Menu
A+ A A-

Trippotto, Trippotto, non sai ancora cosa ti aspetta

Poldino 15 harley davidsondi Antonella Necci - "Moana, per favore cara, vuoi dire a EI Togo e ai suoi compagneros di aspettarmi in piscina mentre finisco questa telefonata? Cosa?? Ma sei impazzita? No, non ti compro un altro diamante. No. Scappi con EI Togo? Padronissima. Vai! Vai pure a vivere nell'e foreste del Guatemala. Però adesso esci e chiudi la porta."
"Scusa Davillé, che cosa mi stavi dicendo? I miei cinghiali e le mie lepri non sono arrivati a destinazione? E perché i ragazzi stanno in galera? Ma chi diavolo è questo Lanzinsckji? Non mi sembra un nome inserito nel mio libro-paga."
Franklin Trippotto era nel pieno dei festeggiamenti del santo patrono di Anagnon-sur-la-mer, travolto dalla necessità di organizzare festini a base di orge e cocaina per celebrare degnamente. Così aveva percepito solo vagamente le parole che Davillé gli stava comunicando. Aveva a suo modo capito che era accaduto qualcosa a quegli imbranati della maggioranza e a quegli scansafatiche dei suoi Gaglioffi. Non riusciva a capire cosa, perché mentre Davillé gli spiegava, le ragazze entravano e gli chiedevano ora un favore, ora un desiderio. Del resto EI Togo non era solo un narcotrafficante. Era anche un ladro internazionale di pietre preziose, di gioielli di gran valore e di quadri di autore. Era anche un gran bel ragazzone. Altissimo, fisico statuario, capelli lunghi e riccioluti e occhi verde intenso, che variavano colore secondo il tempo. Ora stava in piscina circondato da tutti, perché sapeva pure raccontare storie e aneddoti tanto da mantenere viva la conversazione, grazie alla sua cultura, costituita da una laurea in legge presa ad Harvard e una in biochimica presa alla Sorbonne. Roba da fare invidia a tutti gli esseri umani di sesso maschile. Figuriamoci a quella palla di lardo di Trippotto, che nonostante fosse molto alto si vedeva sovrastare di un buon 15 cm da quel Togo. Per il fisico, poi, era un altro discorso.

 

Da parte sua, anche Davillé stava, mentalmente, in multitasking. Non riusciva a ricordare se Moana fosse la biondina con il viso da bambola e le tette prorompenti o la rossa un po' piatta, ma sensuale. Le conosceva tutte le ragazze di Trippotto per essere stato ospite più di una volta alle sue feste. Ehhhh! Un brutto lavoro il suo, ma qualcuno doveva pur farlo. Si era volentieri sacrificato lui, quando aveva visto le ragazze passeggiare un pomeriggio assolato lungo il corso del paese. CPoldino 15 bivaccoiò che lo aveva fatto decidere ad accettare l'incarico alla 007 al servizio di Marinelle De Vigny, non furono tanto i minuscoli abitini che le due ragazze, che vide quel giorno, indossavano, ma il fatto che non usassero biancheria intima. Roba da infarto per i vecchietti nullafacenti, boriosi e presuntuosi che stavano in quel momento giocando il loro gioco di carte preferito, chiamato "passatella".
Davillé si ricordava ancora la scena. Rimasero paralizzati. Ne parlarono per un anno intero, invidiando Trippotto e cercando di farselo amico ogni volta che scendeva in paese.
Altro che ideali di sinistra! Quelli avevano in mente un solo tipo di ideale! Che tipi!
La telefonata andò avanti per un bel pezzo, e la causa non fu la distanza geografica dei due partecipanti. Entrambi erano persi dietro ad altri pensieri e si sa, la distrazione, è sempre una cattiva consigliera. Per tagliar corto e per non rischiare che EI Togo gli portasse via Moana, la più brava e servizievole tra le ragazze, Trippotto concluse la conversazione con un "Va bene. Fate voi e poi inviatemi la nota spese di questo Lanzinsckji."
Già si sentiva preoccupato perché di sicuro la nota spese sarebbe stata in dollari. Ma non poteva rischiare di perdere ora che si trovava ad un passo dal riprendersi Anagnon-suo-la-mer.

"Porgi i miei omaggi al Generale. Dille che quando deciderà di schierarsi nelle mie truppe, per lei ci sarà un posto di eccezionale importanza. Ora scusami Davillé ma il dovere mi chiama. A presto" e chiuse frettolosamente.
Il dovere, eh? Trippotto, Trippotto, non sai ancora cosa ti aspetta.

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici