fbpx
Menu
A+ A A-

Italy Must Act presenta il suo programma

WE MUST ACT

One Bridge to Italy Must Act*. Italy Must Act presenta il suo programma

foto 1 IMA 390 minIn occasione della giornata del 3 ottobre, giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione, l’associazione One Bridge To Idomeni presenterà a Verona al laboratorio autogestito Paradot@s Corso Venezia 51, in collaborazione con Aletheia RCS e Vasilica Moon-Onlus la nuova rete italiana Italy Must Act ed il progetto Grecia.
One Bridge to Idomeni è un’associazione nata a Verona dall’intento di creare un ponte verso Idomeni, un piccolo villaggio sul confine greco-macedone dove, tra la fine del 2015 e l’inizio del 2016 si ritrovarono più di 10.000 persone migranti che percorrevano la rotta balcanica, bloccati dalle nuove misure europee di chiusura dei confini.
Link per iscriversi all’evento che si svolgerà a Verona

In seguito alla prima spedizione e grazie alla straordinaria risposta ricevuta dalle persone che hanno accolto l’iniziativa, il progetto One Bridge to Idomeni ha sviluppato negli anni un aiuto costante lungo la rotta balcanica, tramite due direttrici:
da un lato portano aiuti e si impegnano nel costruire, sui confini europei, una comunità e uno stato di diritto valido anche per le persone migranti che sono escluse, in quanto elementi esterni alle nazioni e alla cittadinanza;
dall’altro, i volontari che tornano mostrano i volti, la voce, le sofferenze e i desideri di chi è costretto a vivere nei campi per rifugiati.
Per fuggire dall’assistenzialismo di un certo aiuto nei contesti di emergenza, le due azioni implicano un azione politica unitaria: difendono quindi, quei diritti spesso dimenticati, che si considerano necessari per una vita pienamente umana.
One Bridge to Idomeni lavora nei Balcani, dove sono stati attivati progetti in Grecia, Serbia e in Bosnia-Erzegovina, e a Verona, promuovendo formazioni attività nelle scuole e questo tipo di incontri.

Il programma di Verona

Coma da programma qui a fianco,  alle 16,30 ci sarà la presentazione di Italy Must Act, “costola” italiana di Europe Must Act, un movimento europeo nato il 2 marzo 2020, una rete di associazioni, movimenti e persone che credono e vogliono porre una radicale modifica delle leggi europee e nazionali sull’immigrazione.
La rete Europe Must Act è nata a partire dalla tragica situazione vissuta da migliaia di persone sulle isole greche di Lesbo, Samos e Chios, bloccate in una situazione di stallo nei sovraffollati campi profughi voluti dall’Unione europea.
Il movimento Italy Must Act si propone in Italia, seguendo le stesse linee guida di Europe Must Act, di sviluppare sul territorio una rete di comuni pronti a sostenere ed accogliere queste persone in collaborazione con Re Co Sol (rete dei comuni solidali) e con la nascita del progetto City Must Act.
Cities Must Act è una coraggiosa campagna che chiede ai cittadini, ai consigli comunali e ai sindaci delle città italiane e a livello europeo di impegnarsi a sostenere l’immediato trasferimento dei richiedenti asilo degli hot spot greci.
Nelle sue precedenti campagne Europe Must Act ha dimostrato che attraverso il consenso dei cittadine e delle città il cambiamento è possibile, l’accoglienza è possibile e l’immobilità dei vari Leader europei non è giustificabile.

Il 30 marzo 2020, il sindaco e i cittadini di Berlino si sono impegnati ad accogliere 1500 rifugiati.
Ora chiediamo alle città di tutta Europa di unirsi a Berlino nell’offrire accoglienza ai rifugiati dei campi greci delle isole e della terra ferma, richiesta ancora più urgente dopo gli avvenimenti di Moria a Lesbo.
Italy Must Act è nata da tre mesi, ma sta iniziando a costruire questa rete solidale con comuni e associazioni territoriali, lanciando petizioni e dimostrando nelle piazze:
- Firenze il 15 settenbre dove a già raccolto il consenso di vari cittadini e associazioni
- Roma dove una rete di movimenti e associazioni hanno dato l’appoggio per la manifestazione svoltasi il 26 settembre.

Le piazze di Firenze e Roma si sono unite chiedendo l’immediata evacuazione di Moria, denunciando la situazione negli hot spot delle isole greche, maltesi, turchi e italiani.
Chiedendo la modifica del trattato di Dublino, del nuovo patto sull’immigrazione del 23 settenbre solidale non con i rifugiati, ma solo con gli stati membri della commissione europea che invece di accogliere pensa al rimpatrio.

Chiedendo di abolire i decreti sicurezza che colpiscono persone e ONG: essere in pericolo non può essere un crimine e il soccorso deve essere garantito ad agni essere umano che ne abbia necessità.
Chiedendo l’abolizione degli accordi con la Libia, ormai accertata principale causa di sofferenza, detenzione e tortura di rifugiati e di migranti.
Ore 18.30 presentazione progetto Grecia.

Durante la giornata interverranno le due associazioni partner di One Bridge to Idomeni: Vasilika Moon-ONLUS e Aletheia RCS, che attraverso le testimonianze dei volontari racconteranno la situazione ad Atene in particolare di Victoria Square dove ormai da mesi vivono accampati i richiedenti asilo a causa delle politiche di esclusione del sistema di accoglienza greco.

Sono previsti gli interventi di Massimiliana Odorizzi (Europe Must Act, Italy Must Act) e Allegra Salvini (facilitatrice, Italy Must Act), Roberta Ferruti (ReCoSol), Franco Balzi (ReCoSol) Franco Balzi (sindaco di Sant’orso).
Un video messaggio di Pietro Bartolo
In collegamento da Lesbo Morteza e collegamenti con volontari dall’isola di Samos.

foto 3 IMA 600 min

*Un ponte verso l'Italia deve agire

 

 

 

Articoli e news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui
aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

 

Pubblicato in Italy Must Act
Torna in alto

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici