fbpx
Menu
A+ A A-

Melitea - Il Nuovo progetto

  • Scritto da  Ferraris, Castelli, Iozia

Associazioni. Solidarietà

 Un battito d’ali di farfalla cambia tutto

Melitea logo 260 minUna società malata di paure è una società che perde la dimensione di comunità e si rifugia nell’individualismo.

L’individualismo scatena i peggiori istinti, mai sepolti, solo sopiti, solo nascosti.
Si chiamava controllo sociale, pudore, rispetto di regole di convivenza. Con grandi sacrifici abbiamo ricostruito il nostro Paese, governato i conflitti sociali, pur con momenti tragici vissuti nelle lotte contadine, nelle lotte operaie.

Abbiamo conosciuto stagioni di stragi, di terrorismo, di pezzi dello Stato che complottavano contro la democrazia. Abbiamo resistito, uniti. Abbiamo fatto fronte comune, combattuto e vinto, insieme.
Non sono passati moltissimi anni, ma sembra che abbiamo perduto la memoria di noi stessi e soprattutto ci rifugiamo nella fortezza della tribù. La famiglia, pochi amici, chi vuole perseguire gli stessi scopi di autodifesa, il branco.

Riversiamo la nostra “socialità” esclusivamente su chi la pensa come noi. Tutti gli altri sono vissuti come una minaccia, nemici da odiare ed annientare. Qualcuno lo ha praticato, con simboli o fisicamente, rivolgendo il proprio odio contro inermi, innocenti, trovando anche comprensione e giustificazione.

La crisi economica, che in Italia di fatto non è mai smessa dal 2008, ha interrotto bruscamente il processo di crescita, l’ascensore sociale non ha più funzionato in salita, solo in discesa, facendo intravedere lo spettro della povertà dei piani inferiori.

Ci siamo abituati molto presto a vivere in un contesto di consumi non essenziali, cui non vogliamo rinunciare a nessun costo e se qualcuno ci suggerisce che la minaccia che ieri era il “terrone” e che oggi si chiama immigrato, siamo prontissimi a sostenere le sue idee e votare il suo partito, incapace di proporre soluzioni, ma bravissimo ad aizzare e a contribuire a spazzare via come un uragano quello che resta del nostro spirito comunitario.

Noi vogliamo opporre a tutto questo una nuova resistenza, che non sia solo di denuncia, ma di solidarietà attiva.
Rimettere al centro della polis le preoccupazioni per gli ultimi, quelli che in un modo o nell’altro non vediamo, pur vivendo accanto a loro.
Ripartire con un nuovo progetto, un nuovo gruppo di attivisti con nuovo approccio e finalità sociali, di sensibilizzazione e di sostegno: Melitea

Melitea.
Perché abbiamo scelto il nome di una piccola e semplice farfalla per un gruppo come il nostro ?

Un battito d’ali di farfalla cambia tutto.
Un battito d’ali di farfalla può essere la causa di un ciclone dall’altra parte del mondo.
Solo poco tempo fa vivevamo una vita ordinaria, scandita e organizzata.
E’ bastato un piccolo esserino rotondo a portare il caos nelle nostre vite.
Il Covid è il nostro caos quotidiano; non possiamo essere sopraffatti dai cambiamenti a cui ci vuole portare il virus.

Non si può reagire con l’indifferenza, il razzismo, la crisi economica o l’individualismo.
L’unico modo per non essere sopraffatti dal caos è diventare il cambiamento, diventare la farfalla che con un battito d’ali provoca una ventata di unità e di pace.

La Melitea è una specie di farfallina molto comune, multicolore e dalle sfumature solari. Si può trovare in tutti gli ambienti naturali italiani, quindi rappresenta un po' tutti noi, la gente comune, quelle persone che non sanno di essere speciali e che rischiano spesso di essere invisibili.

Questo il senso del gruppo Melitea: persone che si mettono al servizio di altre, così come la Melitea che fa la sua piccola parte per rigenerare la natura.

Cofondatori Lisa Ferraris, Tania Castelli, Edgardo Maria Iozia

 

 

 

 

Articoli e news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui
aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

 

 

Pubblicato in Melitea (exIMA)
Torna in alto

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici