Menu
A+ A A-

E' proprio vero che la realtà supera la fantasia

Poldino14 foto 2 350 260di Antonella Necci - Poldino 14. “Certo che è proprio vero quando si dice che la realtà supera la fantasia”.
Le parole di Robert Geppò risuonarono nel silenzio che si era creato al termine del racconto, confermato da Poldino e Padre Rocco, che avevano visto personalmente l'ultima parte dell'evento poliziesco laggiù al pub. Geppò era sempre poco loquace.
Lasciava parlare Marinelle. E mentre lei parlava, lui la guardava come si guarda la regina della propria vita. Poldino non poté sopportare quello sguardo da bradipo ebete, rincitrullito dall'amore per una donna di cui anche lui era innamorato. Ma lì, con Padre Rocco presente, con tutti i confratelli che lo guardavano, dovette fare finta che le parole di Geppò fossero sagge, e non luogo comune da agricoltore per hobby che si riposava con il suo sigaro e la sua birra dopo una giornata di lavoro. Lui! Che era sempre stato allergico a qualsiasi forma di lavoro, sia fisico che mentale.
Tralasciando tutte le elucubrazioni sul suo presunto rivale in amore, la prima frase, ulteriore luogo comune, che gli uscì dalla bocca, a sostegno del discorso che si era bloccato dopo cotanta riflessione fu:
“Che fare?”. Cosa possiamo fare noi per salvare la situazione? Cioè intendo, per salvare capra e cavoli?”.
Lo guardarono tutti con aria per niente predisposta allo scherzo. Geppò sembrò più degno di stima di lui nelle sue quattro parole al vento. Eppure lui aveva espresso un pensiero ben più profondo: ”Lasciare marcire o riscattare la sua maggioranza insieme agli ignobili del progetto per la sua esclusione dalla scena politica,ai suoi avversari dichiarati nonché affiliati alla cosca pro-resurrezione del suo rivale che, considerato il peso, poteva essere il suo doppio, il suo circumnavigatore?”

Inutile. Anche nel nuovo mondo, nell'emisfero sud, aveva problemi a farsi capire. I casi erano due: o la gente aveva perso il più pallido senso della logica cerebrale, oppure lui si era talmente tanto distaccato dal mondo comune, da non riuscire più a percepirne i meccanismi contorti.
Oppure c'era la terza opzione. L'opportunismo stava assorbendo le ultime gocce di succo cerebrale degli esseri umani.
Non espresse nulla del suo Poldino-pensiero, per non venire rimproverato, o peggio ancora, deriso. Con un viso rassegnato e con l'espressione da santo martire che piaceva tanto a Marinelle perché le stimolava il sopito senso materno, si sedette in un angoletto, appoggiò la testa sul braccio e si posizionò in attesa degli eventi. Stavolta a parlare fu Padre Rocco.Poldino14 foto 1
“Dobbiamo salvarli. Non possiamo permettere che ad Anagnon-sur-la-mer si parli male di noi e si dica in giro che siamo dei cattivi cristiani. Sono stati degli sciocchi, va bene. Ma chi non lo è? La vita è fatta di errori. E l'essere umano sbaglia, cade, si rialza, cade ancora. Migliaia di volte. Nessuno osi scagliare la pietra contro un proprio simile.”

Marinelle decise che era giunto il momento di fermare l'omelia in action di Padre Rocco, che si era lanciato lungo sentieri ben conosciuti. Gettò, a bruciapelo, la frase:
”Serve un avvocato esperto in diritto internazionale. Qui la legge è piuttosto severa nei confronti dei cacciatori di frodo. Il cinghiale è una specie rigorosamente protetta, ma non rara come le lepri. Il grande problema sarà far capire che le pappardelle al sugo di lepre sono una specialità comune nel paese di provenienza dei peccatori!”.
Si interruppe. Le veniva da ridere. Strizzò l'occhio a Poldino e si girò fingendo di versarsi del succo di arancia. Poldino, a quello sguardo complice, si drizzò dritto come un serpente a sonagli prima di colpire. Guardò con aria superba Geppò, al quale nulla era sfuggito, ma che fingeva di non aver visto. Ciò che mentalmente i due si trasmisero fu cosa che Guglielmo Marconi non aveva previsto. Onde cerebrali che passarono da un capo all'altro della stanza senza alcuna interferenza. Bloccate solo da Davillé che se ne uscì con:
“Ci sarebbe Lanzisckyi. Piotr Lanzinsckyi. Quel ragazzetto sloveno. Sa il fatto suo. Non è esperto in diritto internazionale, ma se la cava bene con le leggi. Però è avido. I soldi dove li troviamo per pagarlo?” .
“Telefoniamo a Frank. Pagherà lui. Dopotutto l'allegra comitiva stava qui grazie ad un suo fantomatico piano.”

Le parole di Marinelle conclusero la discussione fatta di poche parole, tanti sguardi, qualche malvagio pensiero di gelosia, e tante, tante onde cerebrali disperse nell'etere. Di lì a poco sarebbero tutti andati a dormire. Stanchi, ma felici per la soluzione trovata. E con una speranza in più nel cuoricino.
“M’ama, non m’ama…..” come si fa a dormire dopo quello sguardo?” Poldino decise di contare le stelle e per ogni stella cadente, in quella tiepida notte di agosto, decise di esprimere il medesimo desiderio…..

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici