Menu
A+ A A-

Potere al Popolo Frosinone ha presentato i candidati al voto 2018

  • Scritto da  Potere al Popolo

poterealpopolo 350 260Comunicato - Potere al Popolo Frosinone ha presentato i candidati alle elezioni regionali del Lazio e alla Camera e al Senato
Frosinone, 8 febbraio 2018 – Sono state presentate ieri sera a Frosinone le candidature di Potere al Popolo Frosinone per le elezioni regionali del Lazio, per Camera e Senato.
Candidati alle elezioni Regionali del Lazio sono Maddè Guglielmo, Carla Corsetti, Emiliano Lanni, Rosaria Gabriele, Ivan Visentini, Marina Navarra. Candidati alla Camera dei deputati - Uninominale: Carla Corsetti, Vincenza Durante. Candidati alla Camera dei deputati – Plurinominale: Paolo Ceccano, Antonella Spagnoli. Al Senato: Maddè Guglielmo, Ivan Visentini, Marina Navarra.
«Abrogazione del Jobs Act, della Legge Fornero ma non solo – ha spiegato durante il suo intervento Carla Corsetti – Gli obiettivi sono molteplici e riguardano anche la prospettiva di ridisegnare nuovamente la sinistra in Italia partendo dalla Costituzione Antifascista, partendo da una Costituzione Antirazzista e quindi riaffermare i valori fondanti della nostra nazione che nascono dalla Resistenza».
«Potere al Popolo – ha detto Maddè Guglielmo durante il suo lungo intervento - perché oggi purtroppo la politica ha disatteso quelle che sono state per decenni le esigenze dei cittadini. Oggi Potere al Popolo porta nelle proprie liste dinanzi ai cittadini quello che probabilmente è il vero problema italiano che va dall’occupazione, alla sanità, all’ambiente, alla scuola. Una coerenza che parte dal basso per arrivare in quelle stanze, dove si legifera, nei palazzi del potere. Un discorso a parte va fatto per i lavoratori e per i diritti e la dignità calpestati attraverso il Jobs act. Chiediamo pertanto l’abrogazione della legge in vigore e l’abrogazione di quella legge Fornero che rappresenta oggi il vero strumento anti-democratico e contro tutti i diritti delle lavoratrici e dei lavoratori. Le risorse ci sono, le proposte valide sono: riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario, l’istituzione di una patrimoniale e la legittimazione di quel riconoscimento, dopo anni di sacrifici, che è il rapporto pensionistico che non può essere legato all’aspettativa di vita e ad un sistema contributivo. Separazione del sistema previdenziale da quello assistenziale».

Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici