fbpx
Menu
A+ A A-
Valentina Calcagni

Valentina Calcagni

Dirigente del PD frusinate

URL del sito web:

A Roma, oggi, città dell'altra economia

  • Pubblicato in Partiti

a Roma con V.Calcagni h260 mindi Valentina Calcagni - Oggi a Roma città dell'altra economia. Prima riunione dei comitati civici lanciati alla Leopolda io sono stata invitata dall’On Ivan scalfarotto come coordinatrice del comitato crescita per Frosinone grandissima partecipazione tantissimo entusiasmo
Oggi i comitati non si sono solo raccontati nelle singole esperienze oggi abbiamo condiviso abbiamo creato relazioni umane abbiamo dato una fisicità ad un sentire comune a difesa dei valori della democrazia, dei diritti delle libertà, Europa e la forza della scienza. V.Calcagni Scalfarotto 2 min
Oggi abbiamo sancito che il riformismo è radicale ed è l'unico mezzo per essere alternativi alla paura al giustizialismo alla chiusura, noi ci rifiutiamo di abituarci alle bugie e alla galvanizzazione della società in chiave violenta.
Noi oggi abbiamo deciso di lavorare in rete con una voce univoca perché la società deve essere migliore dei singoli individui che la compongono senza mai avere nostalgia del Passato ma guardando al presente e al futuro.
Noi insieme reagiamo senza arretrare di un millimetro rispetto alla bullizzazione quotidiana delle istituzioni.
Ringrazio Scalfarotto per questa bellissima opportunità che segna il primo passo di un cammino che sarà bellissimo perché fatto tutti insieme.
In tempi straordinari occorre una mobilitazione straordinaria noi ci siamo.

 

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Congresso PD: è già tutto consumato?

  • Pubblicato in Partiti

BANDIERE PD 350 260di Valentina Calcagni: Posizioni Congressuali - Non ho da iscrivermi a nessuna tifoseria o contrattare posizionamenti pertanto continuerò, se ci saranno le condizioni, a lavorare come faccio da tempo.

Se la Politica sta andando in esilio è responsabilità di giochini a cui non intendo prestarmi per dovere di serietà.
Mi avrebbe fatto piacere confrontarmi con gli amici militanti attivisti e dirigenti su quanto è stato fatto dal Governo PD, cosa rimaneva da fare e cosa andava migliorato.
Penso alla Riforma del Lavoro, della Scuola, le leggi sui Diritti Civili, alle misure contro la povertà, alle politiche industriali, mai nessun Governo era stato tanto produttivo e allora sarebbe stato nostro dovere prima che nostro compito, difenderlo, rivendicarlo con forza e convinzione.

Non è accaduto...anzi! C'è stata la gara a prendere le distanze con una certa repulsione. E allora mi domando, cosa distingue oggi i candidati tra di loro? considerato che su uno in particolare convergono i tre quarti di quel
Governo PD ?

Un altro candidato è stato Ministro del medesimo Governo, vicesegretario e segretario uscente del Partito, sembra tutto surreale ma è tutto vero.

A mio modo di vedere è già tutto consumato.
Il mio impegno non verrà meno perchè c'è bisogno di resistenza civile in questo momento difficile per l'Italia e soprattutto per i più deboli.

Un Congresso concentrato unicamente a parlare di noi è la mortificazione della politica riducendola ad una misera conta tutta interna.

Valentina Calcagni chiede chiarezza

  • Pubblicato in Partiti

valecalcagni leopolda 350 260 minDichiarazione di Valentina Calcagni - Le vicende quotidiane del PD appassionano e saziano tanti appetiti di opinionisti, addetti ai lavori e giornalisti - tranne che degli elettori a giudicare da sondaggi sempre più rovinosi - ma sono purtroppo significative della totale assenza di politica e sostanza.
L'argomento è uno solo "Cosa farà Renzi ? Cosa dice Renzi ?Cosa pensa Renzi?"
Le risposte:
1 - è giusto che vada via perchè non è abbastanza di sinistra
2 - è giusto che faccia un partito con delusi di FI vestiti bene come lui

Intanto l'Italia scende in piazza a Roma e a Torino: gli Imprenditori lanciano un grido di allarme!
Sono coloro che lavorano, producono e pagano le tasse, che esportano nei mercati internazionali il made in Italy, che sanno stare nel mondo reale (definiti gli splendidi delle start up) si! Quelle start up innovative demonizzate perchè testimoni di una politica lontana dal popolo affamato! (Da chi invece è tanto ma tanto di sinistra)

Abbiamo il DOVERE di fare chiarezza, stiamo con chi lavora e crea lavoro? Oppure con il salario, anzi: con lo stipendio a prescindere dalla Produttività, Competenza, Formazione, Meritocrazia, Impegno?
Io ho chiaro in mente dove stare:

lontana da chi vive di rigurgiti novecenteschi, lontana da chi racconta un mondo che non c'è più di cui ha nostalgia e diventa reazionario dinanzi al progresso!

Valentina Calcagni e il congresso regionale del PD

  • Pubblicato in Partiti

Valentina Calcagni 350 260 minValentina Calcagni - Una mia dichiarazione dopo il congresso (del PD regionale del Lazio ndr).
Alla luce di quanto avvenuto con il Congresso PD Lazio per cui faccio gli auguri al nuovo Segretario Bruno Astorre, e mi complimento per il coraggio la coerenza dimostrarti da Claudio Mancini rimango ancora più disorientata.
Ritengo che Abbia vinto la restaurazione quando invece c'è bisogno di innovazione, di rivoluzione democratica, non di Ancien Regime e ancor meno di sacralizzazione dei capi bastone! Tutti ce ne lamentiamo nelle sezioni ma poi a loro i conti tornano sempre.

Il 4 marzo è crollato un sistema politico. Sono finiti il centrodestra e il centrosinistra, Cio' non vuol dire affatto che non ci siano più valori di sinistra e di destra. Ma non c'è piu' il centrodestra, ormai completamente sostituito da una estrema destra egemonica che sta finendo per assorbire Fi e sta attraendo anche parte dell'elettorato di M5s, mentre il centrosinistra è polverizzato. Ebbene, abbiamo davanti a noi una vera opportunità. Possiamo e dobbiamo occupare un ampio spazio centrale con una nuova proposta liberale e sociale, radicalmente alternativa al polo nazional-sovranista che si è fatto governo.
Per allargare il consenso subito e poi tornare ad essere maggioranza in Italia, e dobbiamo farlo ora, prima delle europee, perché queste elezioni europee non sono mai state così decisive per l'Europa. La mia direzione sarà questa.

Politica. Bisogna essere in partita, il silenzio porterà all'estinzione

salvini renzi dimaio mindi Valentina Calcagni - La Politica si è trasformata in uno storytelling. Mi appassionano e mi interrogo sugli archetipi che i maggiori Partiti o Movimenti incarnano. È passato lo scontro ideologico siamo allo scontro tra storie.
Guerrieri/Ribelli/Saggi/Maghi/Guaritori, in ogni storia c'è spazio per una sola voce, per ciascuno di loro.

Il M5S esprime l'archetipo dell'uomo comune quello del Ribelle, unico fine è abbattere chi è al potere, per questo scopo ogni strumento è legittimo. Ogni incoerenza nello spazio ideologico (destra e sinistra), nel tempo cronologico (ieri si è detto A oggi si dice B ) è totalmente irrilevante.
Non è richiesta alcuna capacità o esperienza sono un plotone di esecuzione fedele alla causa.
Raggiunto lo scopo, nella rimozione dello status quo, arrivato al Governo il Ribelle ha compiuto il suo arco narrativo. La sia storia è finita.

Al contrario l'archetipo della Lega - il Guerriero è ancora al primo atto.
La storia è appena iniziata, il Guerriero deve combattere e difendere la comunità dal nemico, se il Ribelle ha bisogno di un nemico interno, il Guerriero lotta contro nemici esterni.
Salvini ne ha individuati due, gli Immigranti poveri e l'asse ricco Franco/Tedesco.
Il linguaggio violento rozzo funziona a rafforzare l'immagine di questo archetipo che deve "solo" combattere all'infinito, non occorre che vinca.

Nel Partito Democratico oggi, dopo la narrazione di Renzi (caratterizzata dalla velocità), c'è silenzio. Siamo ad una narrazione reattiva, si risponde agli avversari proprio nei punti in cui non sono vulnerabili, finendo spesso per rafforzare i loro archetipi.
1 - essere contro il Populismo racconta un PD contro il popolo;
2 - difendere le istituzione racconta un PD che non difende il popolo;
3 - spiegare le cose parlando alla testa prima ancora che alla pancia racconta un PD rigido e arrogante.

E allora sembrerebbe non esserci spazio per l'archetipo Democratico!
Io ritengo che la nostra narrazione sia lunga e che occorra cominciare adesso a costruire la figura del Guaritore, serio credibile affidabile da spendersi nel "dopoguerra" quando le ferite saranno profonde e dolorose.

In un ecosistema narrativo ogni archetipo deve avere voce, essere in partita, il silenzio porterà all'estinzione.

 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Sottoscrivi questo feed RSS
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici