Menu
A+ A A-

Fashion Dream Incubator lancia il Made in Italy nel mondo

  • Scritto da  Nica Paolini

m spilabotte cina 350 260 mindi Nica Paolini - Il Fashion Dream Incubator lancia il Made in Italy nel mondo, celebrando i primi grandi successi con un tour di conferenze tra la Ciocidaria, il Pontino e la Campania. Primo degli appuntamenti di questa due giorni di conferenze e report quello di giovedì, nella sala conferenze di Aspin, azienda speciale per l'internazionalizzazione della Camera di Commercio di Frosinone, il presidente di FDI Italia, Francesco Piscitelli, il presidente del Comitato scientifico culturale, Maria Spilabotte e il referente del progetto in Cina Yanting Huang, hanno esposto i grandi progressi di un percorso che ha portato il manifatturiero italiano nel panorama internazionale. Una sfida vinta e un sogno realizzato per l'imprenditoria italiana. In seguito la firma di il protocollo d'intesa firmato con il Cise (Consorzio italiano per lo sviluppo industriale del Sud Pontino) ha di fatto reso ancora più radicalizzato nel Lazio questo asse fra l'industria tessile di eccellenza della regione cinese di Shaoxing Keqiao e la tradizione artigianale della couture italiana. A concludere la serie di successi l'incontro con Carlo Casillo Presidente del sezio e moda dell'Unione industriali Campana e membro di rilievo a livello nazionale, ma anche titolare delle aziende Push e Hanita, quest'ultima gia parte del percorso FDI, sostenuto dalla presenza dei senatori campani Sandra Leonardo e Francesco Urraro. "Tengo a precisare che sarà un punto fondamentale procedere ad una rigorosa selezione delle aziende - ha chiarito il dott. Yanting Huang -. Questo perché l'obiettivo è il potenziamento della rete di vendita delle imprese partecipanti e, dunque, l'effettivo implemento dell'economia di settore".

Questo incubatoio è di fatto divenuto una rampa di lancio per le aziende italiane ed europee, che hanno avuto la possibilità di affacciarsi sul mercato cinese e sviluppare le proprie attività di vendita in un contesto internazionale innovativo, dinamico e professionale, con il supporto un concreto istituzionale, burocratico e commerciale in ogni fase di sviluppo. Il Distretto di Keqiao, infatti, è considerato una zona economica forte "tenuta su un pezzo di stoffa" e "fabbrica mondiale" di tessuti in fibra sintetica. L'industria tessile rappresenta circa il 60% dell'economia totale di Keqiao, con una catena industriale completa che va dal PTA, alla produzione e tessitura, fino a stampa e tintoria di tessuti per la casa e l’abbigliamento e produzione di attrezzature per macchinari tessili. A Keqiao sono presenti più di 7000 aziende tessili, tra queste più di 1000 sono aziende strutturate, e rappresentano il 70% del numero totale nella regione. Allo stato attuale, lo sviluppo economico di Keqiao è in un periodo di transizione dal vecchio al nuovo sistema. In questa piattaforma, sono stati introdotti i marchi italiani, con particolare riferimento a quelli laziali, che hanno potuto beneficiare di tecnologie e talenti accreditati, in sinergia con le industrie tradizionali di Keqiao.
"Questo progetto rappresenta un fiore all'occhiello dell'internazionalizzazione industriale ma più ancora - spiega Maria Spilabotte - è un esempio chiaro dell'importanza di puntare su qualità e esportabilita'. Investire in Cina in questo momento è una scelta di lungimirante imprenditorialità. Le condizioni offerte dal Fashion Dream Incubator, poi, hanno consentito l'implemento del numero dei partecipanti con ricadute già visibilmente vantaggiose per le imprese, questo a solo un mese dall'inaugurazione, avvenuta il 6 maggio scorso. Mi auguro che altre aziende si facciano avanti per essere parte della rete sinergica di sviluppo ideata e fortemente voluta da Yanting Huang, così come promossa nel nostro Paese dal presidente FDI per l'Italia Francesco Piscitelli; con loro ho lavorato per far sì che questo volano di sviluppo senza confini vedesse la luce. E oggi gioiamo degli eccezionali risultati".

Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici