Menu
A+ A A-

La mobilità prorogata e il ruolo di Vertenza Frusinate

  • Scritto da 

VertenzaFrusinate 400 260 minDichiarazione. Dalla Videocon (ex Videocolor) nel 2013, abbiamo assistito ad un ininterrotto processo di disintegrazione del comprensorio industriale della Provincia di Frosinone. Lavoratori in cassa integrazione, l’inizio della mobilità per centinaia. Sto seguendo la delicata questione della perdita del lavoro e del reddito, assieme agli ex lavoratori uniti nella Vertenza Frusinate. Essi hanno da subito tenuto alta l'attenzione sul tema del lavoro, priorità di donne e uomini che, a tale scopo, hanno provato a costruire in un dialogo incessante chiesto alle Istituzioni, alla Politica, ai sindacati. Con l'avvicinarsi della fine della mobilità, la loro azione si intensifica, e le istituzioni rispondono con la definizione giuridica di "Area di crisi complessa".

Tale status sarà propedeutico per l'ottenimento della proroga della mobilità per coloro cui scadeva nel 2016. Vertenza si rende conto che il provvedimento contiene però una grave lacuna: si considerano soltanto coloro, tra gli ex lavoratori, che hanno una residenza anagrafica nell’Area di crisi complessa, ma non lavorativa, dunque centinaia sarebbero esclusi dalla proroga della mobilità perché risiedono fuori dell’area stessa.

La lacuna viene sanata per l’anno successivo, 2017. Ma, come si comprende intuitivamente, lo strumento della mobilità, essendo stato espunto/abrogato nelle leggi nazionali, come gli altri ammortizzatori sociali, avrebbe però lasciato senza reddito i disoccupati dal 2017 in avanti. Si sa che trovare le risorse è il fondamento per ogni ulteriore intervento di sostegno al reddito, e Vertenza trova i fondi necessari proponendo di sbloccare milioni di euro fermi nelle Inps regionali, a causa di un cavillo che ne impediva l’utilizzo dopo che, richiesti dalle aziende, non fossero stati però erogati.

Per il Lazio si tratta della considerevole cifra di 60 milioni di euro. Il grande risultato di Vertenza Frusinate arriva nella maggio 2017 quando, dopo questo studio approfondito delle condizioni giuridiche ed economiche, durante un incontro al Mise, il 9 maggio 2017, si raggiunge un accordo su una ulteriore proroga della mobilità per il 2017-18, forti del convincimento condiviso che una politica attiva si basi su tre pilastri: reddito, formazione vera, reinserimento nel mondo del lavoro. Un risultato importantissimo per i disoccupati dell’area di crisi complessa frusinate, ma che si estende a tutto il territorio nazionale che conta ben 14 aree di crisi complessa. Purtroppo molti sono stati gli intoppi burocratici ad una erogazione piena della mobilità per tutti gli aventi diritto.

Per questo Vertenza continua a sollecitare che non passi ancora altro tempo perché le famiglie possano affrontare tutte le spese vive, impossibili senza reddito. Ad oggi ancora 200 disoccupati non hanno però ricevuto quanto spetta loro.
Facciamo presente che, contemporaneamente alla battaglia per la proroga della mobilità e per i tirocini, restano esclusi migliaia di disoccupati e inoccupati. Per un sostegno al reddito e per un percorso di formazione che sbocchi nel Lavoro, in molti Comuni della Provincia si possono firmare i moduli per una “Proposta di Legge di iniziativa popolare regionale per il Reddito minimo garantito verso l’inserimento e il reinserimento nel mondo del lavoro”.

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici