fbpx Clicky
Menu
A+ A A-

1° Maggio '21 e un panorama inquietante

PRIMO MAGGIO 2021

Oggi più di ieri: il lavoro al primo posto

di Ermisio Mazzocchi
1maggio21 390 minLe condizioni del Paese sono drammatiche, come rileva Draghi nel presentare il PNRR.
Egli dice: "La pandemia di Covid-19 ha colpito l’economia italiana più di altri Paesi europei. Nel 2020, il prodotto interno lordo si è ridotto dell’8,9 per cento, a fronte di un calo nell’Unione Europea del 6,2. Tra il 1999 e il 2019, il PIL in Italia è cresciuto in totale del 7,9 per cento. Nello stesso periodo in Germania, Francia e Spagna, l’aumento è stato rispettivamente del 30,2, del 32,4 e 43,6 per cento. Tra il 2005 e il 2019, il numero di persone sotto la soglia di povertà è salita dal 3,3 per cento al 7,7 per cento della popolazione – prima di aumentare ulteriormente nel 2020 fino al 9,4 per cento. Ad essere particolarmente colpiti sono stati donne e giovani: l’Italia è il Paese dell’UE con il più alto tasso di giovani tra i 15 e i 29 anni non impegnati nello studio, nel lavoro o nella formazione (NEET), e il tasso di partecipazione delle donne al lavoro è solo il 53,1 per cento, molto al di sotto del 67,4 per cento della media europea. Questi problemi sono ancora più accentuati nel Mezzogiorno, dove il processo di convergenza con le aree più ricche del Paese è ormai fermo".

Una condizione, risultato dei profondi sconvolgimenti che hanno investito il Paese dall'inizio della pandemia.
L'orizzonte delle povertà si fa sempre più profondo. Le disuguaglianze sono cresciute, le libertà sono a rischio. Nasce un nuovo schiavismo, diverse egemonie culturali si impongono. Lo sviluppo dei sistemi informatici apre inediti scenari nelle opportunità e nei rapporti di lavoro.

Un panorama inquietante, che pone questioni difficili e complesse.
Sono situazioni che possono avere risposte diverse a seconda dei fini che ci si propone e delle prospettive che si scelgono per il Paese.
Sfide che la politica e le forze sindacali dovranno affrontare con nuovi e diversi parametri di intervento e che trovano il loro centro motore nel PNRR.
La consapevolezza dei cambiamenti può favorire la ricerca di diversi modelli di sviluppo che diano sicurezza di lavoro e ne sostengano e incentivino l'innovazione e l’organizzazione.

Per questo il PD ha posto al centro della sua politica il lavoro come cardine per lo sviluppo del Paese.
Su tale terreno la sinistra e lo stesso PD devono compiere scelte precise rivolte a garantire equità e diritti contro i tentativi di corporativismi, di integralismi e di massimo sfruttamento. La speculazione potrebbe aggirarsi nei massicci investimenti stanziati dal governo e mettere a rischio la rinascita post-pandemia.

Il documento sottoscritto di recente dai sindacati della provincia di Frosinone merita il massimo di attenzione da parte del PD e delle forze progressiste perché si colgano le ragioni del loro appello per il lavoro.
Considerazioni che si inseriscono in un'ampia e ambiziosa strategia per l'ammodernamento del paese, che deve prima di tutto significare occupazione e migliore qualità della vita dei cittadini.

Non sarà un percorso facile e il PD, la maggiore forza della sinistra, ne sia consapevole. Allo stesso tempo il Partito Democratico deve avere una propria autonoma strategia che salvaguardi l'azione del governo e sia anche capace di mettere in atto un'iniziativa rivolta al raggiungimento della massima occupazione nel privato e nel pubblico.

Il Primo Maggio, oggi più di ieri, rappresenti una presa di coscienza delle vie nuove e dei passaggi da costruire per la conquista dei diritti fondamentali, tra i quali rimane prioritario quello del lavoro.

lì 28 aprile 2021

 

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s'impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Pubblicato in Commenti
Torna in alto

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici