Menu
A+ A A-

"Il Dolore della Memoria", incontra altri studenti a Frosinone

  • Scritto da  Luciano Zeppieri

Ildoloredellamemoria Fabi Loffredi 350 300di Luciano Zeppieri - Celebrare la Memoria vuol dire riaprire quel libro doloroso del XX secolo (libro, forse, non del tutto chiuso completamente) e abbandonarsi al flusso dei ricordi tragici che hanno accompagnato le vicende storiche del cosiddetto Secolo breve . È ciò che hanno fatto i due autori del libro Il dolore della memoria – Ciociaria 1943/1944 Lucia Fabi e Angelino Loffredi ripercorrendo con puntiglio e precisione quella sorta di via crucis che ha rappresentato, per la nostra terra, il secondo conflitto mondiale. Dunque un libro di testimonianze e di ricordi, suffragato da una ricerca meticolosa di documenti e fonti che ne testimoniano la bontà dell’impianto complessivo e di ricerca autentica della verità storica. Si diceva che celebrare la Memoria, al di là della ricorrenza e dell’ufficialità stabilita per calendario, ci costringe ad una sorta di corpo a corpo con la nostra volontà di rimozione ....ma tant’è. Un maestro del pensiero contemporaneo, l’ultimo in ordine di tempo Z. Bauman , in un recente articolo (oltrechè in un libro significativo dal titolo Olocausto e Memoria ) si sofferma sulla distinzione tra una memoria attiva e una passiva , se così possiamo definirla. Per Bauman la memoria attiva è quella che rielabora continuamente e criticamente il passato, conservandolo e arricchendolo e restituendoci un senso della nostra identità che altrimenti rischierebbe di annullarsi; la memoria passiva invece dimentica il passato e ci rende più fragili e nudi di fronte alla storia spesso tragica anche degli ultimi decenni, segnata da eccidi, guerre e persecuzioni localizzate soprattutto in alcune zone del mondo.


Per tornare al libro degli autori che è stato presentato e discusso, con una partecipazione attenta e silenziosa, agli studenti del Liceo Maccari di Frosinone riuniti in assemblea al cinema Fornaci, dopo una breve ricognizione del contesto storico dal quale presero avvio le vicende storiche del secondo conflitto mondiale, con precisione e puntualità hanno ricostruito i drammi che quel conflitto generò in Ciociaria negli anni ’43 – ’44. Ma non soltanto di questo si tratta e cioè di una ricostruzione storica distaccata e avulsa dal comune sentire storico ma soprattutto di una narrazione che non si limita alla mera rappresentazione dei fatti ma che scava in profondità nel dolore e nelle coscienze lacerate dai soprusi e dalla violenza gratuita, dai saccheggi e dalle rapine di tante donne e uomini della nostra terra che tutto ciò hanno subito: ecco allora emergere in maniera prepotente l’elemento umano e la capacità di saper cogliere da parte degli autori i tratti più intimi e le vicende personali dei protagonisti di quel periodo storico e che costituiscono il filo rosso della narrazione e la parte più autentica del libro perché, in qualche modo, ricordare il passato ci costringe a prendere posizione su ciò che è stato ed è cosa giusta e doverosa soprattutto verso le generazioni future.


Anche il film visto durante l’assemblea, “Una volta nella vita” - “Les hèritiers” ( 2014 ), della regista Marie-Castille Mention Schaar conferma che la Memoria , sia individuale che collettiva, si coltiva quotidianamente attraverso l’impegno e l’applicazione continua, la curiosità di conoscere e di sperimentare sempre e incondizionatamente attraverso il dialogo e la tolleranza.
Si allegano altri eventi che vedranno protagonisti gli studenti del Liceo Maccari ovvero le Conferenze di Filosofia e Scienze umane all’Amministrazione provinciale di Frosinone e il ciclo di incontri, nella sede dell’Istituto , con Emergency dal titolo Raccontare la pace.


AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI FROSINONE
CONFERENZE DI FILOSOFIA E SCIENZE UMANE


VENERDI 24 febbraio 2017 – ore 11,20 – 13,00 classi terze
PROF.SSA Fiorinda Li Vigni - SCUOLA FILOSOFICA DI ROMA
Forme e stili della persuasione nel pensiero antico


VENERDI 10 marzo 2017 – ore 11,20 – 13,00 classi quarte
PROF. Maurizio Agamennone - UNIVERSITA’ DI FIRENZE
Musica e danza per la terapia del tarantismo , nell’opera di E. De Martino e Diego Carpitella


VENERDI 7 aprile 2017 – ore 11,20 – 13,00 classi quinte
PROF. M. De Gregorio - ISTITUTO GRAMSCI
Ciò che è vivo e ciò che è morto nel pensiero di Marx , nella rilettura di H. Arendt e N. Bobbio

 

AULA MAGNA DELL’ISTITUTO F.LLI MACCARI
EMERGENCY RACCONTA LA PACE - INTERVENTI DEL DOTT. STEFANO CELANI
1° INCONTRO


MARTEDI’ 17/01/2017 LA PACE E LA GUERRA 2 ORE
AULA MAGNA


2° INCONTRO
MARTEDI’ 31/01/2’17 EMERGENCY E I DIRITTI UMANI 2 ORE
AULA MAGNA


3° INCONTRO
MARTEDI’ 07/02/2017 PROGRAMMA ITALIA – IL MONDO CHE VOGLIAMO 2 ORE
AULA MAGNA


4° INCONTRO
MARTEDI’ 14/02/2017 EMERGENCY IN AFGHANISTAN 2 ORE
AULA MAGNA

Frosinone 25 gennaio 2017 prof. L. Zeppieri

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it

Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici