fbpx Clicky
Menu
A+ A A-

L’arrivo di un nuovo giorno

  • Scritto da  Francesco Spilabotte

PER NON DIMENTICARE

Da un nipote affettuoso

di Francesco Spilabotte
GerardoRiccardi 350 minA Zio Gerardo
L’arrivo di un nuovo giorno assai remoto pervade l’animo di tutti coloro che sono legati indissolubilmente ad una persona che è riuscita a lasciare un segno indelebile e pregno di significato su questa terra: Zio Gerardo Riccardi.

Un uomo che ha avuto il coraggio di vivere fino all’ultimo la sua vita, che ha saputo donare indistintamente ed a proprio modo il suo amore al prossimo ed alle persone a lui più care, lasciando dentro ognuna di esse una parte unica ed indistruttibile del suo essere (un insegnamento, un sogno, un desiderio, un ideale); tutto ciò costituisce un innegabile ed indissolubile legame tra terreno ed ultraterreno. Le persone che sanno trasmettere ed infondere la propria presenza ed il proprio calore riescono a vincere la dimenticanza, l’oblio più assoluto ed in un certo senso la morte.

Mediante i ricordi, rivivono in noi le memorie dei nostri più cari affetti attraverso dei piccoli gesti e delle semplici azioni; così anche nei momenti più importanti e complessi della propria esistenza, come quando ci si trova di fronte a scelte decisive della vita pensiamo: “Come si sarebbe comportato Zio Gerardo? Cosa avrebbe fatto al mio posto?”. Tutto questo permette di concepire il proprio caro come la stella che illumina le notti più buie, quella stella polare “personale” che indica sempre il NORD, che ci guida durante il nostro cammino esistenziale, ci rinfranca e rassicura nei momenti di sconforto e di smarrimento. Proprio in quegli attimi più difficili ed oscuri giunge quella luce, quella persona che da lontano, attraverso i suoi raggi luminosi e splendenti, infonde il suo amore ed il suo coraggio, la fortezza d’animo, la speranza e la fede in chi osserva ogni notte colui che è partito. Il chiarore che illumina le nostre notti diviene una nuova stella nel firmamento. In attesa dell’arrivo di una nuova alba assai remota, aspettiamo di incontrare nuovamente la luce nella bellezza della persona amata: E LUCE FU.

Ciao Zio Gerardo, sarai sempre dentro di me!

05/07/2021

Torna in alto

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici