fbpx
Menu
A+ A A-

Ceccano, successo per “Sport in Piazza”

Kanda 350 mindi Tommaso Cappella, Ufficio Stampa - Divertimento e partecipazione hanno caratterizzato l'evento “Sport in Piazza”, andato in scena sabato pomeriggio dalle ore 16.00 alle ore 20.30 a Piazzale Impastato, organizzato dal Comune di Ceccano per “Il Giugno della Contea” nel quadro dei festeggiamenti in onore di San Giovanni Battista, patrono della città, e inserito nel progetto “Coni & Regione Compagni di Sport”. Un pomeriggio che ha consentito, nonostante il gran caldo di questi giorni, a tanti cittadini di cimentarsi nelle varie discipline sportive: dalla ginnastica al baseball, dalle arti marziali alla scherma, dal calcio al rugby e così via. Tante le associazioni che hanno messo a disposizione sia le strutture che le risorse umane per una ottimizzazione delle loro performance: la Federazione Italiana Baseball e Softaball, l'Asd Boxing Club Domenico Tiberia, l'Asd Bucciarelli Boxe, la Fabraternum Rugby Ceccano, l'Acrobatyc Sport Asd, il Kanda Aikido, l'Asd Scherma Frosinone, lAsd Scuola di Danza Futura, l'Asd Pofi Sportiva, la Seicho Suru Dojo Aikido e la Triade. Alla kermesse hanno presenziato il sindaco Roberto Caligiore, il consigliere delegato allo sport Angelo Macciomei e Federica Aceto, consigliere comunale e presidente della commissione sport con delega alle politiche giovanili.

Per il Coni era presente il solerte e professionale Daniele Cristofani. “Non possiamo non ritenerci soddisfatti per questa bellissima iniziativa – hanno dichiarato alcuni rappresentanti delle varie associazioni sportive presenti a Piazzale Impastato – Vanno fatti i complimenti al Comune di Ceccano e al Coni per aver permesso ad associazioni e cittadini di cimentarsi nelle discipline sportive per le quali ognuno è maggiormente portato. E' stato anche un modo per farci conoscere e apprezzare”. “Siamo felici e soddisfatti per la riuscita di 'Sport in Pazza' - rimarcano invece gli amministratori comunali – Vedere nostri concittadini, dai bambini agli anziani, dalle mamme ai papà, esibirsi nelle varieDanza Futura 350 min attività sportive ci riempie di gioia. Come dichiarato in sede di presentazione dell'evento, si è assistito ad un momento di festa e socializzazione. Attraverso lo sport si coglie l'occasione per fare movimento all'aria aperta e quindi le piazze diventano vere e proprie palestre a cielo aperto. Vogliamo per questo ringraziare quanti hanno contribuito alla riuscita di questo evento, in particolare le varie associazioni sportive presenti nel nostro territorio”.

Al termine della giornata a tutte le associazioni che hanno contribuito alla riuscita della bellissima iniziativa è stato consegnato un attestato di ringraziamento. Ma non finisce qui l'impegno dell'instancabile Angelo Macciomei e della giunta Caligiore. Lunedì prossimo infatti, a Piazza XX Luglio, prima del concerto dei “Palasport Pooh”, l'amministrazione comunale premierà il Ceccano calcio 1920 per la vittoria nel campionato di Prima categoria.

 

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Vertenza Frusinate: sit-in in piazza della Libertà

sit in28.5.19 350 mindi Valentino Bettinelli - Conclusa la tornata elettorale, tra vincitori e vinti, Vertenza Frusinate torna a far sentire il proprio grido. Nella mattinata di martedì 28 maggio, nuovo sit-in dei disoccupati ciociari di fronte al Palazzo della Prefettura di Frosinone.

Il comitato, guidato come sempre dal portavoce Gino Rossi, ha trasmesso le proprie problematiche al Prefetto di Frosinone Ignazio Portelli. Ancora una volta il Prefetto si è dimostrato molto disponibile al dialogo, scendendo in piazza tra i tanti disoccupati presenti. Negli ultimi giorni la situazione è anche peggiorata a causa di alcuni distacchi di utenze idriche ed elettriche (anche in video). Vertenza chiede la mediazione della Prefettura per sbloccare l’iter che dovrà necessariamente portare ad un accordo tra Regione Lazio e sigle sindacali, per l’utilizzo dei circa 25 milioni destinati proprio alla nostra Regione per il pagamento della mobilità in deroga.

Ignazio Portelli si è impegnato a “continuare a vigilare sulla parte burocratica, unico intervento possibile da parte di questo Palazzo. Per i sì e i no politici, la Prefettura non ha potere decisionale”.

Al termine del colloquio del Prefetto con i lavoratori presenti, l’arrivo in Piazza della Libertà di Anselmo Briganti (CGIL) e Enrico Capuano (CISL). I due hanno confermato come i fondi destinati alla Regione Lazio siano stati sbloccati. Manca ancora la determina attuativa del governo che permetterà la convocazione del tavolo tra Regione e Sindacati, incontro che porterà alla sigla del nuovo e tanto agognato accordo per la mobilità in deroga del 2019/2020.

Come sempre, gli ex lavoratori di Vertenza continuano a chiedere il lavoro. A tal proposito, tra le tante aziende comprese nel comitato, la questione di più stretta attualitàIl Prefetto e Gino Rossi è quella dell’Ilva di Patrica. Dopo il 14 giugno bisognerà rispettare i tempi per la vendita del polo siderurgico; trattativa che dovrà garantire la riassunzione di gran parte dei disoccupati.

Prima di questa data, fondamentale per l’Ilva di Patrica, importante ricordare che il 10 giugno ci sarà il tavolo per le politiche attive, convocato dal Presidente della Provincia Antonio Pompeo sotto richiesta pressante del comitato di Vertenza Frusinate. Anche su questo Gino Rossi ha chiesto rassicurazioni al Prefetto Portelli: “è necessario che vengano invitati, oltre ai sindacati e ai disoccupati, i Sindaci e gli imprenditori, elementi fondamentali per la messa in opera dei progetti per le politiche attive”.
Una mattina, quella in Prefettura, che mostra ancora la capacità istituzionale del Prefetto, sempre pacato nei toni e pronto ad intervenire con molto pragmatismo. Dal punto di vista dei disoccupati, Vertenza continua a lavorare e marciare con compattezza, per arrivare alla soluzione che tutti auspicano: la risoluzione e la sopravvivenza attraverso il lavoro.

 

Le dichiarazioni di Gino Rossi in un video di Valentino Bettinelli

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Vertenza Frusinate incontra il Prefetto in piazza della Libertà

Il Preffetto con Gino Rossi mindi Valentino Bettinelli - Il Prefetto scende in piazza della Libertà per incontrare i disoccupati di Vertenza Frusinate.
Nella mattinata di venerdì 5 aprile, i disoccupati di Vertenza Frusinate si sono ritrovati davanti al palazzo della Prefettura di Frosinone. Sit-in come al solito pacifico, che aveva come obiettivo quello di smuovere lo stallo istituzionale sulla questione mobilità in deroga e sull’accordo di programma tra Ministero, Regione e sigle sindacali, che ancora manca.

La situazione degli ex lavoratori ciociari è ormai arrivata al limite dell’umana sopportazione. Ancora una volta si trovano a dover lottare per rivendicare il diritto alla sopravvivenza e alla dignità. Rappresentanti sindacali e politici continuano a latitare; assenze che producono un assordante frastuono nel mancato rispetto dei doveri affidati loro da tesserati ed elettori.
La richiesta di un sit-in presso la Prefettura è stata accordata, nei giorni scorsi, dalle autorità deputate. I manifestanti hanno presidiato Piazza della Libertà dalle 10:00 del mattino. Dopo circa un’ora la buona notizia: il Prefetto ha dato l’assenso a incontrare l’intera delegazione di disoccupati. Sua Eccellenza Ignazio Portelli èsceso, dunque, in piazza per parlare con il comitato di Vertenza Frusinate. Dialogo diretto affidato, al solito, al portavoce Gino Rossi.

“Vertenza Frusinate chiede un’accelerazione netta verso la risoluzione di questa spiacevole vicenda. Chiediamo rispetto da parte dei sindacati e dei Parlamentari eletti nel nostro territorio che continuano a lasciarci soli. Non sappiamo quando e con quali cifre verrà siglato l’accordo di programma per il rifinanziamento delle nostre mobilità”.
La presenza del Prefetto è stata particolarmente apprezzata dal gruppo di disoccupati. Lo stesso Prefetto ha voluto precisare qualche aspetto procedurale. “Dal punto di vista tecnico ci impegneremo ad intercettare tutti i problemi, relativi anche ad alcuni intoppi sull’erogazione della mobilità 2018. Per il 2019 bisogna attendere ancora l’iter ufficiale da parte delle istituzioni per arrivare alla firma del nuovo accordo. È chiaro che sarà necessario verificare le richieste di tutte le 13 regioni interessate dalle 18 aree di crisi complessa in tutto il Paese. In finanziaria ci sono 117 milioni, ma ancora non si hanno notizie sulla divisione di tali fondi per tutte le aree di crisi complessa”.

Gino Rossi ha messo sul piatto, in tema di politiche attive, anche la concreta possibilità relativa al finanziamento dei progetti di bonifica della Valle del Sacco, accordo che riguarda 10 progetti sul territorio della nostra provincia, per un ammontare di poco superiore ai 53 milioni di euro. A tal proposito Sua Eccellenza ha chiarito come “i primi interventi di bonifica non rappresentano una possibilità a breve termine di occupazione. Nei prossimi mesi ci sarà la fase di studio, e solo dopo l’estate l’avvio dell’iter burocratico per la partenza effettiva dei progetti. L’opportunità sicuramente c’è, ma bisogna essere chiari dicendo che, ad oggi, l’unica parte concreta di quell’accordo èVertenzaFrusinate sit in Prefettura 5 apr 19 min rappresentata dai soldi stanziati”. Parole, quelle del Prefetto Ignazio Portelli, che dovrebbero suonare come campanello d’allarme nelle orecchie di Sindacati e politica locale, considerata anche la poca partecipazione di questi attori nelle questioni pratiche dell’accordo di programma sulla bonifica. Tutto questo, però, resta nell’aria, a causa delle continue assenze dei vari rappresentanti delle sigle sindacali e dei partiti politici.

Di nuovo Gino Rossi (anche in video) si trova costretto a ribadire la solitudine del comitato di Vertenza Frusinate: “le nostre istanze vengono continuamente disattese. Gli inviti, alle organizzazioni sindacali e ai rappresentanti eletti nel territorio, totalmente inascoltati. Noi disoccupati, ancora una volta, ci troviamo costretti a trovare autonomamente delle soluzioni”.
Un grido che riecheggia da tempo e che sembra, però, non arrivare a chi di dovere.
La rappresentanza è un compito arduo che andrebbe affrontato con un’etica ben diversa da quella mostrata fino ad ora dai vertici locali di politica e parti sociali. Vertenza Frusinate continua a portare avanti una battaglia sacrosanta, con la speranza che si arrivi al risultato desiderato: la riconquista di un valore Costituzionalmente riconosciuto come la dignità del lavoro.

 

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

Il 13 aprile 'in strada' per la Valle del Sacco

locandina 13aprilòe19 350 minUna vertenza per la Valle del Sacco.

MANIFESTAZIONE UNITARIA PER LA VALLE DEL SACCO
“Chiediamo il conto su inquinamento e salute della Valle del Sacco”
SCENDIAMO IN STRADA PER UN FUTURO PULITO


Vogliamo aprire una vera e propria vertenza per la valle del Sacco, per quanto riguarda la dimensione territoriale e l'intreccio di problemi e, rischi e opportunità che la storia passata e recente ci ha consegnato.
La manifestazione del 13 aprile 2019 ne rappresenta l'apertura, il primo passo con cui inizia la costruzione dell'organizzazione necessaria, la messa a punto dei contenuti. E’ l'inizio di un percorso che si fonda su una logica di parità tra i soggetti coinvolti, sulla responsabilità degli uni verso gli altri, valorizzando conflitti e contraddizioni per una migliore definizione degli obiettivi.
Una vertenza unitaria, poiché riconosciamo una forte connessione nel sistema territoriale della Valle del Sacco, nel suo eco-sistema, nei suoi habitat naturali, nella sua configurazione sociale ed economica, nel suo patrimonio storico e culturale, nelle sue connessioni con i territori contigui, aperto al mondo, attraversato dai mille flussi delle persone, delle merci, delle informazioni e delle filiere commerciali e produttive.
Una vertenza per aggregare, coinvolgere e mobilitare, per creare stretti legami tra le mille particolari richieste e vertenze che sorgono di continuo, coordinarne l’ azione e sintetizzarne i contenuti.La maglietta del 13 aprile
Da subito riteniamo necessario:
• l’avvio di uno screening sanitario della popolazione, soprattutto negli adolescenti, che valuti lo stato di contaminazione delle persone nei diversi contesti ambientali e gli eventuali effetti sulla loro salute, collegato ad un registro dei tumori effettivamente funzionante;
• promuovere e sostenere un piano eco-sostenibile per la mobilità di merci e persone;
• ripensare completamente le forme di riscaldamento domestico;
• promuovere un piano per la qualità dell’aria, delle acque e dell’ecosistema;
• creare tavoli di lavoro partecipati sulle bonifiche, sugli investimenti produttivi in tutti i settori, sul piano dei rifiuti, sui servizi pubblici e le strutture sanitarie.
Sarà la mobilitazione dei cittadini ad imporre un salto di qualità nel governo di questo territorio.
Uniamo le forze! Per costruire assieme la piattaforma per la vertenza Valle del Sacco.

 

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Leggi tutto...

L’8 marzo in piazza per difendere il territorio di Frosinone

Non una di meno 350 260 min

L'Associazione Oltre l'Occidente ha aderito all'appello della USB.

 Lunedì 4 marzo alle ore 17.30, presso la sede della Federazione USB di Frosinone in Via Marittima 217 incontro di organizzazione della giornata.

 

APPELLO SCIOPERO GENERALE DELL’8 MARZO MANIFESTAZIONE PIAZZA VI DICEMBRE COMUNE DI FROSINONE UNIAMO LE LOTTE

Come lavoratrici e lavoratori, delegate e delegati sindacali, ci impegniamo a sostenere e organizzare lo sciopero del prossimo 8 marzo, lanciato in Italia da "Non Una di Meno".
Lo facciamo dalle fabbriche, dalle scuole, dai centri commerciali e dai luoghi della grande distribuzione, dagli ospedali, dalle cooperative a cui sono appaltati i servizi in tutti questi settori.
Negli ultimi anni abbiamo visto da vicino in che modo l’attacco padronale al salario e ai diritti delle lavoratrici e dei lavoratori e le politiche di precarizzazione imposte dai governi di ogni colore, in Italia e in tutto il mondo, si siano abbattuti sulle donne: stipendi più bassi, turni di lavoro ingestibili per chi è costretta a occuparsi anche del lavoro domestico e di cura, mansioni più dequalificate, maggior ritmo e carico di lavoro, molestie sessuali che rendono ancora più insopportabile la condizione di lavoro. Tutto questo è parte dell’organizzazione del lavoro in tutti gli ambiti.

biancoenero 350 minGli attacchi contro le donne e contro la loro libertà sono l’altra faccia della privatizzazione e dell’abbattimento del welfare che colpisce tutto il lavoro rendendolo più povero e precario. In tutto il mondo, però, le donne stanno lottando e l’8 marzo sciopereranno ancora una volta. Questo sciopero riguarda anche noi, perché mostra chiaramente che la violenza maschile e quella razzista sono parte integrante delle politiche di precarizzazione e di sfruttamento del lavoro.

Questo sciopero è necessario, perché ci dà la possibilità di unire le forze, di andare al di là delle divisioni di categoria, delle discriminazioni sessuali e del razzismo che ci dividono sui posti di lavoro. Questo sciopero è urgente, perché non possiamo tacere di fronte alle politiche di questo governo che sta colpendo duramente, con una violenza senza precedenti, proprio le donne, i lavoratori e i migranti.

A Frosinone avere più servizi pubblici significa avere una società nella quale le donne hanno più tempo libero e più libertà. Impedire che il bilancio Comunale continui a tagliare servizi significa difendere le donne e i lavoratori precari. Le scelte di salasso economico e di aumento delle tasse degli enti locali chiamati ad immolarsi sull’altare del pareggio di bilancio, la chiusura di gran parte dei servizi pubblici, la mancanza di turn over, colpiscono duramente centinaia di lavoratori e soprattutto lavoratrici, impegnate nei servizi sociali, nell’assistenza domiciliare, nei servizi culturali e di cura della città: ore di lavoro tagliate, salari sempre più bassi, un sistema di appalti che non garantisce i diritti, non assicura agli utenti un servizio di qualità e costa di più rispetto all’internalizzazione dei servizi. Tutto ciò inoltre grava sulle tasse dei cittadini.

Pertanto si chiedono risposte urgenti e un impegno politico deciso per porre fine a questo sistema perverso e nocivo per i diritti e la dignità dei lavoratori e delle lavoratrici. NO ai tagli lineari del 20% che l’amministrazione Comunale di Frosinone si appresta a mettere in atto con la prossima approvazione del bilancio Comunale. Proponiamo ed invitiamo tutte le realtà laiche, religiose, politiche e i movimenti antirazzisti a condividere e promuovere questa manifestazione. L’8 marzo in piazza per difendere il territorio di Frosinone, i servizi, la salute, il lavoro, per far sentire la voce di chi in questi anni di crisi ha pagato tutto con aumento dello sfruttamento del lavoro e con l’aumento delle tasse.
Frosinone 27/02/2019

Coordinamento Provinciale USB Frosinone

Leggi tutto...

Romania in piazza per le riforme

romania protests 350 260 mindi Maria Giulia Cretaro - La Patria chiama, il Popolo risponde.

Il senso civico travalica i confini, l’esilio economico può solo rimandare la rivoluzione. La Romania ha atteso il ritorno estivo di chi vive all’estero per protestare come il suo passato le ha insegnato.

Vasilica Viorica Dăncilă, Primo ministro del Paese da Gennaio 2018, è la prima donna a ricoprire tale incarico. Peccato che le pari opportunità non abbiano condizionato questa scelta. Sicuramente il suo ruolo da europarlamentare avrà giocato a suo favore ma il prescelto del Partito Social Democratico era l’ineleggibile Liviu Dragnea, la cui storia processuale inizia nel 2013. Accusato di frode elettorale, ha tentato la scalata all’assoluzione in tutti i gradi di giudizio. Conclusione, condanna a 2 anni di reclusione con sospensione della pena per un termine di 4 anni.

A fronte della vittoria di inizio anno, Il Presidente Klaus Iohannis ha solo potuto dar vita ad un esecutivo già scritto, ad un immobilismo economico e burocratico segnato ma necessario alla stabilità politica del paese.

Dopo mesi di malcontento popolare, di richieste ignorate ed esigenze collettive relegate a decisioni di second’ordine, ai cittadini è rimasta solo la piazza e sono andati a prenderla.

Hanno atteso il rientro dei rumeni in diaspora e da venerdì Piazza Victoria è territorio dei manifestanti. Cinquantamila cittadini (ma si stimano oltre settantamila) a protestare contro un esecutivo fortemente corrotto, specie nella persona del capo di maggioranza. Le richieste del popolo partono dalla volontà di una magistratura indipendente, non condizionata apertamente dal governo ed un Parlamento Unilaterale. Stanchi di pensare il proprio paese come un satellite, prima del blocco comunista ed ora della logica europea, vedono nella riforma del sistema fiscale, pensionistico e previdenziale la chiave per uscire da un ruolo di sussistenza.

5 giorni di proteste, un bilancio di 450 feriti e nessuno dei 2 dati sembra poter diminuire. Il pugno duro della Polizia di Stato non è tardato ad arrivare, tentando una repressione armata e feroce, la risposta dei dimostranti è stata l’occupazione ad oltranza.

Neanche l’ombra di dimissioni da parte di alcun membro del Governo.

Il ruolo più difficile, quello del Presidente della Repubblica: Klaus Iohannis ha condannato l’operato dei gendarmi, paventando il rischio di una profonda crisi interna, a lui ora la decisione su come gestire ogni possibilità.

Ci sono dunque ancora popoli che si battono, senza post privi di spessore ma con i fatti. Le rivoluzioni non si operano con critiche senza seguito, ma con perseveranza e chiarezza nel far valere i diritti. Cittadini coscienti del loro ruolo nella democrazia, pronti al sacrificio pur di tutelarlo. Insomma cittadini, che sanno ancora essere cittadini.

Leggi tutto...

Bravi. Il Frosinone al secondo posto ipoteca il ritorno in A

Il tiro gol di Paganini 350 260 mindi Tommaso Cappella - Frosinone corsaro ad Avellino, seconda piazza blindata.
Un Frosinone tutto cuore e determinazione va a vincere ad Avellino nel turno infrasettimanale e, approfittando del pareggio del Palermo a Cittadella, si riprende la seconda piazza con due punti di vantaggio sul Parma e sugli stessi siciliani. A sei giornate dal temine del campionato di serie B, con l'Empoli, prossimo avversario dei canarini, ormai virtualmente promosso, i giallazzurri dovranno dare il massimo per conservare questa posizione e spiccare il volo verso la serie A dalla porta principale.
L'undici di Longo era reduce da un momento decisamente delicato. Dopo aver perso a Parma, la squadra giallazzurra sabato scorso non era andata oltre il pareggio tra le mura amiche con lo Spezia. Un cammino decisamente negativo con una media punti da retrocessione. E pensare che, fino ad un paio di mesi fa, aveva dato la netta impressione di essere, al pari di Empoli e Palermo, la squadra da battere per quel che concerne la promozione diretta. Occorre anche dire che l'infortunio subito dal bomber Daniel Ciofani nel vittorioso match contro il Venezia, ha costretto il tecnico canarino a rivedere l'assetto tattico della squadra. E si sono notate queste difficoltà che, ci si augura, possano essere state superate nella vittoriosa gara del 'Partenio-Lombardi' di Avellino.
La gara contro lo Spezia aveva evidenziato ancora una volta la scarsa vena realizzativa, oltre ad un evidente calo soprattutto psicologico.
Ad onor di cronaca occorre comunque dire che, ad un primo tempo sotto tono, ha fatto riscontro una ripresa nel corso della quale Dionisi e compagni hanno gettato il cuore oltre l'ostacolo, trovando il gol del vantaggio su rigore realizzato proprio dal capitano giallazzurro. La squadra a quel punto ha avuto almeno altre due palle gol per chiudere il match. E invece alla fine è arrivata anche la beffa che ha consentito ai liguri di portare via un punto dallo 'Benito Stirpe' ancora su calcio di rigore.
La vittoria di Avellino ha dissipato non pochi dubbi circa le potenzialità di questo Frosinone. Il tecnico Longo ha scelto una formazione decisamente più guardinga con un centrocampo a cinque, schierando a fianco del metronomo Maiello (superlativa la sua prova) due 'polmoni' come Konè e Chibsah e sulle fasce un ritrovato Paganini e Beghetto, con la coppia Ciano-Dionisi in attacco. La squadra ha saputo contenere un Avellino reduce da due risultati positivi, ha saputo soffrire e ha anche portato insidie alla porta dei padroni di casa. Ma soprattutto ha avuto la capacità di saper colpire al momento giusto con un uno-due micidiale firmato Dionisi-Paganini.
Una prova maiuscola quindi che proietta il Frosinone verso lo scontro al vertice nel posticipo di lunedi prossimo con la capolista Empoli in programma alle 20,30 al 'Benito Stirpe'. Dionisi e compagni hanno la ghiotta possibilità di rafforzare il secondo posto e dimostrare soprattutto che valgono la serie A. Ma ci vorrà la gara perfetta. E questo Frosinone ha spesso dimostrato che, quando è in giornata, per gli avversari non c'è 'trippa per gatti'.

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it

Leggi tutto...

Frosinone in vantaggio, incamera tre punti e conserva la seconda piazza

Maiello Raffaele 350 260 mindi Tommaso Cappella* - Alla vigilia quella contro il Venezia rappresentava una sorta di ultima spiaggia per il Frosinone alla disperata difesa di quel secondo posto che porta alla promozione diretta in serie A. Per come si è messa la gara contro i lagunari di Pippo Inzaghi (per l'occasione costretto a soffrire in tribuna) è sembrato che il periodo-no dei giallazzurri potesse continuare dopo il ko di Palermo e due pareggi a reti inviolate contro Salernitana e Ternana. E questo perché nel primo tempo, proprio nel momento migliore dei ragazzi di Longo, è arrivato il vantaggio del Venezia per una sfortunata deviazione di testa di Ariaudo che ha spiazzato anche Vigorito. A quel punto al 'Benito Stirpe' si è pensato al peggio, con la prospettiva di doversi rassegnare ai playoff che il Frosinone, anche se non ancora matematicamente, ha comunque praticamente centrato.

All'intervallo nello spogliatoio mister Longo ha evidentemente 'fatto la voce grossa' perché, al rientro in campo i giallazzurri sono apparsi trasformati. Grinta, pressing, belle giocate, azioni pericolose, fino ad arrivare, dopo una decina di minuti, al gran gol di Maiello il quale ha così pareggiato la contesa. Come se non bastasse un gran colpo di tacco di Citro, elemento capace, quando viene chiamato in causa, di 'spaccare la gara', ha permesso al Frosinone di andare in vantaggio, incamerare i tre punti, conservare la seconda piazza e scacciare i fantasmi della vigilia.
Ora, a nove giornate dal termine e con un calendario non proprio proibitivo, la formazione giallazzurra intanto deve credere nelle proprie potenzialità. E' pur vero che il giorno di Pasquetta il Palermo, che insegue ad una sola lunghezza, recupera la gara con il Parma, rinviata per la morte di Astori. In caso di vittoria i rosanero si porterebbero in seconda posizione con due punti di vantaggio sui canarini . Naturalmente l'auspicio è che ciò non accada e magari i ducali possano fermare la 'corazzata' di Tedino. E' chiaro che il Frosinone deve guardare in casa propria e non sperare nelle disgrazie altrui. Lo deve fare perché ha un organico di livello per questa serie B, nonostante il grave infortunio di Daniel Ciofani, e una società tra le più professionali e lungimiranti del panorama calcistico nazionale.

A cominciare dalla trasferta di sabato prossimo proprio a Parma. Ma soprattutto Dionisi e compagni possono sempre contare su un tifo eccezionale che ancora una volta ha dimostrato un attaccamento commovente verso la squadra. Come dimostrato con la presenza massiccia e l'incitamento incessante contro il Venezia, nonostante la squadra fosse reduce dalla deludente prestazione di Terni. E già questa considerazione rappresenta la garanzia tangibile che questo Frosinone merita a pieno titolo la serie A. Ma guai ad abbassare la guardia!

*Tommaso Cappella
giornalista volontario in pensione

Leggi tutto...

Nicola Fratoianni e Stefano Pizzutelli il 7 giugno in piazza Cervini a Frosinone

fratoiannida Sinistra Italiana Frosinone - Mercoledì 7 giugno alle ore 18, il Deputato e Segretario nazionale di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni sarà a Frosinone in piazza Cervini (via Aldo Moro) a sostenere la lista “Frosinone In Comune” con Stefano Pizzutelli candidato a sindaco
Le elezioni amministrative di Frosinone saranno l’occasione per costruire un’ alternativa di governo locale alle larghe intese che hanno dimostrato incapacità sotto la scure delle politiche di austerità e dei pesanti tagli inflitti ai trasferimenti finanziari agli enti locali approvati con le ultime Leggi di Stabilità, ma anche per le politiche assunte riguardo i beni comuni, l’ambiente, il welfare, che in molti casi hanno prediletto logiche di privatizzazione estrema, sacrificando principi di equità sociale.
Con il progetto politico di Frosinone in Comune vogliamo scomporre gli schemi tradizionali di alleanza ma proporsi come alternativa credibile ed efficace con un patto sociale con i cittadini.
Per questo, abbiamo, creduto subito nella costruzione di un soggetto elettorale come Frosinone in Comune che coinvolge forze di sinistra, movimenti, reti di cittadinanza attive localmente
Vogliamo un capoluogo di provincia non solo nel nome . Immaginiamo Frosinone come una Città ecocompatibile non costretta a “morire” di polveri sottili e di rifiuti , ma capace di mettere in campo azioni di politica locale che portino ad emissioni “ zero” e a rifiuti “zero” con la tutela del paesaggio , con la promozione di un’altra mobilità con mezzi pubblici ecocompatibili , ciclovie comunali e con un sistema di riduzione e riuso dei rifiuti; una città che diventi attrattiva e intercomunale sapendo dialogare con tutti i Comuni del territorio provinciale; una Città europea che sappia progettare bene all’insegna della qualità della vita in modo da poter disporre dei fondi europei; far diventare il fiume Cosa non un ostacolo ma una risorsa naturale ed urbana della Città tramite il parco fluviale, il contratto di Fiume o tramite il monumento naturale previsto dalla Regione e rendendo pedonabili e ciclabili le sue sponde
Progetti che non solo ricadono sull’Ambiente e sulla qualità della vita ma ricadono sul tessuto economico sociale e turistico della Città stessa, creando nuova e sana con un'economia alternativa e virtuosa.
Invitiamo, la cittadinanza a partecipare Il 7 giugno, preferiamo il luoghi pubblici e di confronto, per questo saremo in piazza con il deputato e segretario nazionale di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni, con il candidato sindaco Stefano Pizzutelli, con i candidati al consiglio comunale ed i nostri sostenitori non solo per proporre ma anche per ascoltare in modo di creare una nuova amministrazione comunale che basi i suoi interventi sulla democrazia partecipativa con l’obiettivo di portare lo strumento del bilancio partecipativo nella prossima amministrazione.

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Leggi tutto...

Piglio. Una piazza sovrastera’ il parcheggio multipiano

parcheggio 3da un comunicato del Comune di Piglio - Soddisfazione del Sindaco Mario Felli e dell’Assessore Federici.
L’Amministrazione Comunale di Piglio guidata dal Sindaco Mario Felli, avrà il merito di concludere un opera che da 10 anni attende la sua rinascita. Si tratta dell’area adiacente la sede comunale, dove si realizzerà un parcheggio multipiano, oggi però con una novità che rende l’opera più efficiente ed efficacie, che vedrà in quest’ultima fase dei lavori la sua realizzazione e di cui va dato merito all’Assessore ai Lavori Pubblici Mauro Federici. “Siamo riusciti ad ottenere in quest’ultima fase –ha sottolineato l’Assessore Federici- dalla Regione Lazio un cofinanziamento di € 350 mila di cui € 281 mila da parte della Regione e € 69 mila del Comune di Piglio, con questo finanziamento ci sarà il completamento del parcheggio, ed inoltre su mia indicazione condivisa dall’Amministrazione, al di sopra della struttura si realizzerà una piazza che si collegherà con l’area parco e l’ingresso al centro storico. Lo scorso 27 aprile è avvenuta la consegna dei lavori all’impresa che a breve inizierà i lavori e porterà a conclusione l’intera opera”.

“Il tessuto urbano di Piglio –afferma il Sindaco Mario Felli- torna ad integrarsi di una parte importante , di cui ne è stato privato per anni, siamo soddisfatti come Amministrazione, di aver integrato in modo completo la funzionalità dell’opera, che contribuirà a rendere possibile una maggiore pedonalizzazione del centro storico, decongestionando il centro e viale Umberto Primo dal traffico e rivitalizzando l’area verde adiacente, questo perché, sopra ai due piani è a progetto una piazza collegata ai giardini pubblici che determinerà maggiore affluenza in una via importante del centro, oltretutto rivitalizzandola....”.

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici