fbpx
Menu
A+ A A-

La storia non si fa addomesticare

 Opinioni e Commenti

Sempre a proposito di ricostrizioni storiche ed esercitazioni revisionistiche

di Ivano Alteri
la boccadellaverità 360 min“I giovani non hanno bisogno di sermoni, i giovani hanno bisogno di esempi di onestà, di coerenza e di altruismo”. Questo pensiero di Sandro Pertini non è solo il monito di una grande persona, ma anche il principio di un grande politico, consapevole della funzione pedagogica esercitata dalla politica e dal discorso pubblico in generale. Ma a giudicare da quanto accade in questo nostro tempo declinante, non sembra che i giovani abbiano grandi esempi da seguire, e neanche il resto dei cittadini. Al contrario, si hanno quotidianamente numerosi e deprimenti casi di disonestà intellettuale, di cui riporto qui di seguito qualche mesto esempio.

La presente riflessione è stata suscitata dalla lettura dell’articolo di Angelino Loffredi e Lucia Fabi, su uonoetre.it (v. qui: https://www.unoetre.it/politica/commenti/item/8985-fare-storia-non-raccontare-storie.html), in cui, con comprensibile rammarico, si racconta di un’iniziativa tenutasi in questi giorni a Cassino sui Treni della Felicità, ossia quella vicenda dell’immediato dopo guerra che ha visto protagonisti migliaia di bambini cassinati rimasti orfani o comunque in stato d’indigenza, ospitati per lunghi mesi da famiglie del Centro-Nord Italia. Loffredi e Fabi conoscono bene quella storia, avendone scritto un libro, e sanno bene che quei treni e quelle ospitalità erano stati organizzati dal Partito Comunista Italiano. Ebbene, nel corso dell’iniziativa nessuno dei presenti, pur perfettamente a conoscenza degli avvenimenti, ha trovato il tempo e il modo di ricordarlo neanche una volta.

Ma ve ne sono altri, di esempi, di questa totale disonestà intellettuale, forse meno tristi ma di certo non meno deplorevoli.

Su Rai Storia si tiene quotidianamente una rubrica dal titolo “Passato e Presente” diretta da Paolo Mieli. Ebbene, Passato e Presente è una rubrica ideata da Antonio Gramsci nei suoi Quaderni del Carcere, in cui è citata decine di volte, ma nessuno ha mai sentito il bisogno di dirlo.

Sempre sulla Rai, è andata in onda per molti anni un’altra trasmissione dal titolo “La storia siamo noi”, senza che nessuno abbia avuto l’accortezza di ringraziare o citare l’autore di quel verso, Francesco De Gregori, il quale ha avuto modo di dolersene pubblicamente in occasione di un’intervista.

In politica ci sono i casi, eclatanti e reiterati da ogni parte politica, di sindaci che inaugurano opere pubbliche tutti impettiti, senza preoccuparsi di citare, tanto meno di invitare, il predecessore che ne ha avviato l’iter, anni prima di loro. E non parliamo dei politici che passano l’estate a dire che la mascherina non serve e che loro non la indossano, a fare comizi con la febbre, a farsi selfie di gruppo senza protezione, salvo poi chiedere polemicamente al governo cosa abbia fatto per evitare la seconda ondata di Covid…

Insomma, un profluvio di maleducazione, cafonaggine, disonestà intellettuale che procura profonda amarezza. E anche preoccupazione, essendo essa l’origine di ogni disonestà, e non potendo certo esservi quella della tasca senza prima quella della testa. Una sconfortante sguaiatezza pubblica che non può essere di buon esempio per le giovani generazioni e per i cittadini in generale.

Dobbiamo quindi prendere atto con sconforto che la funzione pedagogica del discorso pubblico, auspicato opportunamente ed energicamente dal compianto Presidente Pertini, è andata disperatamente perduta. Almeno per quanto concerne il buon esempio…

Frosinone 29 ottobre 2020

 

 

 

Articoli e news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui
aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Pubblicato in Commenti
Torna in alto

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici