fbpx $this->addJS
Menu
A+ A A-

E' irrealizzabile il Polo sportivo di via Passo del Cardinale

  • Scritto da  Antonio Nalli

 Nessun rendiconto ma ancora promesse irrealizzabili

Ceccano AreaperPoloSportivo 390 mindi Antonio Nalli - Un sindaco uscente a conclusione del suo mandato, si presenta ai cittadini illustrando anzitutto i risultati concreti frutto del suo operato nel corso degli anni del suo governo.
Nulla di tutto questo sta facendo il candidato, già defenestrato dalla sua stessa maggioranza, Roberto Caligiore, che con dei veri e propri spot elettorali irrealizzabili, si sta prendendo gioco dei cittadini di Ceccano.

Dopo la piscina comunale e le gare di canottaggio sul fiume Sacco, elementi concreti del suo programma elettorale del 2015, Caligiore ora tenta di gettare fumo negli occhi degli elettori ceccanesi illustrando un mega progetto riguardante il polo sportivo di via Passo del Cardinale.
Un polo sportivo per il quale bisogna subito mettere in chiaro due elementi.

Il primo è di carattere tecnico e mette in risalto le scarse conoscenze del candidato Caligiore e del suo entourage, non solo dal punto di vista normativo, ma anche strettamente collegate alla conoscenza del proprio territorio.
Nella zona dove Caligiore intende far sorgere il campo sportivo è ubicata, infatti, una linea del metanodotto, ben visibile transitando lungo il ponte Schietroma o percorrendo la strada di ingresso alla pista di atletica.
Linea del metanodotto che Caligiore ha forse volutamente oscurato nel suo video spot?

La presenza del metanodotto, ben evidenziata da segnali che recano la scritta “pericolo”, impedisce la realizzazione di un simile progetto. La Normativa, non a caso, stabilisce che lungo questi tracciati siano previste fasce di rispetto, ovvero zone utilizzabili per usi non permanenti. Per non permanenti, s’intendono usi tali da consentire l'utilizzo del suolo senza la necessità di allestire strutture fisse o simili. Non si può realizzare niente che includa la sosta di persone od oggetti nella fascia di rispetto!
Realizzare un campo di calcio in loco, con l’intento successivo di sostituirlo al vecchio stadio comunale “Dante Popolla”, non è dunque una proposta concretamente realizzabile.

Il secondo elemento che il fantomatico progetto pone in risalto, riguarda la completa distruzione del campo da baseball intitolato a Giuseppe Bonanni e conseguentemente anche della memoria dello stesso.
L’amministrazione comunale guidata dal Sindaco Antonio Ciotoli, volle omaggiare, negli anni passati, l’impegno profuso da Bonanni per lo sport ed il coinvolgimento dei giovani di Ceccano, intitolando alla sua memoria il campo da baseball di cui egli stesso fu promotore per la realizzazione. Un impegno, quello di Giuseppe Bonanni anche economico, in quanto finanziò di propria tasca la maggior parte delle spese sostenute per allestire una vera e propria squadra.

La distruzione del campo da baseball è dunque un vero e proprio attentato alla memoria di Giuseppe Bonanni, non solo come uomo appassionato di sport.
E la vicenda non può non assumere contorni politici, in quanto gli esecutori materiali di tale distruzione sono coloro che addirittura si propongono come suoi eredi politici.

Una distruzione della memoria di un uomo appassionato di sport, sulla quale invito formalmente i familiari ed ogni persona o rappresentante politico di coscienza, ad esprimere pubblicamente il proprio sdegno e dissenso.

Pubblicato in da Ceccano
Torna in alto

Privacy Policy