fbpx
Menu
A+ A A-

Nuvole nere su Zingaretti

  • Scritto da  Art. Uno e Aurigemma

nuvolegrigrigieIn poche ore il cielo di Nicola Zingaretti si è ancor di più offuscato di nuvole grigie. Si tratta anche di fuoco “amico”? Ma! Non sembra.

L’ultimo nuvolone arriva da Frosinone, per la precisione da Art. UNO di Frosinone, l’altro è un minaccioso quesito posto in Consiglio Regionale dal Consigliere Antonello Aurigemma.

Seguono nell’ordine:

Da Art. UNO Frosinone a firma del Coordinatore Provinciale Gaetano Ambrosiano

«Sulla base degli ultimi avvenimenti art.UNO considera chiusa l’esperienza politica con l’ass. DI berardino. Il rapporto, ormai logorato da una attività politica iin giunta regionale, mai condivisa con il partito locale, si è sommata ad un Rapporto politico mai strutturato, nemmeno prima della sua nomina in Giunta.
Per quanto siano stati fatti innumerevoli sforzi e nonostante le difficili prove di pazienza dimostrate dal partito, nonostante i tentativi posti in essere dai coordinatori locali del Lazio, per cercare un dialogo con l'assessore che avrebbe dovuto rappresentare la nostra forza politica nella maggioranza della regione Lazio, a fronte del risultato delle elezioni regionali cui articolo uno del Lazio ha contribuito in maniera determinante, non è stato possibile nemmeno avviare un rapporto politico in grado di tutelare la rappresentanza degli elettori del Lazio di Articolo Uno.
Per questo riteniamo concluso il rapporto politico con un l'assessore Di Berardino, il quale, giova ricordare, non è stato indicato dalle forze politiche di articolo UNO Lazio, le quali non sono state nemmeno consultate sulla scelta del nome dell assessore al lavoro della regione Lazio. Il voto politico delle cinque province laziali appartiene a chi ci ha dato fiducia, questo per ricordare all’assessore che il suo ruolo politico nella giunta dovrebbe essere foriero della rappresentanza di quell' ArtUNO, che ha raccolto i voti che permettono la sua presenza in Giunta. Sarebbe bene che l assessore ricordasse che il ruolo istituzionale che ricopre, non proviene dalla volontà di rappresentanza del corpo elettorale del Partito Democratico, cui l assessore sembra invece rispondere in maniera esclusiva.
Sarebbe invece opportuno avere rispetto dei territori e del corpo elettorale che in quei territori hanno votato leu, di cui oggi resta sostanzialmente articolo uno.
Il punto di questa vicenda era e rimane politico come pure politica deve essere la sua soluzione.
Con la decisione di annunciare la rottura del rapporto di rappresentanza tra articolo uno e l ass Di Berardino, si vuole concludere la vicenda dei tecnici all’interno delle rappresentanze politiche delle amministrazioni. La politica e la rappresentanza devono tornare protagonisti assoluti. Il quadro politico italiano è mutato in maniera repentina e per questo serve un cambio di passo altrettanto imminente anche nella rappresentanza della giunta regionale del Lazio. Il fallimento del governo giallo verde e la nuova alleanza di governo ha ridefinito la rappresentanza di governo e ha lanciato tali rappresentanze anche sugli scenari delle future alleanze amministrative. Ciascun partito con la propria rappresentanza e dunque con la propria soggettività e responsabilità politica è oggi chiamato a contribuire all'azione di governo. Dobbiamo ricordare di essere alleati di governo e non subalterni ad una alleanza. La nostra forza politica non può sottomettersi alle scelte del partito democratico che resta un alleato ma che deve restare fuori dalle scelte di rappresentanza del partito. Ora é doveroso giungere ad una nuova fase nel rapporto politico nel nostro territorio, caratterizzata da nuova trasparenza e chiarezza nei rapporti di rappresentanza e nel rapporto di alleanza nella Regione Lazio dove, riteniamo, vada riconfigurato e ripristinato il ruolo di Art. UNO.
Non abbiamo bisogno di uomini che rappresentano se stessi al contrario uomini che siano voce delle nostre idee in una chiara proposta politica, senza attendere o sottostare ad altri, rimane l’obiettivo di riequilibrare la distribuzione della ricchezza, in Italia ed in Europa e nel Lazio che rappresentiamo, poiché consapevoli del fatto che negli ultimi decenni il divario dei redditi si è allargato e che questo disallineamento ha portando vantaggio ai più ricchi, una minoranza, e svantaggio a chi ha di meno. Dobbiamo convertire gli squilibri sociali attraverso un progetto che metta insieme la conversione dell’attuale modello di produzione della ricchezza in un nuovo modello ecosostenibile e la ridefinizione di un quadro di sostenibilità della divisione della ricchezza che consenta a tutti di vivere una vita degna, liberando alcuni dagli stenti ed altri da una vita di sacrifici per arrivare alla fine del mese e questo include i diritti di una classe operaia abbandonata a se stessa espropriata di qualsiasi titolo nel diritto e questo sinceramente non è più tollerabile. Abbiamo sempre aggregato le forze della sinistra ed abbiamo fatto una campagna elettorale per le elezioni politiche ed una per quelle amministrative aprendo uno spazio a sinistra in quella che è stata l’elezione del Governatore ed attuale Segretario del Partito Democratico Nicola Zingaretti. Ora è arrivato il momento che si dia trasparenza e si faccia chiarezza per quella che è e rimane la fase di un nuovo confronto politico alla base del nuovo scenario politico. Questa dichiarazione è a fronte di un confronto all’interno dei territori per un diritto di agibilità politica nel rispetto di chi ci ha votato ed ancora crede in sano progetto a sinistra del Partito Democratico, che non è mai stato inclusivo nei nostri confronti al contrario ha sempre cercato di escluderci ed ostacolarci da qualsiasi momento ed atto della vita politica del centro-sinistra, evidente l’assenza di Zingaretti alla nostra Festa Nazionale tenutasi a Roma con una disdetta dell’ultimo momento un atto sgraziato ed irrispettoso che un alleato di governo sincero e forse realmente “inclusivo” non avrebbe mai compiuto. Ora se si vuole aprire un nuovo percorso ed un rapporto chiaro va ridefinito il confronto politico che parta dal riconoscimento del nostro ruolo di alleati di governo nella Regione Lazio con la dignitá ed il rispetto che spetta a chi si é dimostrato sempre leale ed onesto. Ma rimane un punto fermo che esclude qualsiasi tipo di discussione, la nostra esperienza con Claudio diBerardino ribadiamo è terminata e si apre una nuova fase che deve necessariamente guardare ad una rappresentanza reale, nel rispetto degli elettori di Roma e del Lazio»

 

Dal consigliere regionale del Lazio del Gruppo Misto, Antonello Aurigemma, (riceviamo da Vincenzo Grande)

Roma, 9 ott. (askanews) - "O Nicola Zingaretti si dimette o viene all'interno di questa aula". Così il consigliere regionale del Lazio del Gruppo Misto, Antonello Aurigemma, intervenendo in aula alla Pisana e rivolgendosi alla presidenza rappresentata da Devid Porrello (M5S) ha manifestato dissenso per l'assenza, a suo parere ingiustificata, del presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti. "Non può essere che oggi la Regione Lazio venga governata da un presidente che nella storia delle regioni di Italia è il presidente più assente. Non è mai venuto nascondendosi dietro le assenze istituzionali. Lui qui è il presidente della giunta regionale, non è il segretario del Pd" ha sottolineato Aurigemma.

"Abbiamo chiesto le informazioni e stiamo aspettando dal gabinetto del presidente della giunta regionale non un parere sul fatto che Zingaretti sia assente per motivi istituzionali o no, ma cosa sta facendo Zingaretti e appena avremo notizia sarà nostra cura comunicarlo all'Aula" ha spiegato Porrello incalzato anche dal capogruppo della Lega alla Pisana, Orlando Tripodi e da Fabrizio Ghera di FdI.
"Lei non ha fornito nessuna risposta e la invito a non considerare oggi Zingaretti assente giustificato fino a quando il suo gabinetto e la sua segreteria non forniranno, cosa che noi già abbiamo e non sono motivi istituzionali, non fornirà le motivazioni della sua assenza. Noi le chiediamo il rispetto delle regole e la invitiamo a non considerare assenza istituzionale quella di Zingaretti" ha sottolineato Aurigemma invitando Porrello a non considerare presente Zingaretti.
Sulla stessa linea tutti i consiglieri di Fratelli d'Italia. "Noi esigiamo di sapere dove si trova Zingaretti" che costa dire "sta a Ravenna impegnato con il Pd"?" si è chiesto Giancarlo Righini. Anche Laura Corrotti e Daniele Giannini della Lega hanno sollevato la questione delle assenze del governatore. La richiesta delle opposizioni è la sospensione della seduta fino a che non si comprenderà con esattezza la natura della assenza del governatore.

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici