazioni promotrici chiedono provvedimenti urgenti per cancellare questa realtà drammatica che continua ad affossare la nostra economia, il nostro territorio, la nostra immagine, ostacolando la ripresa e il rilancio. Il P.S. del San Giovanni di Roma che ha circa 40 mila accessi annui ha il doppio del personale del presidio Frosinone-Alatri. Non siamo e non vogliamo essere considerati cittadini di serie B.

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Il Comune di Frosinone ha discusso di inquinamento

PalazzoComunaleFrosinone 350 260di Daniele Riggi - Durante l'ultimo consiglio comunale la classe politica cittadina, forse per la prima volta nella sua storia recente, si è confrontata seriamente con il grave problema dell'inquinamento atmosferico a Frosinone. Grazie alla partecipazione dei Medici per l'Ambiente di Frosinone, è stato finalmente possibile, dal punto di vista scientifico, fare luce sulle gravi conseguenze che questo fenomeno ha per la salute dei cittadini frusinati.

I dati allarmanti forniti dai medici ci dicono che non abbiamo più alibi di alcun tipo: la salute dei cittadini sta peggiorando, quindi bisogna risolvere il prima possibile il problema polveri sottili. Per quanto rigurda l'opposizione, al di là degli aspetti scientifici, che tutto sommato ci hanno tristemente confermato le impressioni circa la pericolosità del fenomeno, ci interessava capire quale fosse l'atteggiamento dell'Amministrazione per il futuro e se l'ultimo consiglio comunale potesse diventare uno spartiacque, un anno zero da cui ripartire per cambiare l'inerzia storica della politica frusinate sul tema.

Ci è stato consegnato proprio ieri sera un dossier in cui sono elencate tutte le azioni che l'Amministrazione Ottaviani ha messo in campo, fatto importante perché finalmente abbiamo modo di capire cosa è stato fatto in questi anni e, conseguentemente, di tracciare anche un primo bilancio. Certamente, da quando i mass media ci ricordano tutti gli anni che siamo ai vertici delle classifiche nazionali sull'inquinamento, nella politica cittadina è cominciata a maturare una coscienza più forte sul problema e qualche primo passo, anche se molto timido, si è cominciato a vedere. L'opposizione ha ribadito la propria disponibilità ad avere un atteggiamento collaborativo e propositivo nei confronti di un problema molto grave e di non facile soluzione, che quindi necessiterà del contributo di tutta la classe politica cittadina.

Tuttavia, questa disponibilità non è incondizionata, lo può, però, diventare, nel momento in cui l'Ammnistrazione decida definitivamente di intraprendere scelte coraggiose e in netta controtendenza con il passato. In altre parole, bisogna avere il coraggio dell'impopolarità e non bisogna ripetere alcuni errori grossolani. Si possono autorizzare divieti sull'accensione dei fuochi, controlli sui gas di scarico, si posssono istituire domeniche ecologiche, divieti di circolazione e aree pedonali, si possono vietare l'uso delle biomasse e della legna da ardere o il riscaldamento di locali accessori. Va bene tutto, insomma, ma se a questi provvedimenti non si affiancano provvedimenti strutturali su traffico e mobilità, ad esempio, tutto il lavoro fatto rischia di diventare inutile.

Non bisogna dimenticare che in questi anni nella nostra città abbiamo chiuso strade invece di aprirle, non abbiamo aggiornato il piano urbano del traffico, abbiamo perso dei finanziamenti sulla costruzione di nuove arterie stradali di collegamento, non riusciamo a investire soldi sul sistema del trasporto pubblico locale, continuiamo a costruire e a cementificare senza avere una visione complessiva dello sviluppo della città, e, soprattutto, facciamo fatica a far rispettare ai cittadini le ordinanze contro l'inquinamento e l'abbandono dei rifiuti. L'Amministrazione deve ripartire da questi errori e porvi rimedio se vuole veramente risolvere il problema dell'inquinamento atmosferico della nostra città, altrimenti non ci sarà il tanto sperato cambio di passo che ieri sera ci siamo augurati tutti.

 

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Frosinone, ko con la Roma che sa di beffa

Gioia Ciano 350 mindi Tommaso Cappella* - Deve rimandare ancora l'appuntamento con la vittoria interna, il Frosinone. Allo “Stirpe” passa anche la Roma in modo alquanto fortunoso e rocambolesco e nonostante quindi l'ottima prova fornita dai giallazzurri. La differenza tra le due squadre l'ha fatta il tasso tecnico e alcune individualità nelle file dei giallorosse. Tra i padroni di casa nonostante la sconfitta, va segnalata l'ottima prova di un Camillo Ciano sempre più meritevole di questa categoria dove francamente è arrivato troppo tardi visto il suo tasso tecnico. La classifica continua quindi ad essere preoccupante in funzione salvezza, che resta ancora a cinque lunghezze dal momento che l'Empoli è uscito sconfitto dal “Meazza” al cospetto del Milan. Un risultato positivo contro la Roma avrebbe invece consentito alla squadra di Baroni di ridurre questo distacco. Ma occorre prendere atto del verdetto del campo e guardare avanti.

Tornando alla gara dello “Stirpe” condizionata comunque da un forte vento, il Frosinone, nonostante un evidente calcio di rigore negato al 3' per un fallo di mano in area di Manolas, la sbolcca due minuti dopo: Nzonzi effettua un errato passaggio all'indietro con palla intercettata da Ciano il quale non ci pensa due volte e calcia verso la porta giallorosa, Olsen para ma non trattiene e sfera che si impenna terminando la sua corsa alle spalle del portiere svedese. E' ancora Ciano al 11', solo davanti a Olsen, a divorare il raddoppio mandando alto. Gioca bene il Frosinone, ma una distrazione in area di Goldaniga alla mezz'ora consente a Dzeko di segare al fil di palo il gol del pareggio ospite. Due minuti dopo la Roma raddoppia con Pellegrini che ribatte in rete un diagonale di El Shaarawy. Al 35' si riscatta Olsen con un grande parata su tiro del solito Ciano.

Il Frosinone non ci sta e nella ripresa le prova tutte per pervenire al pareggio. Baroni toglie Ciofani e inserisce Pinamonti. Proprio quest'ultimo al 23', su perfetto cross dal fondo di Zampano, solo davanti a Olsen, manca clamorosamente la ribattuta in rete. Si riscatta però l'ex Inter al 35' quando conquista palla e allarga per Ciano il quale gli restituisce la palla al centro, controllo e tiro a fil di palo per il 2-2. E il Frosinone ha anche la palla del vantaggio al 40' se Olsen, con un gran balzo, non negasse la gioia del gol a Trotta. E così, a trenta secondi dal termine dei cinque minuti di recupero, Kolarov serve in profondità El Shaarawy il quale rimette al centro dove Dzeko si avventa e di pancia mette alle spalle di Sportiello per il 2-3 finale. Una sconfitta sicuramente che sa di beffa per un Frosinone che avrebbe meritato almeno un pareggio, sfiorando anche la vittoria.

Archiviato il doppio ko con Juventus e Roma, ora il calendario riserva al Frosinone incontri sicuramente alla sua portata con squadre come Genoa ed Empoli fuori e Torino in casa e, dopo la sosta del 17 marzo, Spal e Parma tra le mura amiche. Sarebbe auspicabile ottenere il massimo da queste cinque gare perché in palio ci sono ben quindici punti che consentirebbero di uscire intanto dalle sabbie mobili e giocarsi le ultime otto gare di campionato con la possibilità di centrare l'agognata salvezza Ma intanto occorre pensare alla trasferta di Genova contro i Grifoni di Prandelli. D'altronde i giallazzurri, fino ad oggi, hanno racimolato più punti fuori che in casa, soprattutto vincendo ben tre mach lontano dallo “Stirpe” con Spal, Bologna e Sampdoria.

*giornalista volontario in pensione

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Il Frosinone rimedia un tris dalla Juventus

Ciofani Bonucci 400 260 mindi Tommaso Cappella* - Come da pronostico il Frosinone esce pesantemente sconfitto dall'Allianz Stadium di Torino al cospetto dei campioni d'Italia della Juventus nell'anticipo della quinta giornata di ritorno del campionato di serie A. Ai giallazzurri comunque non è mancato l'impegno, anche se, alla fine, sono venuti fuori le individualità tecniche dei ragazzi di Allegri che si apprestano ad affrontare mercoledì prossimo alle ore 21,00 l'Atletico Madrid al “Wanda Metropolitano” per l'andata degli ottavi di finale di Champions League. Alla vigilia, in tutto l'ambiente, si era a conoscenza delle difficoltà che una gara del genere racchiudeva. Pertanto inutile stare a piangersi addosso perché il Frosinone dovrà puntare su altri match, sicuramente più alla sua portata, per costruire e sperare in una salvezza che resta decisamente ancora alla portata.

Sin dalle prime battute del match si intuisce che la Juventus è in serata e al 6' passa. Il rientrante Dybala estrae dal cilindro magico una “perla” delle sue, con pallone che va ad insaccarsi all'incrocio dei pali, e per Saportiello non c'è nulla da fare. Dopo un tiro di Viviani dal limite respinto dalla difesa bianconera al 16' batte un angolo Dybala, stacca di testa Mandzukic, respinge Sportiello ma si avventa sulla sfera Bonucci che fa 2-0. Nononostante il doppio svantaggio non gioca male il Frosinone e sviluppa bene la sua azione anche nelle ripartenze, ma viene fuori la differenza di valori tra le due squadre a favore dei bianconeri. Oure sfortunata la squadra di Baroni perché una punizione dal limite in pieno recupero di Ciano lambisce il palo. Nella ripresa il coione nn cambia con la Juve a fare la gara e il Frosinone che prova a limitare i danni e ripartire. Ma al17' Mandzukic, servito da Bentancur, dal fondo serve l'accorrente Ronaldo che fa tris. La gara finisce qui anche se c'è da registrare una punizione di Ciuano alla mezz'ora che si infrange sulla barriera.

A questo punto occorre archiviare al più presto questa sconfitta e concentrarsi sul prossimo impegno che vedrà il Frosinone sabato sera alle ore 20,30 ricevere al “Benito Stirpe” la Roma. Anche in questo caso si è consapevoli delle difficoltà che comporta una gara del genere. Però è anche opportuno pensare di non partire battuti ma concentrarsi e affrontare la gara con la consapevolezza che nel calcio nulla è impossibile. E poi, oltre a ripartire per conquistare punti utili alla salvezza, sarebbe anche opportuno pensare di sfatare il tabù “Stirpe”, dopo aver centrato ben tre successi fuori delle mura amiche: a Ferrara con la Spal, Bologna e a Genova con la Sampdoria.

*giornalista volontario in pensione

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Cuore e orgoglio ciociaro, il Frosinone manda ko la Sampdoria

Il gol di Ciofani 350 260 mindi Tommaso Cappella* - Si ripete alla grande il Frosinone, come aveva saputo fare a Bologna, dimentica l'ingiusto ko interno con la Lazio e conquista tre punti-salvezza al “Ferraris” al cospetto di una Sampdoria che rallenta così la rincorsa verso un posto in Europa. I giallazzurri, con una prova molto convincente e determinata, hanno fatto bottino e, ancora una volta, hanno saputo soffrire e alla fine sono stati premiati. Tre punti che sicuramente consentono di muovere molto la classifica che ora è meno preoccupante. Adesso la salvezza è distante solo due lunghezze e, quindi, non impossibile. Contro la Sampdoria, ancora una volta, quando la squadra ha giocato lontano dallo “Stirpe” senza forse tanta pressione, si è assistito ad una prova collettiva e di carattere che ha portato ad una meritata vittoria.

Una gara quella contro i blucerchiati che, nel primo tempo, ha visto i padroni di casa riversarsi sin dai primi minuti nella metà campo del Frosinone. Pericoli però Sportiello non ne corre. Si arriva così al 25' quando i giallazurri, alla prima azione corale, passano: Beghetto dalla sinistra rimette al centro, colpo di testa di Chibsah con pallone che arriva a Goldaniga dalla parte opposta, contro cross e questa volta è Daniel Ciofani ad anticipare tutti e mettere alle spalle di Audero. La reazione dei padroni di casa non si fa attendere e al 36' la palla arriva a Quagliarella, gran tiro e sfera che colpisce il palo. Con il Frosinone avanti 1-0 si va al riposo. Nella ripresa il Frosinone controlla la sterile reazione della Sampdoria e, quando trova gli spazi si rende anche pericoloso. I padroni di casa hanno una sola grande occasione al 38' quando Colley, su angolo battuto dal neo entrato Ramirez, stacca di testa e angola, ma Sportiello è eccezionale e manda in angolo, salvando porta e vittoria. Al triplice fischio del signor Marinelli i giallazzurri si lasciano andare alla gioia più sfrenata e vanno a ringraziare i 50 tifosi giunti fino a Genova.

Archiviata la gara del “Ferraris”, il Frosinone è ora atteso da un'altra trasferta a dir poco proibitiva allo Juventus Stadium contro i campioni d'Italia, sempre più lanciati verso la conquista dell'ennesimo tricolore e pronti per la gara di andata degli ottavi di finale di Champions League di mercoledì 20 febbraio al “Wanda Metropolitano” contro l'Atletico Madrid. E' chiaro che sarà una gara difficile ma da affrontare senza timori reverenziali. Magari come accaduto quella sera del 23 settembre 2015 quando Blanchard, in pieno recupero, trovò l'inzuccata da calcio d'angolo che permise di pareggiare il gol di Zaza realizzato al 5' della ripresa. Pertanto, forza e coraggio perché nulla è impossibile, come dimostrato a Ferrara, a Bologna e soprattutto a Genova contro la Sampdoria.

*giornalista volontario in pensione

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici