fbpx
Menu
A+ A A-

Il Congresso del PD Provinciale

partito democratico bandiera350 250Incertezza e indeterminazione

Sembrerebbe che si debba svolgere il congresso della Federazione provinciale del PD.
Il condizionale è d'obbligo visto l'incertezza e l'indeterminazione nel procedere speditamente alla sua convocazione dopo la sospensione dovuta al Covid-19.
E' inaccettabile e ingiustificabile un ulteriore indefinito rinvio per la elezione del Segretario e degli organismi dirigenti.

La Federazione di Frosinone ha vissuto recentemente momenti di difficile gestione della sua struttura organizzativa e nella definizione della sua strategia politica nel territorio.
E' urgente uscire da questa impasse politico-organizzativa per essere in grado, come forza politica responsabile e con ruoli di governo nelle istituzioni di ogni grado e ordine, di presentare e sostenere soluzioni necessarie alla ripresa del Paese dopo la vicenda virus.

Le condizioni socio-economiche provinciali erano precarie e critiche già prima del Covid-19 che ha ulteriormente aggravato e indebolito tutto il sistema produttivo e sociale.
In sostanza la crisi pandemica ha colpito l'economia provinciale, che già mostrava tutta la sua debolezza strutturale, in una fase di ristagno delle attività.
Un partito come il PD, che vuole affermare una sua dignità politica, rivolto a svolgere una funzione nella società e orientato a garantire diritti costituzionali fondamentali di giustizia sociale e uguaglianza, non può rimanere, in questa provincia, a lungo silenzioso e senza una "voce" sulle prospettive di rinascita.

Come può essere assente quando i sindacati provinciali, CGIL-CISL-UIL, ribadiscono in un documento congiunto le necessità e le priorità che si devono affrontare?
Si può rimanere muti in questo tempo, aspettando di parlare in un tempo futuro?
Sarebbe stato utile interloquire con le forze sindacali impegnate ad arginare una crisi economica senza precedenti.
Non da meno sarebbe necessario valutare le posizioni assunte da rappresentanti provinciali dell'impresa, come Confindustria e Federlazio.

Il PD, che ritiene fondamentale essere riferimento del mondo del lavoro, non può ritardare, per pretestuosi cavilli temporali, un suo intervento nelle prospettive della FCA e non tenere conto del documento che la FIOM ha presentato recentemente al governo in merito anche al futuro dello stabilimento di Piedimonte S. Germano.
Nessuna eco alle iniziative del Presidente del Consiglio regionale, Mauro Buschini, per avere favorito la riprese del lavoro alla FCA e presentato al governo la richiesta di riconoscere "Area di crisi complessa" la zona del cassinate.

L'assenza di una prolungata direzione politica provinciale riconosciuta e autorevole, che avrebbe dovuto valorizzare questi risultati, porta a essere fuori gioco, ora e domani, dalla politica economica di questo territorio.
Ne consegue anche un distacco dai lavoratori, che a ragione avrebbero difficoltà a riconoscere al "partito" PD un suo impegno per salvaguardare i loro diritti e per dare loro garanzie per un sicuro futuro.

La Banca d'Italia in suo recente studio sul Lazio rileva una situazione delle condizioni sociali del lavoro e delle attività produttive, causa Covid-19, estremamente grave e critica. Tra l'altro, per il primo semestre del 2020 le aziende regionali si attendono una riduzione del fatturato di circa il 20 per cento. Il che comporta un grande rischio per l'occupazione.
Meriterebbe da parte del PD una particolare attenzione il documento elaborato dal Presidente della Camera di Commercio, Pigliacelli, "Linee giuda per le imprese", che offre un supporto utile alle imprese e che non può sfuggire a un partito che volge la sua attenzione ai temi dell'impresa e del lavoro.

Il PD provinciale potrebbe assumere subito un suo ruolo e avere voce sui temi di così rilevante importanza, solo se avesse nella loro piena funzione gli organismi dirigenti.
Senza ma e senza se.
Non è possibile nessun rinvio per svolgere questo compito.

Il Vescovo di Frosinone, Ambrogio Spreafico, in una sua recente intervista, ha dichiarato che la povertà si è allargata in modo esponenziale e molti sindaci rilevano una crescente richiesta di aiuti da parte di quanti non sono più in grado di fare fronte alle necessità essenziali di vita.
Dati allarmanti, che congiunti a quelli di una disoccupazione, già elevata prima del virus, e che rischia di arrivare a livelli molto alti, non possono essere trascurati dal PD.
A questo si aggiunge che, essendo prossime le scadenze elettorali per il rinnovo del Consiglio comunale di alcuni paesi della provincia, la composizione del programma e delle liste avrebbe richiesto il riferimento a un gruppo dirigente, a iniziare dal Segretario.

Forse sarebbe andata diversamente a Ceccano, anche in tempi ravvicinati, se si fosse avuta una Direzione provinciale deputata a discutere e indicare scelte che salvaguardassero il ruolo del PD in quella realtà in cui sono fortemente radicate nella società le sue radici democratiche e di sinistra.
Essa, piuttosto che rendere invisibile il PD, confluito in una lista civica, avrebbe potuto sostenere di conservare il simbolo del partito e di non rinunciare alla sua identità.

I molteplici interventi del Governo e della Regione, cui si aggiungono quelli di competenza dell'Amministrazione provinciale, avranno un ricaduta sulla provincia di Frosinone e richiedono nell'immediato sostegno e valorizzazione.
Occorre una forte capacità di governo del nuovo processo di ripresa del paese e di questa provincia, che può essere fattiva se il PD, eletto in tempi brevissimi il suo Segretario provinciale, si pone come referente e garante della ripresa socio-economica.
Rinviare a sine die sarebbe un suicidio politico che taglierebbe i ponti con la società e con quei settori economici oggi fortemente in sofferenza.
Non è solo una questione di urgenza, ma di necessità politica per quello che il PD deve affrontare ora e nell'immediato futuro.
I sostenitori di un rinvio e di comportamenti attendistici nella composizione completa degli organismi dirigenti, commettono un errore di valutazione politica contingente e in prospettiva.

Avere una unica candidatura a segretario provinciale del PD, quella di Luca Fantini, facilita un processo di riorganizzazione del partito ed essa può essere tanto più forte e credibile se accompagnata da un confronto e da una elaborazione politica che un congresso, pur nelle oggettive condizioni Covid-19, può svolgere e indicare in questo tempo e non in quello immaginario.
Il PD provinciale, dopo un lungo periodo di vuoto di direzione politica, ha bisogno, oggi e non domani, di riassettare tutto l'impianto organizzativo che consenta di mettere in moto una nuova stagione della sua politica con un rinnovato impegno per un nuovo modello di sviluppo dei territori nell'interesse di tutti i cittadini.

 

 

 

Articoli e news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui
aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Pubblicato in Partiti
Torna in alto

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici