fbpx
Menu
A+ A A-

Il Manifesto di Ventotene*

Questo non è un libro che si può leggere tra le chiacchiere e le distrazioni all’aperto.

Altiero Spinelli 350 mindi Rossana Germani - Se volete leggere un libro scorrevole, di quelli cosiddetti “da spiaggia”, lasciate stare questo. Non è quel tipo di libri. Questo non è un libro che si può leggere tra le chiacchiere e le distrazioni all’aperto. Va letto da soli, in silenzio e studiato paragrafo per paragrafo, anzi, frase per frase, meglio ancora parola per parola.
Va letto con la consapevolezza che chi lo ha scritto era in un periodo storico molto difficile.

Anni 1941 – 1942. In condizione di restrizione della propria libertà c’era chi pensava ad una rivoluzione politica che mirasse ad una situazione di unione internazionale. Partendo dall'idea che l'esistenza degli Stati sovrani, geograficamente, militarmente ed economicamente individuati, fossero la causa responsabile della crisi, delle guerre, delle miserie, e degli sfruttamenti che annientano la società, alcune menti eccezionali non piegarono la spina dorsale e provarono a salvare la nostra civiltà per un senso innato di dignità. Cercarono di portare avanti una soluzione internazionalista che figurava nel programma di tutti i partiti politici progressisti.

Altiero Spinelli, con la collaborazione di Ernesto Rossi, nel 1941 mentre era al confino nell'isola di Ventotene, riflettendo sulla guerra, la resistenza, le varie forme di organizzazione politica degli Stati, e soprattutto sulla necessità di una regolamentazione internazionale tra gli Stati europei, provò e ci riuscì benissimo, a fare un'analisi molto accurata che sfociò in un'opera eccezionale: Il Manifesto di Ventotene.

È il più importante testo europeistico della Resistenza, scritto in segreto e pubblicato clandestinamente a Roma nel 1944 insieme a due saggi, “Gli Stati Uniti d'Europa e le varie tendenze politiche" e “Politica marxista e politica federalista”.
Il Manifesto dice chiaramente: “Un'Europa libera e unita è premessa necessaria del potenziamento della civiltà moderna di cui l'era totalitaria rappresenta un arredo".Lapide ricordo Manifesto Ventotene min

Tra quelle pagine troviamo la considerazione che la Resistenza in nome della democrazia deve essere intesa in una duplice visione: chiusura dal passato e, dopo aver vinto il presente, riapertura e invenzione di un futuro diverso. Dunque non in veste di restaurazione ma di innovazione. E per questo si vede nascere, dalla lotta di liberazione, la necessità di un’unità sovranazionale.
Rispetto ai tentativi precedenti, Il Manifesto di Ventotene segna una svolta con la propaganda e con l'azione cercando di stabilire in tutti i modi accordi e legami fra i singoli movimenti che si andavano creando nei vari Paesi.

Riflettendo sul corso che avrebbe preso la storia dopo la sconfitta del nazifascismo, Altiero Spinelli analizza le varie forme di organizzazioni politiche. Spiega, rimarcandone i limiti, il capitalismo, il liberalismo e la democrazia. Parla del Marxismo, dei pro e i contro del comunismo e quindi del socialismo. Incentra spesso l'analisi sul nazionalismo e sul federalismo.

Il federalismo sta al centro di tutta l’analisi. In campo nazionale, vede l'uomo comune che, con un sentimento di amor patrio, dovrebbe capire che solo il federalismo potrà garantire uno sviluppo sicuro e pacifico al suo Stato. Purtroppo, invece, l'uomo con il suo egoismo tende a pensare solamente a garantire la massima sicurezza possibile e il benessere al proprio Paese rafforzando la sua potenza militare. Impiegando gran parte delle risorse materiali a questo scopo, però, toglie risorse necessarie a raggiungere una vera uguaglianza di possibilità per tutti i cittadini. Con un'idea federalistica ben pensata, invece, si riuscirebbe a creare un sistema militare internazionale liberando così tutte quelle ingenti risorse che ogni Stato destina a scopo militare potendo così meglio affrontare tutte le spese necessarie per creare più uguaglianza tra tutti i cittadini.

Il pensiero di Altiero Spinelli contribuì a creare il terreno culturale e politico che favorì il formarsi della prima comunità europea. Il Manifesto di Ventotene gettò, dunque, le basi del movimento federalista europeo avente come scopo la creazione di un'Europa federale libera e unita.

 

pubblicata sul numero 13 di CiesseMagazine del 31 luglio '20
Rossana Germani fa parte della redazione di CiesseMagazine e per essa cura anche la rubrica di cultura, libri e poesia.

 

*Il manifesto di Ventotene, Edizione anastatica. Costo Euro 10,00
La Consulta Europea del Consiglio regionale del Piemonte, in occasione del 60° anniversario dei Trattati di Roma e a 76 anni dalla redazione del "Manifesto", ha deciso di realizzarne la ristampa anastatica.
Si può acquistare da qui cliccando sul link che segue https://www.amazon.it/manifesto-Ventotene-rist-anast/dp/8867890808/ref=mp_s_a_1_1

 

Articoli e news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui
aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Pubblicato in Libri e Racconti
Torna in alto

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici