Menu
A+ A A-

3 aprile '44. Ricordare Don Morosini

Don Morosini 350 260 minpostato da Simone Campioni su FB - 3 aprile 1944 – L’eroico SACERDOTE PARTIGIANO DON GIUSEPPE MOROSINI viene torturato dai nazisti e aSSaSSinato da un’ufficiale fascista:

Nato a Ferentino (Frosinone), fucilato a Roma il 3 aprile 1944, sacerdote.

Ordinato nel 1937, don Morosini divenne, nel gennaio del 1941, cappellano militare del 4° Reggimento d'artiglieria a Laurana.

Trasferito a Roma nel 1943, dopo l'8 settembre entrò nelle file della Resistenza collegandosi con la banda "Mosconi" operante a Monte Mario.

Ne divenne assistente spirituale, ma si adoperò anche per procurare armi e vettovagliamenti e, soprattutto, ottenere informazioni. Da un ufficiale della Wehrmacht, riuscì addirittura ad ottenere una copia del piano operativo delle forze tedesche schierate sul fronte di Cassino, che trasmise agli Alleati.

Denunciato da un delatore (certo Dante Bruna, che ottenne in compenso 70 mila lire), don Giuseppe fu arrestato dalla Gestapo il 4 gennaio del 1944. Sottoposto a tortura, mantenne un orgoglioso contegno. Condannato a morte e ristretto a "Regina Coeli" nella attesa dell'esecuzione, si prodigò per sostenere i compagni di carcere e gli ebrei che vi erano rinchiusi.

Il 3 aprile 1944 il valoroso sacerdote fu trasportato a forte Bravetta per esservi fucilato da un plotone della PAI (Polizia Africa Italiana); all'ordine di "fuoco!", 10 componenti del plotone (su 12) spararono in aria. Ferito dai colpi degli altri 2, don Morosini fu ucciso dall'ufficiale fascista che comandava l'esecuzione con due colpi di pistola alla nuca.

Onorificenze
Medaglia d'oro al valor militare :

«Sacerdote di alti sensi patriottici, svolgeva, dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943, opera di ardente apostolato fra i militari sbandati, attraendoli nella banda di cui era cappellano. Assolveva delicate missioni segrete, provvedendo altresì all’acquisto ed alla custodia di armi. Denunciato ed arrestato, nel corso di lunghi estenuanti interrogatori respingeva con fierezza le lusinghe e le minacce dirette a fargli rivelare i segreti della resistenza. Celebrato con calma sublime il divino sacrificio, offriva il giovane petto alla morte. Luminosa figura di soldato di Cristo e della Patria.»
— Roma, 8 settembre 1943 -3 aprile 1944.

GALLERIA FOTO :
"Veri uomini di Dio"
https://www.facebook.com/media/set/?set=a.10151459078065008.831033.268616425007&type=3

ANPI :
http://www.anpi.it/donne-e-uomini/don-giuseppe-morosini/


Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici