Menu
A+ A A-

La "propaganda" di alcuni Licei

  • Scritto da  Anna Maria Bellisario

era il 3 settembre del 1938 minIn questi giorni fa molto rumore la propaganda di alcuni Licei italiani per attrarre iscrizioni. UNOeTRE.it ha voluto chiedere l'opinione di una candidata dalla lunga esperienza politica: Anna Maria Bellisario attiualmente impegnata nella campagna per il rinnoovo del Consiglio Regionale del Lazio.

Ecco cosa ci ha detto

«“Anche l’operaio vuole il figlio dottore”
Vi ricordate questa frase storica di Berlusconi che fece indignare tante persone ? in molti la cantavamo in “Contessa” ma aveva tutt’altro significato.

Dopo il manifesto propaganda del liceo classico Visconti di Roma, Parini di Milano ora anche il liceo scientifico Severi di Frosinone cercano di attrarre potenziali iscritti vantando che in questi Istituti non ci sono disabili, studenti con basso reddito e nemmeno immigrati. Anzi vantano iscritti del ceto medio alto e questo sarebbe motivo per lavorare meglio e per fare gite scolastiche perché in assenza di “pezzenti” e disabili e poveri Cristi immigrati, questo dà lustro all’Istituto e nessuno crea problemi perché non può permettersi di partecipare alle gite..

Ma in questa Nazione non c’è più ritegno, pudore, giustizia? Con questi manifesti hanno violato contemporaneamente più articoli della Costituzione dal “diritto allo studio”, al rispetto del lavoro e della dignità dei lavoratori, al fatto che siamo tutti uguali senza distinzioni alcuna ecc. ecc.. Nei prossimi giorni dobbiamo aspettarci che per iscriversi in una scuola secondaria si dovrà presentare il 730 o l’ISE e un’autodichiarazione in cui si dice di non esser figlio di operaio, né di contadino, né di artigiano, né immigrato, né disabile? E se qualche malcapitato dovesse rientrare in una di queste categorie, dovrà rinnegare la propria genitura e camuffarsi il più possibile. E quale sarà il segno di riconoscimento? Forse dei numeri tatuati sul braccio?

Su questi fatti c’è stata molta indignazione, ma non basta. Queste considerazioni sarebbero incostituzionali e illegali se appartenessero a scuole private figuriamoci nella Scuola Pubblica. Signori presidi ricordatevi che svolgete il vostro ruolo nella Scuola Pubblica e forse il concetto non vi è chiaro. In questo paese tutto ciò che si dice e si fa in barba alla Costituzione deve rimanere impunito? Non basta la condanna: chi sbaglia deve cominciare a pagare. Secondo me questi presidi dovrebbero essere rimossi dal loro incarico e gli si dovrebbe impedire di svolgerlo ancora in qualunque scuola d’Italia. Lor signori si dovranno rassegnare : anche l’operaio vuole e ha diritto ad avere il figlio dottore perché siamo “LIBERI E UGUALI” e non è campagna elettorale, lo sancisce la COSTITUZIONE ITALIANA che per troppe persone e politici è diventata carta straccia.»

 

Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici