Menu
A+ A A-

"Viaggiatori stranieri nella Sicilia dell’Ottocento"

viaggiatori stranieri nella sicilia dell ottocento jpg 350 mindi Diego Protani - Un nuovo ed entusiasmante saggio è in questi giorni in tutte le librerie: "Viaggiatori stranieri nella Sicilia dell’Ottocento". Il contatto con il retaggio storico e l’attenzione per le questioni sociali con testi di molti studiosi ovvero Nunzio Famoso, Maria Costanza Lentini, Fabrizio Nicoletti, Carlo Ruta, Mario Tropea e Maurizio Zignale ed edito da Edizioni di storia e studi sociali.

Nell’Ottocento, secolo di impetuosi mutamenti economici, geopolitici e tecnico-scientifici, l’eredità settecentesca del Gran Tour in Sicilia, che poneva in risalto le testimonianze classiche e le risorse naturali dell’isola, restava feconda, mentre il passaggio delle culture romantiche lasciava propri sedimenti che, utilmente e senza traumi, slargavano gli ambiti dell’attenzione attraverso una considerazione più aperta e variegata del retaggio storico. Per una serie di emergenze politiche e sociali, nell’immagine della Sicilia si apriva tuttavia una cesura profonda, in particolare nella seconda metà del secolo, quando il disegno di
unificazione dell’Italia veniva portato a compimento. Nelle corrispondenze, nei reportage, nelle inchieste ufficiali e negli studi veniva posta in luce una Sicilia oppressa da questioni sociali di ogni tipo. E percezioni di questo tipo s’imponevano nei resoconti di numerosi viaggiatori.

La rappresentazione della Sicilia, che nel secolo dei lumi, per quanto adombrata da visioni problematiche, tendeva ad una sostanziale univocità, ritrovandosi soprattutto nei topoi del mondo classico, finiva con lo scomporsi. Pur resistente, lo scandaglio della natura e delle testimonianze del passato doveva fare i conti, all’interno degli spazi percettivi e narrativi, non solo con la disincantata perentorietà dell’investigazione sociale, sostenuta da ragioni forti, ma anche con la demonizzazione e il riemergere di pregiudizi antichi. L’immagine della Sicilia, lacerandosi, andava incontro in definitiva ad un acceso processo di polarizzazione.
In questo testo, attraverso lo studio di esperienze emblematiche, gli autori si propongono di investigare tali mutamenti, ponendo domande e ricercando risposte utili.

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici