fbpx

A Ferentino con Lorenzo Guerini

Spilabotte Guerini 350 260 minComunicato-Dichiarazioni. Da Ferentino il Coordinatore nazionale del Partito Democratico Lorenzo Guerini lancia l'appello alla continuità istituzionale e serra le fila dei candidati della provincia di Frosinone. Al temine di un incontro seguitissimo e tutto imperniato sui temi della concretezza e dell'onestà nei confronti dei cittadini, in cui più volte è stata ribadita l'importanza della verità e dei risultati a scapito dei proclami elettorali.

Maria Spilabotte e Francesco Scalia in corsa per il Senato, Francesca Cerquozzi per la Camera, Marino Fardelli e Barbara Caparrelli per la Regione Lazio, hanno aperto ufficialmente la fase finale e cruciale dell' intensa campagna elettorale che loro stessi hanno definito una battaglia per la difesa dei diritti.

Un momento di confronto aperto e sincero, che ha rappresentato anche una “chiamata alle armi”, intesa nel senso di necessaria responsabilizzazione civile.

«Ci trovaniamo a vivere un momento storico di incredibile criticità – ha detto la candidata al Senato Maria Spilabotte -. Osserviamo un continuo rimestare nel torbido, allo scopo di agevolare il rifiorire di riminiscenze di stampo fascista con connotazioni di totalitarismo. Non solo, ci si parano dinanzi personaggi che si candidano a rappresentare il nostro territorio ma che non hanno neanche idea di dove precisamente si trovi la provincia di Frosinone. Ecco, io ritengo che questo modo di agire sia un insulto all’intelligenza dei cittadini. So che i miei competitor deridono irrispettosamente la mia ferma voltà di essere fisicamente presente in tutti i 91 comuni del nostro territorio. Lo facciano pure. Questa scelta è motivata dal rispetto profondo che nutro nei confronti dei miei conterranei. Voglio che possano parlami con franchezza e senza filtri con la certezza, che del resto hanno sempre avuto, che una volta eletta il mio atteggiamento diretto e di ascolto non muterà. Ciascuno procede assecondando la propia natura e i propri valori; che gli elettori traggano le loro conclusioni. Non ho tempo, ne’ desiderio, di innescare alcuna querelle di natura propagandistica: mi totglierebbero tempo prezioso da dedicare alla gente. Troppo spessso le campagne elettorali prescindono da un presupposto fondamentale: la fiducia va guadagnata e riconquistata ogni giorno con i fatti, con l’onestà, l’umiltà e l’impegno».

Inarrestabile anche Francesco Scalia, candidato anche lui per il secondo mandato a Palazzo Madama : «Il mio collegio elettorale è Viterbo, ma il Partito Democratico compèrenderà che la mia campagna elettorale ho voluto farla al fronte: cioè in Ciociaria. Infatti, è qui che Maria e gli altri candidati democratici sono chiamati a combattere la battaglia per i diritti. Ci vogliono far credere che in politica sia importante non avere esperienza, essere come dicono “una faccia nuova”. Innanzi tutto, la politica e l’amministrazione non possono prescindere dall’esperienza. Poi, credo che le facce debbano essere pulite più che nuove».

«Vi chiedo di lottare fianco a fianco e impedire che gli slogan inneggianti al disfattismo, all’ignoranza e all’approssimazione non attecchiscano. Questo è il momento di fare quadrato tutti insieme e levare gli scudi per difendere la nostra terra dal populismo. Io vi porto i risultati del mio lavoro, non vi prometto l’irrealizzabile ma sono qui per lavorare con voi e per voi ad un progetto di crescita continuativo e reale. Le chiacchiere lasciamole agli altri» ha concluso la Senatrice Spilabotte.

Maria Spilabotte e Francesco Scalia in corsa per il Senato, Francesca Cerquozzi per la Camera, Marino Fardelli e Barbara Caparrelli per la Regione Lazio

Pubblicato in Maria Spilabotte
Torna in alto

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici