fbpx
Menu
A+ A A-

BLAH BLAH BLAH - La passerella dei luoghi comuni

  • Scritto da  Monica Carelli

 Testimonianze di lavoro

 La pandemia ha forzatamente limitato e modificato le nostre esistenze

di Monica Carelli (video)
people 01 360 minLa pandemia in corso ha forzatamente limitato e modificato molti aspetti pratici delle nostre esistenze quotidiane, e questo era francamente inevitabile e tristemente prevedibile.

I gesti più comuni, le abitudini più consolidate, li abbiamo dovuti reinventare, adattare. Gli scenari più abituali, quelli a cui non facevamo neanche più caso, sono scomparsi oppure trasformati in maniera radicale.

Pensate al brusio, al chiacchiericcio, quel sommesso vociare che ha sempre accompagnato le nostre vite. Le voci dei nostri simili, il sentirsi parte di una comunità, il rumore di fondo di tante serate trascorse in mezzo alla gente, il calore di tante conversazioni diverse che si incrociavano a creare la colonna sonora di mille situazioni piacevoli.

Al giorno d'oggi, la maggior parte delle conversazioni, più o meno casuali che siano, sono migrate verso l’ambiente più “insidioso” dei social network dove, rispetto ad un dialogo faccia a faccia, sembra molto più facile estremizzare i contenuti, millantare certezze, predicare presunte verità con la sicumera di tanti piccoli messia.
Massimo Chionetti 350 minPerché si sa che non la pensiamo tutti allo stesso modo, ma allo stesso modo tutti abbiamo il diritto di dire quello che pensiamo, e lo facciamo con ogni mezzo e in ogni dove e con chiunque.

Abbiamo letto, ascoltato, metabolizzato, cercato di comprendere i perché di ogni posizione presa e abbiamo trasformato questo brusio in un coro a 4 voci che racconta la nostra quotidianità in questi mesi di emergenza sanitaria.

Nasce così "BLAH BLAH BLAH - non vedo non sento non penso ma parlo", una passerella di luoghi comuni che sempre di più ogni giorno diventa un rumore di fondo incessante ed inarrestabile, una cantilena inesauribile, un martellante suono di grancassa: un video con cui abbiamo cercato di riprodurre la cacofonia di un dibattito dove vale tutto ed il contrario di tutto, dove la veridicità di un concetto o di una notiziaSara Zagaria 350 min pare dipenda soprattutto dall’aggressività e dall'arroganza con cui viene riportata, dove si critica sempre e comunque, dove ciascuno avrebbe saputo sicuramente fare meglio.

Siamo quattro torinesi che arrivano dal mondo dello spettacolo, in attesa di poterci tornare, che da sempre lavorano con la parola al servizio delle persone.

Massimo Chionetti, fondatore di Thealtro, associazione culturale e compagnia teatrale di cui è attore, autore e regista e per cui cura i progetti di teatro d’impresa.

Sara Zagaria, che da circa dieci anni si esibisce sul palcoscenico con le compagnie Affetti Collaterali e Thealtro e con i match di improvvisazione teatrale con Teatro Sequenza, oltre ad attività di speakeraggio anche in lingua inglese.

Max Dellacasa, attualmente tecnico audio-luci per concerti, da sempre nel mondo della musica nei ruoli più svariati, da speaker radiofonico a giornalista musicale a commerciante al dettaglio di CD.Max Dellacasa 350 min

Monica Carelli, cantante, vocal coach, musical theatre performer, esperta di comunicazione, attrice, autrice e regista, si esibisce da quasi 20 anni, fra palchi e teatri, con musicisti professionisti e compagnie teatrali italiane, fra cui Rouge et Noir, di cui è fondatrice.

Monica Carelli 350 minNon pretendiamo di essere fra quelli che avrebbero saputo fare di meglio. Abbiamo semplicemente messo insieme le voci e le abbiamo fatte diventare un lungo monologo senza soste, senza spazi per prendere fiato, senza che ci sia, fra una frase e l'altra, né il tempo per riflettere né quello per ribattere. Come avrebbero potuto fare quattro sconosciuti seduti al tavolino di un bar, che si parlano addosso, senza veramente ascoltarsi.

BLAH BLAH BLAH diventa quindi un monologo a 4 voci della durata di 5 minuti e 40 secondi, sul ritmo crescente de "La passerella di addio" di Nino Rota, tratta da "8 1/2" di Federico Fellini: un circo che arriva, fa il proprio show e si allontana, lasciando solo il brusio nell'aria.

video di Monica Carelli

 

articolo pubblicato anche su CiesseMagazine

 

Articoli e news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui
aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.
Torna in alto

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici