fbpx
Menu
A+ A A-

Ceccano. Il caso Anime Sante

  • Scritto da  Ufficio Stampa coalizione “Il Coraggiodi Cambiare”

Dai Comuni. Ceccano

Se il buongiorno si vede dal mattino beh... a Ceccano ci saranno giorni di buio pesto!!!

discarica incendio minMaggioranza comunale e PD regionale da qualche giorno si stanno azzuffando in merito allo stralcio, chiesto dai tecnici regionali, dalla bonifica della discarica posta nella “ex cava pietrisco Anime Sante”.

Presi alla sprovvista dalla notizia, eravamo al convegno di Colleferro, ed in presenza di tutti i tecnici regionali abbiamo chiesto di intervenire nel merito della questione chiedendo chiarimenti. Ora, però impegnandoci per quanto ci riguarda affinché la Regione tenga fede agli impegni presi di provvedere con fondi appositi alla bonifica dell’ ex cava, ci corre l’obbligo di stigmatizzare il comportamento dell’Assessore all’Ambiente di Ceccano, che con fare da banditore di piazza ha innescato una sterile e puerile polemica politica, tesa alla sola propaganda e non alla comprensione e risoluzione del problema.

L’Assessore, grande assente al convegno organizzato dalla Regione Lazio a Colleferro il 10 ottobre scorso, dov’era stato invitato, ha perso l’occasione di interloquire con i tecnici regionali e comprendere che il comune stesso, in precedenza, ha compiuto un macroscopico errore inserendo la ex cava nel piano di bonifica del S.I.N.

Un errore? Una furbata? Non è chiaro ma di certo l’operazione d’ inserimento della cava era sbagliata per due semplici motivi: il primo banale, il sito in questione era ed è fuori dalla perimetrazione del S.I.N. fatto per altro noto alla passata amministrazione, visto che il Sindaco Caligiore, allora non ancora sfiduciato, aveva avallato e concordato il documento della perimetrazione stessa; il secondo, e questo avrebbe dovuto essere noto almeno ai tecnici del comune, gli impianti di discarica sono esclusi dal S.I.N., come da accordo di programma ministero Ambiente/Regione Lazio(ADP).

Cè ne per tutti dunque. Per il rieletto Sindaco che a cuor leggero ha assegnato responsabilità di assessorato a cotanto manager; per l’Assessore che oltre a non leggere, come sarebbe suo dovere, le “carte”, non è in grado neanche di dirigere i propri collaboratori, smentendo il vecchio detto popolare che recita «…e chi non sa far niente dirige».

Come conseguenza di tanto pressapochismo mostrato prima, durante e dopo le fasi di redazione dell’ ADP non sono intervenuti, e poi facendo solo polemiche strumentali, hanno dato fiato alla fanfara della denuncia di presunti atti discriminatori da parte della Regione.

La stessa Regione ed i suoi funzionari sono responsabili di tante cose come puntualmente denunciamo da anni come militanti dei Movimenti Ambientalisti, accusarli della propria incompetenza e leggerezza è pura cialtroneria che, tra l’altro, rischia di mettere in cattiva luce la Nostra comunità mal governata e dare alla Regione ed ai suoi tecnici la maglia dell’ immacolata innocenza.
Comunque come al solito a perderci saranno i cittadini.

A proposito dei tecnici regionali, nel convegno di sabato 10 ottobre hanno avuto modo non solo di smentire l’Assessore all’ambiente, ma anche di bacchettarlo dichiarando in assemblea che se Ceccano continua a non rispondere alle richieste degli uffici regionali competenti, in merito a ragguagli tecnici e documentali relativi alla ex fabbrica Annunziata, potrebbe rischiare di perdere anche il treno regionale dei finanziamenti per la bonifica della stessa, questa si, ricadente all’ interno della perimetrazione del S.I.N.

Attendiamo con fiducia e non poca preoccupazione in quanto, a cornice dello spiacevole equivoco, i funzionari regionali hanno chiesto ai Ceccanesi presenti se Giunta, Assessore e tecnici leggono i documenti e la corrispondenza. A dire il vero noi pieni di pudore non abbiamo risposto. Ci vergognavamo a dire che nella Giunta Ceccanese ancora oggi c’è gente che i libri, e forse anche i documenti, li brucia.

Ufficio Stampa coalizione “Il Coraggiodi Cambiare”

 

 

 

Articoli e news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui
aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Pubblicato in da Ceccano, Ambiente
Torna in alto

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici