fbpx
Menu
A+ A A-

Lavoro. Maggiani e Mazzocchi scrivono alla Direzione PD Prov.le

  • Scritto da  Maggiani-Mazzocchi

BANDIERE PD 350 260di Alessandra Maggiani, Ermisio Mazzocchi - Alla c.a. di Domenico Alfieri, Reggente Federazione PD, Frosinone; Alla c.a. dei Membri della Direzione provinciale; Alla c.a. Bruno Astorre Segretario regionale PD Lazio

Carissime/i,
crediamo che sia arrivato il momento di affrontare in modo approfondito e con una prospettiva di cambiamento la situazione del "lavoro", diritto sancito dalla Costituzione e oggi prioritario per la provincia del Frosinone come per l'Italia. La crisi è grave.
Il caso più emblematico e dalle possibili conseguenze critiche è la FCA. Non si hanno certezze per le sue produzioni e la FCA di Piedimonte S. Germano avrà due mesi di forzata cessata attività tra cassa integrazione e ferie, con gravi ripercussioni su l'indotto (parliamo di 10.000 lavoratori. A oggi sono circa 1.000 gli interinali che tra FCA e indotto hanno perso il lavoro). Il quadro rimane fosco per altri settori produttivi della piccola e media impresa. L'edilizia è ferma. La disoccupazione è a livelli alti e numerose sono le vertenze come quella di "Vertenza Frusinate". Le prospettive di lavoro per i giovani sono scarse e incerte. Aumentano le disuguaglianze.
Non è più rinviabile una riunione della Direzione, (nel recente passato non ha mai discusso su questi temi), che affronti e metta in campo iniziative opportune, volte a presentare una visione complessiva delle esigenze del territorio e allo stesso tempo a valorizzare i risultati ottenuti con gli interventi della Regione.
Le istituzioni, dove abbiamo il governo, fanno la loro parte, al PD provinciale spetta fare la sua in modo da presentarsi come forza politica che affronta in modo concreto i problemi dei lavoratori e delle garanzie del lavoro.
Un PD vicino ai bisogni e alle necessità reali delle persone e del Paese e che parli a tutti, ha detto Zingaretti, iniziando un viaggio nelle fabbriche, nei luoghi della crisi. Il che significa essere dentro la fabbrica, dentro i processi della crisi, comprenderli, viverli in modo da rafforzare le proposte alternative del partito Democratico.
Rimettere al centro i diritti sociali e in primo piano quello del lavoro.
Da un anno a questa parte l’Italia registra un generale peggioramento degli indicatori economici, e attraversa una fase di sostanziale stagnazione, a indicare chiaramente come le politiche del governo non stanno andando nella giusta direzione e minacciano piuttosto di riportarci indietro di anni.
Dobbiamo constatare che le poche politiche specifiche messe in campo sono solo quelle attivate dalla nostra regione.
Soffriamo, come partito provinciale, della mancanza di una visione complessiva delle esigenze di sviluppo del nostro territorio che deve essere recuperata da progetti rivolti a interventi strutturali che puntino alla ripresa degli investimenti pubblici, anche come leva per quelli privati, così che sia possibile alzare i livelli di occupazione e migliorare la qualità della vita.
Su questo dobbiamo misurarci in una Direzione con spirito unitario e costruttivo per valorizzare le capacità dei nuovi gruppi dirigenti, per riorganizzare il partito nei territori e nei posti di lavoro.
Spetta al PD rappresentare le esigenze del popolo di questo territorio in un quadro regionale e nazionale, costruendo un vasto campo di forze nell'alveo del centrosinistra i cui riferimenti sono i valori della Costituzione.
Capitalizzare il risultato elettorale significa riempire di contenuti quella fiducia che gli elettori ci hanno concesso.
Per farlo occorre riscrivere una piattaforma politico - programmatica, scaturita da una Direzione provinciale quale strumento per presentarsi con una propria proposta e per aprire un dialogo con le forze politiche di riferimento del centrosinistra e con l'intera società.
Proposte chiare e definite per ridare credibilità al Partito Democratico e per evitare un percorso incerto e confuso.
Non farlo e ritardare questo impegno, significa venire meno a quei valori fondanti del Partito Democratico e consentire alle forze della destra, retrograde, populista, xenofoba, di avere campo libero nelle sue politiche liberticide e antidemocratiche.
Le forze delle destra populista e sovraniste nella nostra provincia ottengono e confermano tra le elezioni politiche (eleggendo otto parlamentari) e quelle europee una maggioranza assoluta in voti e percentuale, costituendo un blocco politico molto solido.
Il centro sociale, il ceto medio, ossatura della nostra struttura socio-economica, si è spostato a destra. Indaghiamo compiutamente il fenomeno.
Lo scontro è su una diversa visione dello sviluppo della società e al centro c'è proprio il lavoro e i suoi diritti.
Chiediamo e sollecitiamo una riunione della Direzione che abbia questi temi, che devono caratterizzare sempre e ovunque nei fatti una politica del PD di sinistra e dei valori sociali di uguaglianza e dei diritti.

Alessandra Maggiani
Ermisio Mazzocchi
Frosinone 24 giugno 2019

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici