fbpx
Menu
A+ A A-

PD Ciociaro. Tutti a testimoniare fedeltà a Renzi

  • Scritto da  Giuseppe Sarracino

Orlando Renzi Emilianodi Giuseppe Sarracino* - Domenica 2 aprile si è concluso il primo appuntamento politico riguardante l’elezione del segretario nazionale del PD. Il risultato, al di là di ogni polemica, sancisce la vittoria di Matteo Renzi, raccogliendo circa il 58% dei voti degli iscritti, mentre Andrea Orlando ha ottenuto oltre il 27%, nonostante abbia rifiutato di presentare proprie liste la dove il tesseramento è sembrato improvvisamente lievitare. Infine Emiliano, con il 6% parteciperà anche lui alle primarie del 30 aprile.

Che succede nel PD?

Il voto degli iscritti, in provincia di Frosinone ha visto una vittoria netta di Renzi, con maggioranze che oscillano dal 97% al 100%, in molti circoli. Credo che qualche seria considerazione vada comunque fatta, non per sollevare polveroni sulla validità del voto, ma per capire cosa sta avvenendo nel partito. Una riflessione che non può interessare solo l’attuale minoranza, ma che dovrebbe riguardare soprattutto la classe dirigente locale.
Il primo dato che emerge, dalle elezioni nel PD di Frosinone, riguarda il forte scarto tra il numero degli aventi diritto al voto, 9.236 iscritti, e coloro i quali l’hanno veramente esercitato. Infatti, si sono recati presso i seggi appena 5.600 iscritti, vale a dire il 60,5%, poco più della media nazionale (59,29 %). Se si tiene presente il forte aumento del numero dei tesserati, circa 3.500 in più rispetto al 2015 (5.662), è un segnale politico preoccupante. Certamente non si possono chiamare le persone solo nei momenti delle votazioni o assistere indifferenti alla chiusura di numerosi circoli e la dove sono aperti scarsa è la vita politica e i momenti veri di dibattito.
Per quanto riguarda il risultato ottenuto dai tre candidati nella provincia di Frosinone, Renzi ha ottenuto circa l’81% dei consensi, vale a dire 4.535 voti, distanziando di molto Orlando, il quale si attesta con un discreto 16% (924 voti) e infine Emiliano con appena il 2% (116 voti).
A un’analisi più approfondita del voto, emerge con evidenza, che circa il 50% dei voti andati a Renzi, sono stati ottenuti in appena 10 circoli del PD su 82 presenti in tutto il territorio della provincia, e in modo particolare proprio in quei circoli dove si sono verificate molte iscrizioni d’ufficio per acquistare più peso specifico sul territorio. Tra cui Cassino dove, Orlando non ha presentato nessuna lista come atto di protesta contro un tesseramento, che in pochi giorni ha visto “arruolati” ben 1.150 iscritti (dato 2015 solo 321 iscritti), e dove ha votato appena il 40% degli aventi diritto, premiando Renzi con oltre l’85% dei consensi. Stesso film è stato visto a Sora, a Ceccano, dove a fronte di risultati che superano il 90 %, il PD a forte vocazione renziana, in queste città, alle ultime elezioni amministrative non è riuscito nemmeno a presentare il proprio simbolo, regalando la vittoria al centro destra.

La lievitazione degli iscritti e altre particolarità

Altra improvvisa crescita degli iscritti è osservabile nel piccolo e grazioso comune di Fumone, dove nel 2015, gli iscritti al PD erano 23 iscritti e nel corso del 2016, lievitano di ben 328 unità, ma solo 82 iscritti si sono recati a votare, naturalmente preferendo la lista di Renzi con il 93%. Un forte squilibrio tra iscritti e votanti non può non preoccupare il gruppo dirigente di un partito, il quale ha il dovere di porsi qualche domanda sul modo in cui sono improvvisamente “arruolati” centinaia di iscritti.
In questi giorni abbiamo assistito al disfacimento politico del renzismo a Frosinone e non solo da noi, infatti, ci siamo trovati di fronte ad un correntone renziano in salsa “ciociaria”, fatto di correnti e sottocorrenti: orfiniani, franceschiniani, ex-zingarettiani, o i fedelissimi di Lotti e della Boschi, ed evito di citare le numerose sottocorrenti locali. Tutti uniti con un solo unico obiettivo, dimostrare la loro fedeltà al capo, per poi continuare a dividersi, producendo danni politici al partito, vedi le ultime elezioni amministrative e non solo.
La lista Orlando, pur raccogliendo il 16,5% a livello provinciale, è riuscita ad ottenere risultati apprezzabili in alcuni centri, come a Patrica, con il 93%, a Isola Liri con oltre il 20% e l’importante risultato politico ottenuto a Frosinone, con circa il 45% dei voti andati alla mozione Orlando. Segnali politici apprezzabili, come grande è stato l’impegno di tanti militanti, giovani, donne. Certamente non possiamo ignorare le difficoltà e i limiti della nascente area politica che si riconosce nella mozione di Andrea Orlando, ma allo stesso tempo occorre riconoscere che si aprono per il partito nuovi orizzonti, sia a livello locale sia nazionale. In questo quadro, l'iniziativa di Andrea Orlando di presentare una “piattaforma politica e programmatica di sinistra, per costruire il centrosinistra, senza correnti e cordate, è stato un atto di coraggio politico utile, anche perché ha interpretato un'evidente crisi politica del renzismo, che potrà essere solo mascherata ma che è reale e profonda”. E’ una battaglia politica dura e difficile, ma non impossibile, esistono forze ed energie nel paese e nel nostro territorio, alle quali possiamo rivolgerci per sollecitare un loro contributo di idee e di partecipazione alle primarie del 30 aprile invitandoli a votare per Andrea Orlando segretario del Partito Democratico.

*Giuseppe Sarracino
Componente Direttivo Circolo PD Frosinone

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it

Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici